DIRETTA/ Inter-Juventus Primavera (risultato finale 1-1) info streaming video e tv: bel pari al Breda

- Davide Giancristofaro Alberti

Inter Juventus Primavera, info streaming video e diretta tv: probabili formazioni e risultato live. Alle ore 13:00 di oggi, di scena il big match dellundicesima giornata del torneo

Inter_Primavera_difesa_lapresse_2017
Diretta Cagliari Inter Primavera - LaPresse

E terminato pochi minuti fa il match fra lInter e la Juventus Primavera, gara valevole per lundicesimo turno del campionato di categoria. Larbitro ha fischiato per tre volte, mandando le due squadre definitivamente negli spogliatoi sul risultato di 1 a 1, in perfetta parità. Le reti sono arrivate entrambe nellultimo quarto dora di gioco. Al 76esimo è andata in vantaggio la Juventus con il solito Olivieri, che ha calciato in area una bella palla messa in mezzo da Tripaldelli, con sfera che ha sbattuto sul palo ed è quindi tornata sui piedi dellattaccante bianconero, poi ribattuta in rete. Il pareggio interista è arrivato meno di dieci dopo, all83esimo, con Zaniolo che ha tirato nellarea avversaria, riuscendo a riequilibrare il match. Un punto giusto per quanto si è visto nellarco dei novanta minuti, ma che scontenta entrambe le formazioni. LInter si porta infatti a quota 23, ma perde la vetta della classifica in virtù della vittoria dellAtalanta, ora prima in solitaria a 24. Bianconeri che invece salgono a quota 16, scavalcando momentaneamente Sassuolo, Fiorentina e Torino, che devono però ancora giocare.

AL 67ESIMO, SEMPRE 0 A 0

Manca solo un quarto di gara allo stadio Breda di Sesto San Giovanni, per la sfida fra Inter e Juventus valevole per lundicesima giornata del campionato Primavera 1. La partita continua a non sbloccarsi ed è ancora ferma sullo zero a zero, ma le occasioni da rete non sono mancate. Prima ci ha provato lInter, precisamente al 54esimo minuto di gioco, con un bel suggerimento del solito Colidio per Odgaard, che dal limite dellarea ha calciato, sfiorando il palo. Quattro minuti più tardi è stata quindi la volta di Pjaca, il più pericoloso degli juventini, che come il nerazzurro di cui sopra, ha sfiorato il legno verticale. Al 64esimo bel colpo di testa di Barella, mentre al 67esimo è ancora il gioiello croato della Vecchia Signora a farsi vedere nellarea interista, con una bella conclusione che Pissardo è stato bravissimo a respingere. Da segnalare anche un cambio a testa per le due squadre: nella Juve, fuori Meneghini per Kameraj, mentre nellInter, dentro Zaniolo per Gavioli. Appuntamento al termine del match per lultimo aggiornamento.

TERMINA IL PRIMO TEMPO

Si è chiusa soltanto pochi istanti fa la prima frazione di gioco del match dello stadio Breda di Sesto San Giovanni, la sfida fra lInter Primavera e i pari età della Juventus. Larbitro ha quindi fischiato due volte, rimandando temporaneamente le due formazioni nei propri spogliatoi, con il risultato che è sempre fermo sullo zero a zero. In questo finale di primo tempo, solo Inter in campo, con la compagine allenata da Vecchi che ha sfiorato più volte in vantaggio. Prima ci ha provato Lombardoni al 26esimo minuto di gioco, con un colpo di testa su punizione che ha fatto la barba al paolo. Poi al 30esimo, bel contropiede iniziato da Danso e concluso da Colidio, con la difesa bianconera che è riuscita a chiudere. Al 37esimo è di nuovo Colidio ad andare vicino al gol dopo un bel passaggio di Odgaard, e litalo-argentino si è quindi replicato al 38esimo con un colpo di testa pericoloso da buona posizione. Appuntamento a dopo la pausa per un nuovo aggiornamento su Inter-Juventus Primavera.

SUBITO PJACA!

Sono passati poco più di venti minuti allo stadio Breda di Sesto San Giovanni, per la sfida fra i padroni di casa dellInter e la Juventus, gara valevole per lundicesima giornata del campionato di calcio Primavera 1. Attualmente la partita è sempre ferma sul risultato di perfetta parità, zero a zero. Inizio scoppiettante del match, con la Juventus che si è fatto vedere al secondo minuto di gioco con Pjaca, con una bella conclusione in area, respinta in due tempi da Pissardo. Nerazzurri che hanno quindi risposto al sesto minuto con un tiro insidioso di Colidio, deviato in angolo da Vogliacco. Andiamo a vedere intanto le formazioni ufficiali del match. Inter (4-3-3): Pissardo; Valietti, Bettella, Lombardoni, Sala; Danso, Schirò, Gavioli; Odgaard, Colidio, Rover. In panchina. Dekic, Zappa, Corrado, Nolan, Brignoli, Emmers, Rada, Zaniolo, Visconti, Merola, Belkheir, Mutton All. Vecchi. Juve (3-5-2): Loria; Delli Carri, Vogliacco, Zanandrea; Meneghini, Nicolussi, Caligara, Di Pardo; Pjaca, Olivieri. A disp. Busti, Anzolin, Capellini, Pereira Serrao, Morrone, Kameraj, Portanova, Kulenovic, Montaperto, Muratore, Campos, Galvagno. All. Dal Canto.

SI COMINCIA!

Ancora qualche minuto poi inizierà il big match di questo turno del campionato Primavera, Inter-Juventus. In attesa che larbitro fischi il calcio di inizio, proviamo a prevedere quali giocatori finiranno sul taccuino dei marcatori per la sfida di oggi. Andiamo quindi a vedere quali attaccanti si sono meglio comportanti nelle scorse dieci gare, partendo dai padroni di casa dei nerazzurri. In vetta alla classifica dei cannonieri meneghini troviamo due calciatori, precisamente Matteo Rover e Jens Odgaard, entrambi a quota quattro gol con laggiunta di un assist. Cè poi un gruppo composto da interisti che hanno trovato la gioia del gol due volte, leggasi il centrocampista centrale Zaniolo, il sorprendente centrale di difesa Lombardoni e infine lattaccante Mutton. Per quanto riguarda la Juventus, invece, svetta su tutti lattaccante Marco Olivieri, a quota cinque gol in nove gare, fra cui la bella doppietta dello scorso weekend contro il Sassuolo. A quota due gol troviamo invece due centrocampisti centrali, leggasi Portanova e Caviglia. Infine il gioiello della prima squadra Pjaca, in gol contro il Milan nella recente sfida, e un altro centrocampista, Fabrizio Caligara, entrambi fermi a una rete.

LA SITUAZIONE DI CLASSIFICA

LInter e la Juventus Primavera si daranno battaglia dalle 13:00 di oggi, sfida valevole per lundicesima giornata del campionato di categoria. Per cercare di capire chi delle due avrà la meglio, andiamo a vedere insieme come si sono comportate le due squadre nelle precedenti dieci uscite. La compagine nerazzurra allenata ottimamente da Stefano Vecchi, guida attualmente la classifica del campionato di Primavera 1. Sono infatti 22 i punti sin qui conquistati dalla compagine meneghina, frutto di sette vittorie, un pareggio e due sole sconfitte. Juventus che invece naviga un po più in basso, visto che la squadra bianconera di Dal Canto è ottava assoluta in graduatoria, con quindici punti ottenuti dopo quattro successi, tre pareggi e infine tre sconfitte. LInter ha segnato sin ad oggi diciotto marcature, terzo migliore attacco dopo Sassuolo e Atalanta, mentre ha subito solo otto reti, miglior retroguardia in assoluto del torneo. La Juventus ha invece trovato la via del gol in quattordici occasioni, subendo dodici reti: la squadra bianconera non segna quindi tantissimo, ma nel contempo ha una difesa abbastanza solida.

I PRECEDENTI

LInter ospiterà al Breda di Sesto San Giovanni la Juventus Primavera, anticipo dellundicesima giornata del campionato. I nerazzurri sono i favoriti nellincontro di oggi, essendo primi in classifica e protagonisti di un ottimo percorso, ma come ben si sa la palla è rotonda, e tutto nel calcio può succedere. Per cercare di capire chi potrebbe avere la meglio sullaltro, andiamo a vedere come si sono chiusi i più recenti precedenti fra le due formazioni in oggetto. Prendendo in considerazione solo le ultime quattro sfide, il bilancio è in perfetta parità, con due vittorie della squadra interista, e altre due della formazione juventina. Tra laltro si tratta di quattro partite valevoli per la finale del campionato di categoria con la vecchia formula dei tre gironi. Lultimo incontro è quello del 13 aprile del 2016, successo interista nella gara di ritorno della finalissima a Milano, con risultato finale di due a uno. Nerazzurri che avevano trionfato anche allandata, a Torino, con vittoria in trasferta per uno a zero. Gli altri due incontri riguardano invece la finale del 2006 e del 2007. Dieci anni fa, vittoria juventina per due a zero, mentre lanno prima, successo netto dei bianconeri in casa per 5 gol a 1.

I DUE ALLENATORI

Scopriamo nel dettaglio la carriera dei due allenatori dellInter Primavera e dei pari età della Juventus, squadre che ricordiamo, se la giocheranno oggi dalle ore 13:00 per un nuovo turno del campionato. I nerazzurri padroni di casa sono guidati da Stefano Vecchi dalla stagione 2014-2015, precisamente dal primo luglio 2014. Un Vecchi che ha avuto anche due brevi parentesi in prima squadra, leggasi nel novembre 2016 per due partite, e quindi la scorsa stagione per le ultime tre sfide del campionato di Serie A. In totale, Vecchi ha allenato la Primavera nerazzurra per 130 incontri. Prima, lesperienza in varie squadre di categorie minori, come ad esempio il Carpi nel 2013-2014, il Sudtirol nel 2011-2012, la SPAL nel 2010-2011, la Tritium (squadra di Trezzo dAdda), nel 2009-2010 e infine la Colognese fra il 2006 e il 2007. Vediamo brevemente anche il curriculum di Alessandro Dal Canto, tecnico dei bianconeri. Il 42enne allenatore veneto allena la Juventus dalla scorsa estate, dopo essere subentrato a Grosso, attuale tecnico del Bari. Prima, unesperienza nella Primavera dellEmpoli nel 2016-2017 e ancor prima nella nazionale italiana under-17 nel 2015-2016. Si registrano infine lUnione Venezia, il Vicenza, il Padova e il Padova Primavera, primissima squadra allenata da Dal Canto.

INFO STREAMING E DIRETTA TV

Grande attesa per tutti gli amanti del calcio giovanile ed in particolare della Primavera, visto che dalle ore 13:00 di oggi scenderanno in campo lInter di Vecchi e la Juventus di Dal Canto, big match di questo undicesimo turno del campionato di categoria, che inizierà proprio con la partitissima dello stadio Breda di Sesto San Giovanni. Andiamo a vedere insieme le probabili formazioni dellincontro, con uno sguardo anche alle informazioni sulla diretta tv e streaming.

La partitissima fra Inter e Juventus Primavera, valevole per lundicesima giornata del campionato di categoria 2017-2018, sarà visibile in diretta tv. Il canale Sportitalia ha infatti acquisito i diritti per il match in questione e di conseguenza, dalle ore 13:00, si potrà godere dello spettacolo offerto dal calcio giovanile, ovviamente in chiaro e a titolo completamente gratuito. Vi ricordiamo inoltre la possibilità di seguire la partita in questione in diretta streaming, attraverso il vostro personal computer, smartphone o tablet, collegandovi al sito di Sportitalia nellapposita sezione. Infine, aggiornamenti sul match saranno seguibili anche sui social network delle due formazioni, in particolare Facebook e Twitter.

PROBABILI FORMAZIONI INTER-JUVENTUS PRIMAVERA

LInter Primavera dovrebbe schierare in campo una formazione praticamente identica a quella che si è vista domenica scorsa, vittoria nerazzurra per tre reti a zero contro il Torino. Del resto, come si dice in questi casi, squadra che vince non si cambia, e mister Vecchi dovrebbe fidarsi di questa regola non scritta. Spazio quindi ad un undici schierato in campo con un compatto 4-4-2, con Mutton e Colidio coppia dattacco, mentre a centrocampo avremo Gavioli a destra con Danso largo a sinistra, e in mezzo i due mediani che saranno Zaniolo e Schirò, con compiti di impostazione e nel contempo di contenimento. Infine la retroguardia, dove Valletti agirà sullout di destra, con Corrado sulla fascia mancina, mentre i centrali saranno Nolan in coppia con capitan Lombardoni. In porta andrà come al solito il numero uno Pissardo, nessun assente per squalifica o infortunio in casa nerazzurra.

Andiamo a scoprire anche la probabile formazione della Juventus, con il tecnico Dal Canto che registra due assenze, precisamente il terzino sinistro Freitas e il centrocampista centrale Thiam, entrambi out per infortunio. Spazio ad un 3-4-2-1 con Loria sempre stabile fra i due pali, schierato dietro ad una linea difensiva a tre composta da Delli Carri perno centrale, con capitan Vogliacco interno di sinistra, e a destra, a completamento del reparto, il numero 4 Zanandrea. A centrocampo, invece, spazio a Caligara e Di Pardo sulla linea mediana, mentre Tripaldelli proverà ad avvolgere la retroguardia avversaria dalla sinistra, con Meneghini che avrà gli stessi compiti ma schierato a destra. Infine il tridente dattacco, con il numero 9 Olivieri (doppietta per lui nella recente sfida contro il Sassuolo), terminale offensivo, mentre Pjaca dovrebbe vedersi di nuovo sulla trequarti, con Nicolussi (altro giocatore in gol contro gli emiliani), a fianco appunto del gioiello croato.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori