Risultati Coppa Italia Primavera/ Diretta gol live score: pokerissimo Roma, l’Atalanta elimina l’Inter!

- Claudio Franceschini

Risultati Coppa Italia Primavera, quarti di finale: diretta gol live score delle quattro partite. Goleada della Roma, Atalanta corsara sul campo dell’Inter e Torino vittorioso a Genova

Corlu_Roma_Primavera_lapresse_2017
Diretta Roma Napoli Primavera (LaPresse, repertorio)

Roma, Atalanta e Torino in semifinale; il Milan e il Chievo sono invece ai tempi supplementari. E 2-2 infatti a Verona tra le due squadre: il Milan ci aveva provato portandosi due volte in vantaggio con i gol di Sinani e Tsadjout ma è stato raggiunto dai gialloblu. La partita dunque prosegue, mentre dagli altri campi i risultati sono definitivi: goleada per la Roma Primavera che stende il Bari con la doppietta di Mirko Antonucci, il sigillo di Valeau, la rete di Cargnelutti e uno sfortunato autogol di Lella su iniziativa di Cappa. I campioni in carica dunque si confermano una delle squadre da battere; in semifinale se la vedranno con il Torino, che nel secondo tempo ha scavato la differenza nei confronti del Genoa andando a segno con Butic e Celeghin. Vittoria importante per lAtalanta, che per la seconda volta in stagione supera lInter: decide Bolis e questa volta laffermazione della Dea arriva fuori casa. Atalanta che dunque si conferma tra le squadre più competitive di questanno (è anche la capolista del girone unico di campionato) e che attende ora la vincitrice della partita tra il Chievo e il Milan. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO, VINCE SOLO LA ROMA

Quattro partite, tre risultati di 0-0: questo lesito dei quarti di finale di Coppa Italia Primavera al termine dei primi tempi. Uno scenario che dunque ci profila tempi supplementari su più campi; tra Inter e Atalanta, il big match di giornata, la sfida è piuttosto equilibrata ma loccasione migliore è capitata ai padroni di casa, che hanno colpito una traversa con Xian Emmers. Reti bianche anche in Chievo-Milan e Genoa-Torino; lunica squadra che sta vincendo, rispettando anche il pronostico, è la Roma che batte il Bari 2-0. Per i giovani giallorossi un terribile uno-due nel giro di tre minuti: prima il puntuale inserimento di Lorenzo Valeau sul cross di Bouah, poi il calcio di rigore trasformato dal solito Mirko Antonucci che se lo era anche procurato. La Roma viaggia verso i quarti di finale, anche se il Bari dopo aver accusato il colpo ha provato a farsi vedere dalle parti di Greco (attento nel bloccare un diagonale velenoso di Maffei); i giallorossi stanno dominando e sono anche andati vicini al 3-0, ma soprattutto stanno giocando in superiorità numerica dal 40 minuto per lespulsione di Scalera, che ha commesso un fallo da ultimo uomo su Cappa lanciato a rete. Ora staremo a vedere come andranno le cose nei secondi tempi, che iniziano davvero tra poco. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI COPPA ITALIA PRIMAVERA (QUARTI DI FINALE)

INIZIANO LE PARTITE

Ci siamo: stanno per prendere il via le quattro partite dei quarti di finale della Coppa Italia Primavera. E curioso notare che, delle otto partecipanti a questo turno, ben sette hanno già vinto il torneo: il primato spetta al Torino ce si è aggiudicato 7 volte la Coppa Italia, ma i granata sono anche una delle squadre con il digiuno aperto più lungo (ultimo titolo nel 1999). Troviamo a quota 6 trofei lInter che ha festeggiato nel 2016; poi la Roma campione in carica con 5, e queste tre squadre sono anche ai primi tre posti dellalbo doro (segue la Juventus con 4 titoli). LAtalanta ha vinto tre volte nello spazio di quattro anni: nel 2003, ultimo titolo, cerano anche Giampaolo Pazzini e Riccardo Montolivo che poche settimane dopo sarebbero definitivamente entrati nella prima squadra orobica. A sorpresa una Coppa Italia Primavera lha vinta il Bari, nel 1998: allenatore Arcangelo Sciannimanico cui ancora oggi viene riconosciuto il merito di aver scoperto o comunque lanciato Antonio Cassano; pochi di quei giocatori hanno poi fatto strada nel calcio professionistico. Il Genoa invece ha vinto nel 2009, battendo la Roma nella doppia finale: cera Stephan El Shaarawy, che lanno seguente avrebbe segnato il gol decisivo per la vittoria dello scudetto, il primo nella storia della Primavera del Grifone. Resta allora il Chievo lunica squadra a non aver mai trionfato: nel 2015 i veneti, che avevano vinto lo scudetto pochi mesi prima, avevano raggiunto i quarti venendo però eliminati dallAtalanta. Adesso è arrivato il momento di metterci comodi e lasciar parlare il campo: finalmente si gioca! (agg. di Claudio Franceschini)

IL BIG MATCH

Non cè alcun dubbio che il big match nei quarti di Coppa Italia Primavera sia quello tra lInter e lAtalanta. Le due squadre occupano le prime due posizioni nella classifica del girone unico: comanda la Dea con 30 punti, segue la Beneamata con 27. Le due squadre sono le sole ad avere una media superiore o comunque uguale ai 2 punti per partita; lInter ha 4 lunghezze di vantaggio sul Milan e, se il campionato finisse oggi, le due sfidanti di oggi volerebbero direttamente, a braccetto, alla fase finale per lassegnazione dello scudetto. Per arrivare ai quarti della Coppa Italia lAtalanta Primavera ha battuto lUdinese ai tempi supplementari (4-2, gol orobici di Dejan Kulusevski, Rilind Nivokazi su rigore e Musa Barrow, doppietta) mentre lInter ha avuto ragione del Novara con un secco 3-0 grazie alle reti di Andrea Pinamonti su rigore, Tommaso Brignoli e Jens Odgaard. In campionato Inter e Atalanta si sono affrontate lo scorso primo ottobre ad Azzano San Paolo: la Dea ha fatto valere il fattore campo e ha vinto 2-0, gol di |capitan Filippo Melegoni (già visto nella prima squadra di Gian Piero Gasperini) e Musa Barrow. Lattaccante gambiano dellAtalanta ha segnato la cifra impressionante di 15 gol nelle 12 partite di campionato, con tanto di poker nel 7-1 di Trigoria; nellInter il pericolo numero uno è ovviamente Andrea Pinamonti, questanno impiegato maggiormente con la prima squadra ma comunque autore di 7 gol nelle sette partite stagionali che ha disputato con la Primavera di Stefano Vecchi. Sarà dunque una grande sfida quella dellErnesto Breda, e non vediamo lora di viverla per intero. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROGRAMMA

La Coppa Italia Primavera 2017-2018 torna nella giornata di mercoledì 20 dicembre: si giocano infatti le partite valide per i quarti di finale, ancora in gara secca e dunque con la possibilità di arrivare a tempi supplementari e calci di rigore. Andiamo subito a vedere qual è il programma: tutte le partite sono alle ore 14:30 e si tratta di Chievo-Milan, Genoa-Torino, Inter-Atalanta e Roma-Bari. Un rapido passo avanti ci dice che a fine gennaio sono già in programma le semifinali, questa volta in andata e ritorno; per la doppia finale bisognerà aspettare aprile. Quattro gare molto interessanti, con un tabellone già formato sino in fondo: cè la possibilità del derby di Milano esattamente come nella Coppa Italia di Lega Serie A, mentre il Torino potrebbe incrociare la Roma come avviene oggi allOlimpico tra le due prime squadre.

LE FAVORITE

E facile intuire come le grandi favorite per la vittoria del titolo siano Inter e Roma: non tanto perchè sono le due squadre che hanno trionfato nelle ultime due edizioni (i giallorossi sono campioni in carica), quanto perchè negli ultimi anni queste due realtà sono sempre state a livelli di eccellenza per quanto riguarda la categoria Primavera, portando a casa anche scudetti (lInter, che difende il tricolore in questa stagione) e facendo strada nelle competizioni europee, tanto che i nerazzurri nel 2018 giocheranno il playoff di Youth League per arrivare agli ottavi. Attenzione però anche allAtalanta, che sta dominando il girone unico di campionato: gli orobici non vincono la Coppa Italia Primavera dal 2003 e in generale non hanno troppi trofei in bacheca negli ultimi anni, ma restano un esempio dal punto di vista della formazione di un settore giovanile e della crescita dei giovani. Mettiamo il Torino tra le outsider: una squadra che può fare il colpo, anche se rispetto alle ultime stagioni ha forse qualcosa in meno. 

LE OUTSIDER

Torino a parte, stupisce certamente trovare il Bari e il Genoa a questo livello: il Grifone ha trionfato nel 2009, ma negli ultimi anni ha vissuto una sorta di ridimensionamento non riuscendo più a trovare le sensazioni e i risultati di allora. Genoa che per arrivare qui ha vinto il derby contro la Sampdoria e dunque può avere motivazioni in più; gioca in casa contro il Torino e dunque la semifinale è assolutamente alla portata. Un po meno per il Bari, di scena a Trigoria: i galletti partecipano al campionato 2 e sono settimi nel girone B con 4 vittorie in 12 partite, ma sono riusciti ad eliminare la Lazio con una vittoria in trasferta e dunque vanno presi con le molle anche dalla Roma. Poi cè ovviamente il Milan, che sta vivendo unottima stagione: negli ultimi anni il vivaio rossonero ha prodotto tanti giocatori arrivati in Serie A o Serie B, e nonostante laddio di illustri allenatori (Gennaro Gattuso lultimo della lista), stanno mantenendo il livello. In Coppa Italia hanno dominato, facendo fuori Empoli e Fiorentina (4-0 esterno contro i viola): se la giocano ampiamente, la possibilità del derby in semifinale è un incentivo in più a superare un altro turno.

RISULTATI COPPA ITALIA PRIMAVERA 2017-2018

RISULTATO FINALE Chievo-MILAN 2-3 dts – 66 Sinani (M), 89 Pedroni (C), 94 Tsadjout (M), 90+5 Pogliano (C), 95 El Hilai (M)

RISULTATO FINALE Genoa-TORINO 0-2 – 50′ Butic, 73′ Celeghin

RISULTATO FINALE Inter-ATALANTA 0-1 – 51′ Bolis

RISULTATO FINALE ROMA-Bari 5-0  – 17′ Valeau, 20′ rig. Antonucci, 46′ Antonucci, 48′ Cargnelutti, 80′ aut. Lella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori