Diretta / Juventus-Espanyol (risultato finale 2-2) info streaming video e tv: Dybala risponde a Moreno! (amichevole, oggi 13 agosto 2016)

- La Redazione

Diretta Juventus Espanyol, info streaming video e tv: probabili formazioni, risultato live e cronaca della partita amichevole che i bianconeri giocano allo stadio Alberto Braglia di Modena

Juventus1617
La Juventus 2016-2017 schierata a Londra (Foto LaPresse)

Resa dei conti al Braglia di Modena, termina 2 a 2 l’amichevole tra Juventus ed Espanyol. Bianconeri pericolosi all’81’ con la punizione di Hernanes che esce di poco sopra la traversa. Ma all’85’ un’amnesia di Alex Sandro consente a Moreno di involarsi verso la porta di Neto e depositare il pallone in rete per il secondo vantaggio dell’Espanyol (nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Sanchez) che dura comunque appena cinque minuti, allo scoccare dal novantesimo Dybala si inventa una prodezza e fa partire un sinistro imprendibile per Roberto, firmando così la rete del 2-2. Nei quattro minuti di recupero non succede praticamente nulla, con Dybala che continua a sfornare giocate sopraffine e a innervosire gli avversari fino al triplice fischio dell’arbitro Giacomelli. 

Al trentacinquesimo minuto del secondo tempo, il punteggio di Juventus-Espanyol vede le due squadre sempre bloccate sull’1-1. In questa fase del match, Allegri ne ha approfittato per concedere una standing ovation a Buffon, sostituito tra i pali da Neto, e per far entrare in campo altri giocatori come Rugani e Pjaca. Sul piano delle occasioni da gol non si è visto granché, fatta eccezione per una conclusione da fuori area di Diop che al 72′ costringe Neto a effettuare il suo primo intervento. Al 75′ anche Dybala prova a prendere la mira dalla distanza, sparando il pallone sopra la traversa. Al 77′ l’Espanyol resta in dieci per l’espulsione di Sanchez che, già ammonito, entra in netto ritardo su Dybala guadagnandosi il secondo giallo e dunque il rosso. 

Al Braglia di Modena è ricominciata l’amichevole tra Juventus ed Espanyol, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede le due squadre sull’1-1. Al rientro in campo, la formazione bianconera si presenta con diversi volti nuovi: Barzagli, Benatia, Dani Alves e Pereyra si accomodano in panchina, al loro posto entrano Lichtsteiner, Bonucci, Alex Sandro e Dybala. Juventus a trazione anteriore con il tridente d’attacco formato da Higuain, Dybala e Mandzukic. Ed è proprio il centravanti croato a sfiorare il pari al 47′ quando fa tremare il palo alla destra di Roberto. Nel frattempo continua il festival delle capocciate, stavolta a farne le spese sono Leo Baptistao e Chiellini, stavolta senza conseguenze fisiche serie. Al 54′ arriva il pari della Juve, assist di Asamoah per Mandzukic che non sbaglia due volte e firma la rete dell’1-1. 

Al Braglia di Modena si è appena concluso il primo tempo dell’amichevole tra Juventus ed Espanyol, con le due squadre che tornano negli spogliatoi per l’intervallo sul punteggio di 1 a 0 in favore della formazione allenata da Quique Sanchez Flores. Una prima frazione di gioco che ha riservato pochissime emozioni, se non al 36′ quando la formazione catalana si porta in vantaggio, approfittando di una dormita dei giocatori avversari che si sono fermati per richiamare l’attenzione su Chiellini che era rimasto a terra dopo aver preso una pallonata in volto, l’arbitro fa proseguire e Leo Baptistao, accentrandosi, trafigge Buffon per la rete dell’1 a 0. Al 42′ brutto scontro di gioco tra due giocatori dell’Espanyol, Hernan Perez e Pablo Piatti, con il primo che riceve una violentissima testata dal secondo e si apre, i medici sono costretti ad applicargli diversi punti di sutura e dunque non potendo continuare viene sostituto da Jurado. 

Alla mezz’ora del primo tempo, Juventus ed Espanyol sono inchiodate sullo 0-0. I bianconeri continuano ad avere in mano le redini del gioco ma senza forzare i ritmi, trattandosi di un’amichevole estiva nessuna delle due squadre si sta spremendo, com’è giusto che sia a una settimana dall’inizio di Serie A e Liga. Al 20′ prova a mettersi in evidenza Higuain che si aggiusta il pallone e libera il sinistro, conclusione assolutamente da dimenticare a dimostrazione che il centravanti argentino è ancora lontano dalla forma migliore. Anche Lemina fatica a inserirsi negli schemi della Juve e molto raramente lo si è visto nel vivo della manovra. 

Allo stadio Alberto Braglia di Modena è cominciata l’amichevole tra Juventus ed Espanyol, al decimo minuto del primo tempo il punteggio rimane sullo 0 a 0. Prove di campionato per Allegri che schiera quella che si avvicina molto alla formazione titolare che vedremo nella giornata inaugurale. Com’era facile prevedere, sono i bianconeri a fare la partita sin dal fischio d’inizio, anche se il primo tiro verso la porta di Roberto arriva solamente al 7′ con il destro di Pereyra, potente ma centrale, l’estremo difensore dell’Espanyol interviene senza affanni. Ancora nessuna occasione da gol creata dalla formazione catalana, il cui tasso tecnico rispetto a quella della Juventus è decisamente inferiore. 

Juventus-Espanyol avrà inizio fra pochi minuti a Modena. Andiamo allora subito a vedere quali saranno le formazioni ufficiali delle due squadre, scelte dagli allenatori Massimiliano Allegri e Quique Sanchez Flores. La Juventus scenderà in campo con l’ormai tradizionale 3-5-2, con ampio utilizzo dei nuovi acquisti che dovrebbero rendere i bianconeri ancora più forti. Benatia al centro della difesa, Dani Alves esterno, Pjanic in mezzo al campo (il regista sarà lui oppure Lemina?) ed infine Higuain in attacco al fianco di Mandzukic. Di certo quindi gli spunti non mancheranno: la parola al campo, Juventus-Espanyol sta per cominciare! JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Benatia, Chiellini; Dani Alves, Lemina, Pjanic, Asamoah; Pereyra; Mandzukic, Higuain. Allenatore: Massimiliano Allegri. A disposizione: Neto, Audero, Hernanes, Alex Sandro, Bonucci, Pjaca, Dybala, Rugani, Lichtsteiner, Marrone, Untersee, Macek, Kastanos. ESPANYOL (4-4-2): Roberto; Javi López, lvaro, O. Duarte, R. Duarte; Hernán, Diop, Víctor, S. Piatti; Baptistao Reyes. Allenatore: Quique Sanchez Flores. 

Se verranno confermate le indiscrezioni degli ultimi giorni, dovrebbe essere titolare per la Juventus a centrocampo contro l’Espanyol Mario Lemina e per il franco-gabonese si tratterebbe senza dubbio di un’occasione molto importante per mettersi in mostra agli occhi dell’allenatore Massimiliano Allegri nel reparto nel quale la Juventus ha cambiato maggiormente nel corso di questa estate 2016. Sarà interessante vedere cosa saprà fare sul campo di Modena Lemina in cabina di regia, ruolo che molti pensano potrebbe calzare a pennello più per il nuovo acquisto Miralem Pjanic, che però agirà come mezzala, salvo ripensamenti in extremis da parte di Allegri. A una sola settimana dall’inizio del campionato di Serie A, Juventus-Espanyol sarà sicuramente per Mario Lemina un’occasione importantissima per mettersi in mostra e scalare le gerarchie. 

Quando ormai mancano solamente due ore al fischio d’inizio, resta qualche dubbio sui moduli che saranno utilizzati dai due allenatori. Massimiliano Allegri ha giocato stabilmente con il 3-5-2 lo scorso anno ma potrebbe tornare a utilizzare il centrocampo a rombo e la difesa a quattro per questa stagione, schema utile soprattutto in Europa dove la difesa con tre centrali paga fino a un certo punto. LEspanyol è abituato al 4-3-3 e in tale direzione dovrebbe proseguire, ma Sanchez Flores nel Watford utilizzava un più pragmatico 4-4-1-1 e la coperta corta sui centrali di centrocampo, almeno per il momento, potrebbe imporre al nuovo allenatore un cambio di rotta e la conferma del modulo utilizzato nel corso della sua esperienza inglese.

Sarà un’amichevole molto interessante questa sera alle 20.00 a Modena per la Juventus di Massimiliano Allegri. Infatti ormai manca solamente una settimana all’inizio del campionato di Serie A, che tra l’altro per la Juventus proporrà subito la sempre affascinante partita contro la Fiorentina. A volere essere pignoli questo non è l’ultimo test, perché mercoledì Allegri avrà a disposizione l’appuntamento più tradizionale dell’estate della Juventus, cioè l’immancabile amichevole in famiglia a Villar Perosa, a casa Agnelli, tuttavia la partita di questa sera contro l’Espanyol sarà l’ultimo confronto con un vero avversario prima del debutto nella stagione ufficiale, dunque avrà un’importanza particolare.

Si gioca alle ore 20 di questa sera, presso lo stadio Braglia di Modena: altra amichevole per la formazione bianconera che tra una settimana esatta aprirà ufficialmente la sua stagione, giocando la prima partita di Serie A contro la Fiorentina. Sono dunque prove generali per Massimiliano Allegri: possibile che questa amichevole sia il vero test anti-viola, e dunque in campo possa andare la squadra che giocherà il prossimo sabato. Sarà la prima senza Paul Pogba, almeno ufficialmente: il francese non è più rientrato dopo gli Europei ed è volato direttamente a Manchester.

Allegri dunque inaugura la Juventus del post-Polpo: la campagna acquisti gli ha consegnato una squadra sulla carta più forte, in grado di fare il vuoto per il sesto scudetto consecutivo ma anche – e soprattutto – di competere davvero in Champions League, quello che per forza di cose sarà lappuntamento principale della stagione. Di fronte questa sera cè lEspanyol, squadra affidata a Quique Sanchez Flores che dopo aver guidato il Watford (salvo senza patemi) si rimette in discussione nel campionato del suo Paese. La formazione catalana riparte dalla salvezza dellanno passato, sapendo di dover aumentare il livello se vuole garantirsi un campionato tranquillo. 

Parlando delle probabili formazioni, Allegri potrebbe riproporre la difesa a 4 trovando per la prima volta in questo precampionato Bonucci; al fianco del nazionale giocherà uno tra Barzagli e Chiellini (stavolta Benatia dovrebbe avere un turno di riposo), con Dani Alves a destra e presumibilmente Evra o Alex Sandro dallaltra parte. A centrocampo, in attesa di ritrovare Marchisio, potrebbe essere il momento di Khedira come mezzala destra; in mezzo Pjanic nel ruolo di regista basso con uno tra Pereyra e Lemina sul centrosinistra. Se lassetto fosse confermato, davanti giocherebbe uno tra Pereyra e Pjaca nel ruolo di trequartista; Higuain è pronto a fare la sua prima apparizione da titolare, il suo partner ideale è ovviamente Dybala.

Buffon; Dani Alves, Barzagli, Bonucci, Evra; Khedira, Pjanic, Lemina; Pjaca; Higuain, Dybala. Allenatore: Massimiliano Allegri

Roberto; Javi Lopez, Ciani, Oscar Duarte, Clerc; P. Diop, Salva Sevilla, V. Sanchez; J. Reyes, Baptistao, Jurado. Allenatore: Quique Sanchez Flores.

La diretta tv di Juventus-Espanyol si potrà seguire sui canali della pay tv del satellite, e sarà dunque accessibile a tutti gli abbonati: precisamente bisogna andare su Sky Sport 1 o Sky Super Calcio. Chi non potesse mettersi davanti a un televisore avrà comunque a disposizione il servizio di diretta streaming video, attivando su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone lapplicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori