Diretta / Albania-Svizzera (risultato finale 0-1) info streaming video e tv: vittoria degli elvetici! (Euro 2016 girone A, oggi 11 giugno)

- La Redazione

Diretta Albania-Svizzera, info streaming video e tv: risultato live della partita che si gioca al Félix Bolleart di Lens ed è valida per la prima giornata del girone A degli Europei 2016

AlbaniaTifosaSciarpa
Foto Infophoto

Albania-Svizzera termina con il risultato di 1-0 in favore degli elvetici. Decide il gol in apertura di Schar, bravo a capitalizzare con un colpo di testa dagli sviluppi di un corner una goffa uscita di Berisha. L’Albania, costretta a giocare per più di un tempo in dieci uomini a causa dell’espulsione per doppia ammonizione di Cana, non si è data per vinta. Anzi, gli uomini di De Biasi avrebbero meritato il pareggio ma gli attaccanti albanesi (Sadiku nel primo tempo e Gashi nel finale) hanno fallito almeno due occasioni colossali calciando addosso a Sommer. Da rivedere la Svizzera; buono invece l’esordio dell’Albania in questo Europeo. 

Quando siamo all’80’ di gioco il risultato di Albania-Svizzera è sempre di 1-0 in favore degli elvetici. Al 66′ il neo entrato Embolo strappa il pallone dai piedi di Roshi e lancia in campo aperto Seferovic L’ex attaccante della Fiorentina se ne va in contropiede e si presenta in area, a tu per tu con Berisha: il tiro del rossocrociato viene murato da un intervento miracoloso del portiere della Lazio che mantiene in vita le speranze dell’Albania. La nazionale di De Biasi sfiora il pareggio al minuto 76 quando un ispirato Hysaj trova il varco per l’imbucata di Cikalleshi, entrato al 72′ al posto di Roshi: il bomber albanese calcia di prima intenzione ma trova soltanto l’esterno della rete.   

Quando siamo al 55′ di gioco il risultato di Albania-Svizzera è sempre di 1-0 in favore degli elvetici. Non ci sono cambi in questa ripresa, con le due squadre che tornano sul rettangolo verde con le stesse formazioni del primo tempo. Nonostante l’uomo in meno a causa dell’espulsione di Cana, l’Albania si rende subito pericolosa con Sadiku. Al 49′ Hysaj vede l’ennesimo scatto di Sadiku, che approfitta di un errore di Djourou. L’attaccante albanese non riesce però ad agganciare il pallone che termina tra le braccia di Sommer. La risposta della Svizzera arriva poco dopo con un tiro di Seferovic respinto in qualche modo da Berisha. Partita ancora aperta a Lens. 

Il primo tempo di Albania-Svizzera termina con il risultato di 1-0 in favore degli elvetici. Svizzera subito in vantaggio con un colpo di testa di Schar dagli sviluppi di un corner. L’Albania ci mette un po’ ad entrare in partita ma archiviato il timido inizio gli uomini di De Biasi si fanno apprezzare per rigore tattico. Alla mezzora grande occasione per la nazionale albanese con Hysaj che verticalizza per Sadiku: l’attaccante si ritrova a tu per tu con Sommer, con quest’ultimo bravissimo in uscita bassa a respingere il tiro dell’avversario da distanza ravvicinata. Al 36′ ecco la possibile svolta del match con Cana, già ammonito, che riceve il secondo cartellino giallo per fallo di mano. La Svizzera, forte dell’uomo in più, cresce e sfiora il 2-0 con Dzemaili per due volte: prima il centrocampista del Genoa scheggia il palo direttamente da calcio di punizione, poi un suo tentativo termina fuori di un soffio. Sarà una ripresa tutta in salita per l’Albania. 

Quando siamo al 30′ di gioco il risultato di Albania-Svizzera è sempre di 1-0 in favore degli elvetici. Dopo il vantaggio firmato Schar la Svizzera va vicina al raddoppio con Seferovic: al 14′ Sommer rinvia rapidamente e dà il via ad un pericoloso contropiede. Dzemaili al limite appoggia per l’ex attaccante della Fiorentina che tenta il piazzato: Berisha para a terra. L’Albania ci mette un po’ ad entrare in partita ma dopo i primi 15′ riesce a contenere l’ondata in maglia bianca, pericolosa soprattutto sulle fasce. La nazionale di De Biasi si fa vedere al 26′ con un tiro di T.Xhaka terminato sul fondo da buona posizione. Equilibrio in campo in questa fase di gioco. 

Quando siamo al 10′ di gioco il risultato di Albania-Svizzera è di 1-0 in favore degli elvetici. Gli uomini di Petkovic sbloccano il risultato al primo affondo dagli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra: Shaqiri mette in mezzo un traversone preciso per la testa di Schar che anticipa tutti e gira in rete la sfera con un colpo di testa vincente. Nell’occasione da sottolineare non solo l’errore in marcatura della difesa albanese ma anche e soprattutto l’uscita infelice di Berisha. Colpita a freddo, l’Albania alza gradualmente il baricentro nel tentativo di rimontare lo svantaggio ma la Svizzera per il momento non si scompone. 

Albania-Svizzera sta per cominciare: di seguito le formazioni ufficiali della partita che apre gli Europei 2016 anche per queste due squadre, che sono state inserite nel girone A. Si gioca a Lens una partita storica per l’Albania, che per la prima volta ha raggiunto la fase finale di un grande evento e che tra l’altro incrocia la Svizzera in quello che potremmo definire un derby, visto che tanti giocatori elvetici hanno origini balcaniche. In campo entrambi i fratelli Xhaka: Granit con la Svizzera e Taulant con l’Albania. Ecco dunque le scelte dei due allenatori, l’italiano Gianni De Biasi e Vladimir Petkovic, anch’egli con trascorsi nel nostro campionato. ALBANIA (4-5-1): Berisha; Hysaj, Cana, Mavraj, Agolli; Roshi, Abrashi, Kukeli, T. Xhaka, Lenjani; Sadiku. Allenatore: De Biasi. SVIZZERA (4-3-3): Sommer; Lichtsteiner, Schar, Djourou, Rodriguez; Behrami, Dzemaili, G. Xhaka; Shaqiri, Seferovic, Mehmedi. Allenatore: Petkovic 

È la prima partita del sabato in questi Europei 2016. Come arrivano le due nazionali all’appuntamento di Lens? L’Albania non se la passa poi benissimo: le ultime cinque amichevoli giocate dopo la storica qualificazione hanno fatto registrare due vittorie, un pareggio e due sconfitte. Il 2-0 al Lussemburgo e il 3-1 al Qatar erano piuttosto scontati; decisamente meno brillante il 2-2 ottenuto contro la Georgia, mentre le sconfitte sono arrivate in Austria (1-2) e contro l’Ucraina (1-3), due nazionali che partecipano a Euro 2016. Ancora peggio la Svizzera, che ha vinto due amichevoli ma in mezzo ne ha perse tre consecutive: dopo il buon 2-1 ai danni dell’Austria sono arrivate le sconfitte contro Irlanda (0-1), Bosnia (0-2) e Belgio (1-2). Sicuramente nazionali di valore, ma anche così qualche campanello d’allarme è suonato nella mente di Vladimir Petkovic. Non ha convinto nemmeno il 2-1 di misura sulla Moldavia; tuttavia adesso si fa sul serio, e spesso i risultati delle amichevoli non sono del tutto indicativi per raccontarci del valore di una nazionale.

Sarà diretta dall’arbitro spagnolo Carlos Velasco Carballo. Direttore di gara di grande esperienza, quest’anno in Champions League ha arbitrato cinque partite compreso il quarto di finale tra il Manchester City e il Psg, mentre in Europa League ha diretto l’andata dei quarti tra Borussia Dortmund e Liverpool ma anche il derby inglese Liverpool-Manchester United, agli ottavi. Nella Liga è considerato come uno dei migliori fischietti spagnoli; in questa stagione però non è stato chiamato per arbitrare grandi sfide, e ha incrociato il Barcellona soltanto una volta (4-0 al Granada, ultima giornata di andata). In Coppa del Re ha diretto la semifinale di ritorno tra Valencia e Barcellona, in ambito internazionale è stato chiamato per fischiare in Ungheria-Norvegia, playoff per le qualificazioni a questi Europei. Nel 2014 Velasco Carballo è stato inserito nella lista degli arbitri per il Mondiale: ha arbitrato tre partite, riuscendo a superare il taglio post prima fase e dirigere il quarto di finale Brasile-Colombia, una delle partite più belle di quella Coppa del Mondo. Nel 2012 la prima esperienza agli Europei: qui ha diretto Polonia-Grecia e Danimarca-Germania nella prima fase, poi è tornato a casa.

Si avvicina; andiamo allora a dare uno sguardo ai testa a testa tra queste due squadre. Ci sono sei precedenti, a partire dall’aprile 1965: nel girone di qualificazione al Mondiale 1966 la Svizzera aveva vinto entrambe le gare (2-0 in trasferta, 1-0 in casa) e si era qualificata per la fase finale lasciando invece l’Albania ad un solo punto. Nell’ottobre 2002 e giugno 2003 invece le qualificazioni erano quelle per gli Europei 2004: nel girone 10 la Svizzera vinse 3-2 in casa contro la nazionale albanese, mentre in trasferta non andò oltre il pareggio per 1-1; ad ogni modo anche in quel caso vinse il girone, Albania ferma a 8 punti (quarta) ed eliminata. Decisamente più recenti gli ultimi due episodi, andati in scena nelle qualificazioni al Mondiale 2014: la Svizzera vinse nuovamente il suo girone (+7 sull’Islanda) e l’Albania fu quinta (su sei) con 11 punti. Nella sfida diretta i rossocrociati vinsero 2-0 in casa e 2-1 in trasferta. In sei precedenti la Svizzera ha vinto cinque volte e ha ottenuto un pareggio; arriverà oggi la prima vittoria dell’Albania contro la nazionale elvetica?

Sarà diretta dall’arbitro spagnolo Carlos Velasco Carballo; si gioca allo stadio Félix Bolleart alle ore 15, valida per la prima giornata del girone A degli Europei 2016. E’ una data a suo modo storica: per la prima volta infatti l’Albania gioca nella fase finale di un grande torneo. Un risultato che si deve ascrivere anche e soprattutto a Gianni De Biasi che, insieme al vice Paolo Tramezzani, ha saputo forgiare un gruppo di talento e carattere che è uscito secondo classificato dall’unico girone a 5 squadre delle qualificazioni, vinto dal Portogallo.

Un’Albania che dunque ha la possibilità di prendersi  anche i primi storici punti agli Europei; per di più il destino ha voluto mettere sulla strada di questa nazionale proprio la Svizzera. Che ha nella sua rosa calciatori di origine albanese (Shaqiri e Behrami hanno giocato anche in Italia); soprattutto, questa sarà la sfida tra i fratelli Xhaka, che hanno scelto due nazionalità diverse.

Granit gioca con la Svizzera, Thaulant con l’Albania; si ritroveranno l’uno contro l’altro come i fratelli Jerome e Kingsley Boateng nel corso del Mondiale 2010 (in Germania-Ghana). Se per l’Albania l’obiettivo principale è stato raggiunto e tutto quello che arriverà da qui in poi sarà grasso che cola, la Svizzera punta con decisione a qualificarsi per i quarti di finale.

La nazionale rossocrociata negli ultimi anni ha sempre avuto tanto talento, ma le è mancato qualcosa per fare il salto di qualità; nel 2006 fu eliminata dal Mondiale senza aver subito un solo gol, nel 2014 ha perso contro l’Argentina all’ultimo minuto. Vladimir Petkovic ha preso la guida della squadra dopo l’estate in Brasile e ha certamente fatto bene, anche se nel corso delle qualificazioni c’è stato qualche intoppo di troppo (per esempio le prime due partite perse).

La sensazione è che la Svizzera abbia un’ottima base a centrocampo e sulla trequarti, ma le manchi una difesa davvero solida e soprattutto abbia il forte limite dell’assenza di un bomber. Il giovane Seferovic, che in Italia ha giocato con Novara e Fiorentina, è per il momento il titolare designato; resta da capire se potrà essere lui a togliere le castagne dal fuoco.

Nel girone ci sono anche Francia e Romania; facile che la Svizzera se la giochi con i rumeni per il secondo posto, ma come detto attenzione all’Albania che ha tanti giocatori noti in Italia, un orgoglio smisurato e soprattutto nulla da perdere. Gianni De Biasi sa il fatto suo: siamo pronti a vivere la prima grande sorpresa del torneo?

Lo scopriremo presto, perché ormai è arrivato il momento di mettersi comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come andrà a finire questa partita di Lens: la diretta di Albania-Svizzera, valida per la prima giornata del girone A agli Europei 2016, sta per cominciare…

La diretta tv di Albania-Svizzera sarà trasmessa dai canali della pay tv del satellite; dovete andare nello specifico su Sky Sport 1. Tutti gli abbonati avranno inoltre a disposizione il servizio di diretta streaming video, fornito grazie all’applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi, e che si può attivare su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Non dimenticate inoltre di consultare il sito ufficiale della UEFA per tutte le informazioni utili sugli Europei 2016; troverete aggiornamenti anche sulle pagine ufficiali dei social network, in particolare facebook.com/uefaeuro e, su Twitter, . 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori