Ultime notizie/ Ultim’ora, oggi: Euro 2016, nazionale il dopo Conte, in arrivo Ventura e Lippi (sport, 17 maggio 2016)

- La Redazione

Ultime notizie, ultim’ora di sport di oggi, martedì 17 maggio 2016. Il ct della nazionale di calcio Antonio Conte assolto. Primi premi agli Europei di nuoto. Decima tappa del Giro d’Italia.

conte_2
Antonio Conte - Infophoto

-Prima dell’inizio dei campionati europei, la federazione calcio dirà chi sarà il sostituto di Antonio Conte, già con le valigie in mano destinazione Londra. In ballo come si legge oggi c’è la candidatura dell’allenatore del Torino Giampiero Ventura che ha un contratto fino al 2018 ma il presidente Cairo ha fatto capire che non sarebbe un gran problema se andasse via: “Come sempre i contratti contano, ma conta soprattutto quanta voglia si ha di rimanere e di fare cose importanti. Importante è quindi vedersi col mister, parlarsi con franchezza e capire se c’è questa voglia. Tra di noi c’è un rapporto di stima e affetto”. Insieme a Ventura  arriverebbe Marcello Lippi con la carica di direttore tecnico, fa sapere l’Ansa. Altri candidati di cui già si sapeva sono Montella e De Biasi. 

-Convocati 28 giocatori per i prossimi campionati europei di calcio, a sorpresa mancano Pirlo e Giovinco. Mancano poi i giocatori di Juventus e Milan che sabato dovranno giocare la finale ci Coppa Italia. Si apre comunque lo stage di Coverciano primo passo verso Euro 2016. Per la prima volta in nazionale Benassi, Cataldi, Izzo, Pavoletti, Sportiello, Tonelli e Zappacosta mentre tornano Borini, Mirante, Ogbonna e Marchetti.  Ecco l’elenco completo: Ecco l’elenco dei convocati: Portieri: Federico Marchetti (Lazio), Antonio Mirante (Bologna), Marco Sportiello (Atalanta);  – difensori: Francesco Acerbi (Sassuolo), Davide Astori (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Armando Izzo (Genoa), Angelo Obinze Ogbonna (West Ham), Lorenzo Tonelli (Empoli);  – centrocampisti: Marco Benassi (Torino), Federico Bernardeschi (Fiorentina), Antonio Candreva (Lazio), Danilo Cataldi (Lazio), Daniele De Rossi (Roma), Lorenzo De Silvestri (Sampdoria), Stephan El Shaarawy (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Emanuele Giaccherini (Bologna), Jorge Luiz Jorginho (Napoli), Marco Parolo (Lazio), Roberto Soriano (Sampdoria), Davide Zappacosta (Torino);  – attaccanti: Fabio Borini (Sunderland), Citadin Martins Eder (Inter), Ciro Immobile (Torino), Lorenzo Insigne (Napoli), Leonardo Pavoletti (Genoa), Graziano Pellè (Southampton).

È Gabriele Detti l’italiano che onora la nostra nazione qualificandosi alle finali degli europei di nuoto, che giungono alle trentatreesima edizione. La gara si è tenuta a Londra, presso l’Atlantics Centre del Queen Elizabeth Olympic Park. Gabriele Detti, che ha 21 anni, conclude la batteria dei 400 alle spalle dell’atleta serbo Velimir Stjepanovic, campione uscente.

Si conclude positivamente la vicenda che aveva coinvolto il Ct della nazionale Antonio Conte, accusato di frode sportiva ed imputato, per questo motivo, nel processo sul calcio scommesse, a seguito di una dichiarazione di Filippo Carobbio che lo tira in ballo. Il giudice Pierpaolo Beluzzi, dopo aver passato al vaglio tutte le prove e sentito le dichiarazioni delle parti coinvolte, ha assolto il Ct della nazionale, che avrebbe dovuto rispondere di un fatto riconducibile ad Albinoeleffe- Siena del 2011. Antonio Conte è stato processato con rito abbreviato. A suo tempo i procuratore Di Martino aveva chiesto circa 8 mila euro di multa ed un condanna a sei mesi di carcere, oltre che la squalifica già subita dall’ex allenatore della Juventus. Il gip di Cremona, invece, ha deciso di assolvere Conte per non aver commesso il fatto. Ben accolta la notizia non solo dal ct Conte ma anche dal presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, che si definisce particolarmente soddisfatto della sentenza del gip e ribadisce di non aver mai dubitato della lealtà ed onestà di Antonio Conte.

Dopo il riposo settimanale di oggi, domani 17 maggio avrà inizio la decima tappa di questa nuova edizione del Giro d’Italia 2016. Si partirà da Campi Bisegna zio, a Firenze, per arrivate a Sestola, nei pressi dell’Appennino emiliano. Si calcolano circa 219 km, ed è prevista una salita finale che si estende per quasi 8 km, il cosiddetto Pian del Falco, con una pendenza media del 5%, sebbene si parli di punti in cui la pendenza sfiora anche l’8%. Sebbene non impossibile, è una tappa temuta dai corridori di classifica che temono qualche perdita. Pianura assente, quattro, invece, i gran premi della montagna con Passo della Colina, Pietracolora, Pian del Falco e Sestola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori