Pagelle / Milan Olympiacos (3-1): i voti, Cutrone e Calhanoglu eroi del ribaltone (Europa League)

- Federico Giuliani

Le pagelle di Milan Olympiacos: i voti della partita di Europa League, vinta dai rossoneri per 3-1. Sotto nel primo tempo, il Diavolo rimonta con la doppietta di Cutrone e il gol di Higuain

Cutrone_Milan_Olympiacos_gol_lapresse_2018
Probabili formazioni Juventus Milan (foto LaPresse)

Le pagelle di Milan Olympiacos sono a luci e ombre per i rossoneri, perché naturalmente non si può dimenticare che per più di metà partita il Milan è stato in svantaggio. L’esito però è stato trionfale e il merito va quasi per intero ai due giocatori che sono entrati e hanno cambiato le sorti di questa partita di Europa League. In copertina dunque Patrick Cutrone e Hakan Calhanoglu, che si sono entrambi meritati un bel 7,5 come voto in pagella: Cutrone il bracxcio e Calhanoglu la mente, potremmo dire, dal momento che il giovane attaccante italiano è stato autore di una doppietta, mentre il turco può vantare due assist nel proprio score personale, entrambi decisivi per i 10 minuti che hanno ribaltato la partita di San Siro. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PAGELLE MILAN OLYMPIACOS

Milan-Olympiacos termina con il risultato di 3-1 in favore dei rossoneri. I migliori in campo sono Cutrone e Calhanohlu; male Zapata e Bakayoko. Tra gli ospiti ok Guerrero e Koutris. VOTO PARTITA 6 – Gara non proprio entusiasmante nonostante le tante reti segnate. Ritmi bassi e poco spettacolo. VOTO MILAN 7 – Il gol arriva sull’ennesimo errore di un singolo. Per il resto la squadra ha creato diverse occasioni e ha meritato la vittoria. VOTO OLYMPIACOS 5 – I greci passano in vantaggio poi si chiudono troppo nella propria metà campo. Secondo ko consecutivo fra campionato e coppe. VOTO ARBITRO (Madden) 6 – Nulla da segnalare sul suo conto.

I VOTI DEL MILAN

REINA 6 – Non ha colpe sul gol di Guerrero. Per il resto si limita all’ordinaria amministrazione.

RI. RODRIGUEZ 7 – Rimette in pista il Milan con il traversone al bacio per il colpo di testa di Cutrone. Vince il duello con Fetfatzidis.

A. ROMAGNOLI 6 – Nel complesso tiene botta contro i rapidi esterni avversari. Poche incertezze ma può fare ancora meglio.

C. ZAPATA 4,5 – La sua serata da incubo inizia quando si fa beffare da Guerrero in occasione del gol e prosegue quando cicca la conclusione del possibile pareggio. Non giocava dallo scorso aprile: ecco spiegato il motivo.

CALABRIA 5 – Soffre le pene dell’inferno quando i greci ripartono in contropiede. Lascia troppo spazio a Koutris sul cross per Guerrero-gol.

BONAVENTURA 5 – Partita opaca del jolly rossonero. Il centrocampista rossonero inizia bene ma si eclissa quando ci sarebbe bisogno del suo talento

(dal 53′ CUTRONE 7,5 – Segna il 7° e l’8° gol della sua precoce carriera europea. Ma quel che più conta è che il suo ingresso in campo ribalta il parziale).

BIGLIA 5 – Patisce la fisicità di Yaya Touré e non riesce a illuminare la manovra con passaggi in verticale. Migliora nella ripresa.

BAKAYOKO 5 – Nel primo tempo disputa un buon match poi colleziona diversi errori pesanti nel proseguo del match.

CASTILLEJO 5 – Vanifica il gol di Bonaventura cercando un inutile tap-in nonostante la posizione irregolare. Pericoloso di testa ma troppo discontinuo

(dal 53′ CALHANOGLU 7,5 – Ammonito poco dopo il suo ingresso in campo. Lascia il segno con due assist che consentono il Milan di ottenere il successo).

HIGUAIN 7 – Si carica la squadra sulle spalle e trova il 2-1 con un gol bellissimo: controllo in area, sterzata su Cisse e mancino vincente. Applausi per il Pipita.

SUSO 7 – Per lunghi tratti di match è l’unico rossonero a mostrare un minimo di reazione al vantaggio degli avversari. Dal suo piede nascono sempre pericoli.

ALL. GATTUSO 7,5 – Indovina i due cambi vincenti: Cutrone, autore di una doppietta, e Calhagnolu, autore di due assist. La strada imboccata dai suoi, forse, è quella giusta.

I VOTI DELL’OLYMPIACOS

JOSE’ SA’ 5,5 – Un paio di parate d’istinto poi tre gol sui quali non ha colpe particolari. Forse poteva fare qualcosa sul colpo di testa di Cutrone.

KOURTIS 6,5 – Per larghi tratti di match manda in crisi Calabria. Suo l’assist per Guerrero. Si spegne nel finale e patisce quando deve contenere Suso.

CISSE 4,5 – Serata da incubo come il suo collega Zapata. Dorme sul primo gol, si fa uccellare da Higuain in occasione del secondo.

RODERICK 5 – Meglio del compagno di reparto ma anche lui ha le sue colpe, soprattutto sul secondo gol di Cutrone.

TOROSIDIS 5,5 – Non si vede mai oltre la metà campo. Scricchiola in difesa (dal 78′ MERIAH 5 – Errore sul terzo gol rossonero).

GUILHERME 6 – Un piccolo motorino situato nella metà campo dell’Olympiacos. Fa venire i brividi a Reina con un tiro velenoso.

NATCHO 6 – Gara intelligente e tanto lavoro oscuro. Spreca un paio di contropiedi interessanti.

LEIVA 5 – Luci e ombre, ma più le seconde che non le prime. Non lascia tracce al termine di una gara incolore (dal 71′

PODENCE 5 – Non incide). YAYA TOURE’ 6 – Dà sempre del tu al pallone sa sempre cosa fare. Giocatore molto esperto che da solo regge un intero reparto (dall’ 83′ FORTOUNIS – SV).

FETFATZIDIS 5,5 – Primo tempo in cui non compare mai nel vivo dell’azione; meglio nella ripresa quando si fa notare con qualche tiro verso Reina.

M. GUERRERO 6,5 – Segna il gol del momentaneo 1-0 anticipando Zapata. La sua è una buona prestazione.

ALL. PEDRO MARTINS 5 – Non riesce a controllare il match e torna a casa con una sconfitta che, con qualche accorgimento in più, poteva essere evitata. 

MILAN OLYMPIACOS: IL PRIMO TEMPO

Il primo tempo di Milan-Olympiacos termina con il risultato di 1-0 in favore degli ospiti. Pronti, via. Il Milan potrebbe subito passare in vantaggio ma non ci riesce soltanto per una propria ingenuità. Al 5′ Calabria (5) mette in mezzo un cross a rientrare per il colpo di testa di Bonaventura (5,5); il centrocampista rossonero anticipa tutti e il suo tentativo sta per superare José Sà. Il problema è che Castillejo (5), in fuorigioco, ci mette il piede per un tap-in inutile. L’arbitro Madden è dunque costretto ad annullare la rete. Se lo spagnolo non avesse toccato, sarebbe stato gol di Bonaventura. L’Olympiacos risponde con il gol del vantaggio. Al 14′ Koutris (6,5) lascia partire un traversone al bacio per l’incornata vincente di Guerrero (7). L’attaccante degli ospiti anticipa seccamente Zapata (4,5), immobile in versione statua di sale. Il Milan accusa il colpo e non riesce a reagire se non con due tiri da punizione di Suso e Higuain, entrambi alti. Anzi, è l’Olympiacos a sfiorare il raddoppio in contropiede con Yaya Touré (6) che parte in break e facilita la conclusione di Leiva (6,5) che sfiora il palo. I rossoneri si ricompattano e finalmente tornano a costruire occasioni. Al 36′ Higuain (5) non arriva su un passaggio di Castillejo, mentre poco dopo lo spagnolo sfiora il pari con un colpo di testa terminato di poco a lato. Nel finale Zapata prova a farsi perdonare ma il suo tentativo dagli sviluppi di un corner finisce alto.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

VOTO PARTITA 5 – Ritmi bassissimi e ben poco spettacolo. Dopo il vantaggio l’Olympiacos si chiude a riccio e spera nei rari contropiedi concessi dal Milan. VOTO MILAN 5 – Pessima prestazione del Milan che si fa beffare in modo assurdo dagli avversari. Certo, i rossoneri poi reagiscono ma il gol non arriva. MIGLIORE MILAN SUSO 6,5 – Come sempre è l’unico che crea qualcosa. Dal suo piede nascono le azioni più pericolose del Diavolo. PEGGIORE MILAN ZAPATA 4,5 – Errore paradossale sul gol di Guerrero. Basta questo per capire il perché del votaccio. VOTO OLYMPIACOS 6,5 – Gli uomini di Pedro Martins colpiscono alla prima occasione, poi si chiudono a riccio e aspettano di ripartire in contropiede. La strategia, per ora, paga. MIGLIORE OLYMPIACOS GUERRERO 7 – Anticipa Zapata e porta in vantaggio i suoi. Galvanizzato dalla rete, corre per due. PEGGIORE OLYMPIACOS CISSE 5 – Compie diversi errori in difesa ma quelli del Milan non ne approfittano. VOTO ARBITRO (Madden) 6 – Gara di facile gestione. Per adesso conduce il match senza problemi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori