DIRETTA / Atalanta-Roma (risultato finale 2-0) info streaming video e tv. nerazzurri campioni (finale Giovanissimi Nazionali 2016, oggi 28 giugno)

- La Redazione

Diretta Atalanta-Roma, info streaming video e tv: risultato live della finale del campionato Giovanissimi Nazionali 2016. Si gioca martedì 28 giugno presso lo stadio Dino Manuzzi di Cesena

Palloni_Calcio
Foto Infophoto

Si è concluso sul risultato di due a zero in favore dell’Atalanta il match tra i nerazzurri e la Roma, valido per la finalissima dei giovanissimi nazionali. Bergamaschi che hanno vinto meritatamente questa partita, sbloccandola soltanto ai tempi supplementari. Il vantaggio della dea si concretizza all’ottantesimo grazie ad una autentica magia da parte di Traore che infilza Giuliani con un bolide dalla distanza. Poco dopo l’autore del gol ci riprova con una soluzione da fuori area, ma il pallone rotola sul fondo. A quattro minuti dal termine è Cortinovis a chiuderla, con una girata da buona posizione che non lascia scampo all’estremo difensore giallorosso. E’ il colpo del ko per la Roma, è il colpo della vittoria scudetto per l’Atalanta. 

E’ terminato sul risultato di zero a zero il secondo tempo di Atalanta-Roma, incontro valido per la finale dei giovanissimi nazionali. Le due squadre si sono equivalse e non son riuscite ad evitare i tempi supplementari. Ad inizio ripresa i giallorossi ci hanno provato con una soluzione da fuori di Barbarossa, il suo tentativo però è finito alto sopra la traversa. Al cinquantesimo la Roma insiste con una iniziativa di Semeraro che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Poco dopo chance per l’Atalanta con un tiro di prima intenzione da parte di Brogni: palla oltre la linea di fondo. Al cinquantottesimo è Ghislandi a mettere i brividi a Giuliani con un tiro potente da fuori area. Passano pochi minuti e il nuovo entrato Kichi N’Da tarda eccessivamente la conclusione da ottima posizione, vanificando una buonissima opportunità per la dea. Squadre sfinite, ancora pochi istanti di pausa poi si ricomincerà con i tempi supplementari. Vedremo chi riuscirà a mantenere maggiore lucidità e brillantezza fisica. 

E’ terminato sul risultato di zero a zero il primo tempo tra Roma e Atalanta, valido per la finalissima del campionato Giovanissimi Nazionali. Abbiamo assistito ad una frazione piuttosto combattuta, con due squadre che si stanno affrontando a viso aperto. Bergmaschi più intraprendenti sul fronte offensivo, giallorossi comunque pericolosi con Riccardi. Il primo vero squillo della partita arriva attorno al nono minuto di gioco, quando Gyabua è fulmineo nell’inserimento in area da rigore ma Giuliani lo chiude con prontezza. La ‘dea’ insiste ancora con Gyabua ma la risposta della Roma non si fa attendere e arriva al quindicesimo con un tiro a giro di Riccardi che si stampa sulla traversa. Al diciannovesimo l’Atalanta passa in vantaggio con un gol di Gyabua sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il guardalinee però segnala una posizione di fuorigioco e l’arbitro annulla. Alla mezzora i nerazzurri ci riprovano con Piccoli, la cui conclusione di testa finisce docile tra le braccia di Giuliani. Il portiere della Roma si mette in mostra poco dopo anche in una uscita su Gyabuaa. Squadre ora negli spogliatoi per l’intervallo, tra poco si riparte con la ripresa. 

, ci siamo: sta per iniziare la finale scudetto per i Giovanissimi Nazionali 2015-2016. Due squadre che si sono affrontate pochi giorni fa nel girone di Final Eight: vinse la Roma (2-1) ma di fatto lAtalanta si era già presa la qualificazione alla semifinale. Le formazioni ufficiali sono state annunciate dai due allenatori: vediamole insieme, il calcio dinizio è alle ore 20:30. Brutte notizie per la Roma: non recuperano Meo e Chierico, gioca Cataldi dallinizio. Gelmi, Bergonzi, Brogni, Finardi, Okoli, Raccagni, Ghislandi, Gyabuaa, Piccoli, Cortinovis, Traore Avogadri, Solcia, Lancini, Campello, Moukam, Galati, Albani, Boafo, Kichi Ndasteel Lorenzi. Giuliani, Parodi, Semeraro, Santese, Cataldi, Laurenzi, Bamba, Greco, Barbarossa, Riccardi, Cangiano Anatrella, Carruolo, Coccia, Cusumano, Simonetti, Proietto, Bouah, Di Bartolomeo, Marini DAndrea Angelucci di Foligno

Si avvicina; per entrambe le squadre, come abbiamo detto, cè la possibilità di mettere le mani sul secondo scudetto giovanile in stagione. LAtalanta ha festeggiato lo scorso 19 giugno, nella finale Allievi Nazionali contro lInter: i tempi regolamentari si erano chiusi sul risultato di 1-1 e gli orobici avevano ripreso la partita per i capelli, pareggiando in pieno recupero con Bastoni il gol che lInter aveva messo a segno con Merola. Era stato Melegoni, al quinto minuto del supplementare, a realizzare su calcio di punizione la rete che aveva portato il tricolore allAtalanta. La Roma invece aveva festeggiato il 4 giugno, ai calci di rigore: la Juventus si era portata in vantaggio con un calcio di rigore di Kastanos, ma poi era arrivato il pareggio di Ezequiel Ponce. Ai supplementari non era successo nulla, e così si era andati ai rigori per stabilire la squadra campione dItalia: decisivo il portiere Crisanto che aveva parato due rigori assegnando così lo scudetto alla Roma. Ora la finale Giovanissimi: possibile bis per entrambe le squadre.

la finale dei Giovanissimi Nazionali 2015-2016. Una partita che, ricordiamo, si era giocata lo scorso 23 giugno come ultima giornata del girone di Final Eight: la Roma aveva bisogno della vittoria per qualificarsi mentre lAtalanta, ancora a punteggio pieno, era praticamente certa della semifinale (a meno che non incassasse una sconfitta con nove gol di scarto). A vincere era stata la Roma: il 2-1 sugli orobici aveva anche dato il primo posto ai giallorossi nel girone 1. Una vittoria firmata Mory Bondoukou Bamba: livoriano del 2002 aveva segnato il gol del vantaggio dopo 16 minuti e si era ripetuto al 43 su calcio di rigore. In mezzo era arrivato il momentaneo pareggio dellAtalanta, grazie al centrocampista (anche lui 2002) Diallo Amad Traoré. Sono passati 5 giorni da quella vittoria dellaRoma: il contesto è un altro, così come le motivazioni dellAtalanta. La Roma in ogni caso ha tutte le possibilità di mettere le mani sullo scudetto di categoria. 

Si gioca martedì 28 giugno alle ore 20:30, presso lo stadio Dino Manuzzi di Cesena; è valida per la finale del campionato Giovanissimi Nazionali 2016. Si affrontano i due migliori vivai nel panorama del calcio italiano: quello bergamasco, che ha da poco trionfato nella finale Allievi, e quello giallorosso, con il successo nel Campionato Primavera. Ad oggi i favoriti sono i giocatori della Roma, anche se la finale di Cesena rimane comunque molto incerta e aperta a qualsiasi risultato.

Le due semifinali si sono chiuse con il successo della squadra capitolina contro il Vicenza per 3-0 e quello della Dea per 2-1 contro il Genoa Le reti della formazione giallorossa sono state siglate da Barbarossa, Bamba e Cangiano. Quelle dei bergamaschi portano la firma di Raccagni e Ghislandi. Più facile l’incontro disputato dalla Roma, che ha dovuto affrontare un Vicenza di certo non a livello, tecnicamente parlando, del più quotato club capitolino.

Incerto fino all’ultimo invece l’esito dell’altra semifinale, quella che ha visto l’Atalanta sfidare il Genoa. Pietro Pellegri, attaccante 15 enne che ha già esordito in Prima squadra, avrebbe potuto creare grossi grattacapi alla difesa dell’Atalanta, che si è però difesa alla grande, subendo la rete soltanto su calcio di rigore trasformato da Salcedo. 

Durante la finale di domani, gli occhi di appassionati e addetti ai lavori saranno puntati tutti sulle due stelline delle due formazioni. Da una parte troviamo l’esterno d’attacco Mory Bamba, dall’altra invece il centrocampista Traorè, rispettivamente giovani talenti di Roma e Atalanta. Bamba è andato a segno anche nell’ultima semifinale disputata contro il Vicenza, realizzando la rete del momentaneo 2-0.

Traorè invece, in occasione della semifinale contro il Genoa, è stato uno dei migliori in campo, pur non finendo sul tabellino dei marcatori. Non è dopotutto una novità per Traorè ricevere la palma di migliore sul terreno di gioco, poiché è stato così per tutto l’arco della stagione regolare. Attenzione però, perché il vivaio dell’Atalanta può contare anche su altri nomi importanti.

Uno su tutti Emmanuel Gyabuaa. Di ruolo centrocampista, forma insieme a Traorè una delle coppie di centrocampo più forti tra gli Under 15 del nostro Paese. Gyabuaa viene anche chiamato come il nuovo Pogba, vista la sua stazza imponente, rispetto all’età che ha, e la tecnica di cui dispone. Nelle precedenti finestre di mercato l’Atalanta aveva ricevuto l’interesse di diversi club, italiani ed esteri (anche gli inglesi del Manchester City). Nella Roma invece, oltre al capocannoniere Bamba, si segnala la presenza di Alessio Riccardi.

Nelle Final Eight di Cesena, fino a questo momento, ha già totalizzato tre reti. Un bottino pesante, che il Nazionale Under 15 vorrebbe migliorare nella finalissima di domani, che si disputerà allo stadio Manuzzi, sede di gioco della Prima squadra. Non sarà della partita invece Luca Chierico, di ruolo centrocampista. Chierico (figlio d’arte, il suo papà è Odoacre) è il regista della squadra ed uno dei migliori prospetti a livello giovanile nel suo ruolo. A causa di un infortunio (lussazione alla spalla ndr), Luca non potrà essere della gara di domani. In ogni caso non farà mancare il suo sostegno alla squadra. 

Atalanta-Roma, ricordiamo, avrà inizio domani, martedì 28 giugno, alle ore 20.30; sarà trasmessa su Rai Sport 2 e dunque sarà accessibile a tutti, con l’aggiunta del servizio di diretta streaming video accedendo al sito www.rai.tv, che non comporta costi aggiuntivi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori