Probabili formazioni/ Spagna Inghilterra: quote e ultime novità live, il duello dei portieri

- Mauro Mantegazza

Probabili formazioni Spagna Inghilterra: quote, le ultime novità live su moduli e titolari per la partita di Uefa Nations League di questa sera a Siviglia

Suso_controllo_Milan_Craiova_lapresse_2017
Probabili formazioni Milan Feronikeli - LaPresse

Parlando delle probabili formazioni per Spagna Inghilterra, focalizziamo adesso la nostra attenzione sui due portieri, David De Gea per i padroni di casa spagnoli e Jordan Pickford per gli ospiti inglesi. Per De Gea la sfida contro l’Inghilterra ha sempre un sapore speciale, perché – dopo gli inizi con la maglia dell’Atletico Madrid – De Gea gioca fin dal 2011 proprio in Premier League, con il Manchester United. Ai recenti Mondiali De Gea è salito sul banco degli imputati per l’errore commesso contro il Portogallo, ma pure con l’avvento del nuovo ciclo di Luis Enrique il titolare fra i pali della Spagna è sempre lui. L’ottimo Mondiale invece è stato senza dubbio il punto più alto finora della carriera di Pickford, che sembra avere risolto l’annoso problema del portiere che da molto tempo affliggeva l’Inghilterra. Ride l’Everton, che nell’estate 2017 aveva speso 25 milioni di sterline per acquistarlo dal Sunderland: poteva sembrare una spesa eccessiva, si è rivelato invece un ottimo affare. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DUBBIO MODULO PER SOUTHGATE

Nelle probabili formazioni di Spagna Inghilterra abbiamo evidenziato che gli ospiti inglesi potrebbero schierarsi con il modulo 3-5-2 oppure con il 4-3-3. Quest’ultimo assetto è stato scelto a sorpresa dal commissario tecnico inglese Gareth Southgate per la partita di venerdì scorso a Fiume contro la Croazia, valida sempre per la Uefa Nations League e terminata con un pareggio per 0-0, esito che lascia in sospeso il giudizio. Non un trionfo e nemmeno un flop, dunque a Southgate sarà rimasto il dubbio se confermare la scelta di venerdì scorso oppure tornare ad un assetto più tradizionale. In attacco è il posto di Rashford ad essere in bilico, perché il giocatore del Manchester United sarebbe titolare al fianco di Kane e Sterling in caso di tridente, mentre potrebbe rischiare di finire in panchina qualora Southgate dovesse infine optare per il 3-5-2, ipotesi che dovrebbe invece dare una maglia da titolare a Gomez, avanzando Trippier sulla linea dei centrocampisti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL BALLOTTAGGIO

Abbiamo già segnalato uno dei possibili ballottaggi nelle probabili formazioni di Spagna Inghilterra, cioè quello che riguarda la maglia da terzino sinistro nella Spagna. I due nomi in ballo sono quelli dell’emergente José Gayà, 23 anni del Valencia, e del più esperto Marcos Alonso, 27 anni ex Fiorentina e attualmente in forza al Chelsea. Proprio la militanza nella Premier League inglese potrebbe far pendere la bilancia dalla parte di Marcos Alonso, perché l’ex viola naturalmente conosce molto bene tutti i giocatori che scenderanno in campo per l’Inghilterra di Gareth Southgate. Classe 1990, a lungo Alonso in Nazionale è stato chiuso dalla presenza di tanti campioni, tanto che ha debuttato appena il 27 marzo di quest’anno, nell’amichevole contro l’Argentina. A seguire, la delusione per la mancata convocazione ai Mondiali, ma con Luis Enrique come nuovo c.t. qualcosa è cambiato e Alonso ha già giocato all’andata a Wembley: questa sera potrà arrivare il bis a Siviglia? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL PROTAGONISTA ATTESO

Nelle probabili formazioni di Spagna Inghilterra spicca la presenza fra i titolari di un solo giocatore che milita nel campionato italiano, cioè l’esterno offensivo spagnolo del Milan Jesus Suso. Per il rossonero l’incontro di questa sera sarebbe il debutto in partite ufficiali con la maglia della Nazionale, infatti finora Suso ha raccolto solamente due presenze con la Spagna, entrambe in amichevole. D’altronde la concorrenza in Spagna è formidabile e Suso, anche se da tempo sta facendo bene in Serie A, prima con il Genoa e poi con il Milan, non era praticamente mai riuscito a trovare spazio tra le Furie Rosse. Con il nuovo c.t. Luis Enrique però il vento è cambiato: l’allenatore crede molto in Suso, che lo ha ripagato già in Galles con una eccellente prestazione nell’amichevole giocata nei giorni scorsi, di conseguenza ecco che Suso dovrebbe essere titolare questa sera a Siviglia contro l’Inghilterra, in una partita che resterà indimenticabile per il rossonero. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE ULTIME NOTIZIE

Spagna Inghilterra si gioca alle ore 20.45 di questa sera, quando le due formazioni scenderanno in campo allo stadio Benito Villamarin di Siviglia per una partita di Uefa Nations League, un grande classico fra due delle Nazionali naturalmente di maggiore spicco nel panorama del calcio internazionale. Solo pochi mesi fa ai Mondiali in Russia era stata l’Inghilterra a fare meglio, tuttavia adesso la classifica del girone di Nations League ci parla di una Spagna ad un passo dalla Final Four, mentre l’Inghilterra rischia la retrocessione: sarà dunque una partita di grande interesse, che catalizzerà l’attenzione. Andiamo allora a leggere le probabili formazioni di Spagna Inghilterra, con tutte le notizie a poche ore dal fischio d’inizio della partita.

PRONOSTICO E QUOTE

Fattore campo e classifica del girone spingono il pronostico dalla parte dei padroni di casa. L’agenzia di scommesse sportive Snai ha pochi dubbi in proposito su Spagna Inghilterra, infatti il segno 1 è quotato ad appena 1,60 volte la posta in palio. Si sale poi a 3,75 in caso di pareggio e di conseguenza di segno X, infine una vittoria esterna dell’Inghilterra (identificata naturalmente dal segno 2) premierebbe 5,25 volte la posta in palio chi avrà creduto in una vittoria della Nazionale britannica.

PROBABILI FORMAZIONI SPAGNA INGHILTERRA

LE SCELTE DI LUIS ENRIQUE

Il nuovo c.t. della Spagna, Luis Enrique, arrivato alla guida della Roja dopo il deludente Mondiale russo, dovrebbe puntare sul modulo 4-3-3 nel quale potrebbe trovare spazio nel tridente d’attacco il milanista Suso quale ala destra, insieme alla prima punta Rodrigo e ad Asensio sull’altra fascia, mentre tra i pochi veterani rimasti dopo tanti trionfi ci saranno Sergio Ramos e Busquets, che naturalmente saranno i perni rispettivamente della difesa e del centrocampo della Spagna. Da notare nel reparto difensivo le assenze per diversi motivi di Jordi Alba e Carvajal, i terzini saranno Azpilicueta a destra e uno fra Gayà e Marcos Alonso a sinistra, ballottaggio fra i più significativi in vista della partita.

LE MOSSE DI SOUTHGATE

Quanto all’Inghilterra di Gareth Southgate, bisogna tenere conto che i britannici hanno giocato venerdì sera in Croazia e che in quella occasione il c.t. aveva stupito tutti proponendo il modulo 4-3-3, che è stato promosso dal punto di vista difensivo ma rimandato in attacco, considerato lo 0-0 finale, comunque positivo in casa dei vice-campioni del Mondo. Di certo i nomi di spicco in attacco saranno sempre Sterling e Kane, il cui apporto sarà fondamentale perché gli inglesi hanno bisogno di una vittoria: in caso di 3-5-2 saranno loro a comporre la coppia d’attacco, con il tridente ci sarebbe invece spazio anche per Rashford. Possibile un minimo di turnover, ad esempio Trippier insidia Walker per la maglia di terzino destro.

IL TABELLINO

SPAGNA (4-3-3): de Gea; Azpilicueta, Nacho, Ramos, Marcos Alonso; Saúl, Busquets, Ceballos; Suso, Rodrigo, Asensio. All. Luis Enrique.

INGHILTERRA (4-3-3): Pickford; Trippier, Stones, Maguire, Chilwell; Henderson, Dier, Barkley; Sterling, Kane, Rashford. All. Southgate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori