Diretta/ Genoa Parma (risultato finale 1-3) streaming video Dazn: non basta il solito Piatek

- Claudio Franceschini

Diretta Genoa Parma, info streaming video Dazn: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca a Marassi per l’ottava giornata del campionato di Serie A

Genoa_Piatek_gol_Bologna_lapresse_2018
Krzysztof Piatek, attaccante polacco del Genoa (Foto LaPresse)

DIRETTA GENOA PARMA (RISULTATO FINALE 1-3): NON BASTA IL SOLITO PIATEK

GenoaParma termina col risultato finale di 1-3 senza subire delle variazioni nella ripresa. Pronti via aveva sbloccato la partita il solito Piatek che segna il nono gol in sette partite in Serie A, senza però regalare stavolta punti ai suoi. Arriva immediato il pareggio dell’ex Rigoni che non esulta e poi segna anche Siligardi. Prima del raddoppio dei gialloblù il Genoa aveva sfiorato la rete con un colpo di testa di Piatek che prende il palo e trova Sepe con un guizzo a dirgli di no. Il Parma chiude la pratica nel primo tempo grazie a una rete di Ceravolo a cui viene negata la gioia della doppietta nella ripresa da Radu. Nonostante gli ingressi di Bessa e Favilli le cose non cambiano nella ripresa quando la squadra di Davide Ballardini spinge senza però grandi idee e senza riuscire a trovare grandi occasioni da gol. Questa vittoria permette ai gialloblù di superare il Grifone di un punto, anche se questi hanno una partita da recuperare, e di portarsi a ridosso della zona Europa League. (agg. di Matteo Fantozzi)

I GIALLOBLÙ SI DIFENDONO BENE

Manca un quarto d’ora alla fine di GenoaParma e il risultato è ancora inchiodato sull’1-3. Se il primo tempo ha regalato tanti gol e molte emozioni, la ripresa è stata un po’ un calando. Roberto D’Aversa ha deciso di coprirsi, togliendo Di Gaudio e inserendo il giovanissimo difensore Bastoni. Dall’altra parte invece Davide Ballardini si sta giocando il tutto per tutto, cercando una rete che infuocherebbe il finale del match. Di certo al momento sembra difficile pensare che il Genoa possa tornare in partita, ma questo campionato in questa prima parte ha già dimostrato che può accadere di tutto con gli ultimi minuti che spesso si sono rivelati decisivi. Vedremo chi avrà la meglio con il Parma che non vuole e non può depauperare un vantaggio così importante che meriterebbe un bel salto di qualità in classifica. (agg. di Matteo Fantozzi)

DENTRO BESSA E FAVILLI

Siamo arrivati all’ora di gioco di GenoaParma e il risultato è ancora fermo sul 1-3. Davide Ballardini ha deciso di tornare in campo con due sostituzioni per provare a dare una scossa ai suoi. In campo sono entrati Daniel Bessa e Andrea Favilli che hanno preso il posto degli impalpabili Medeiros e Hiljemark. L’idea è quella di giocare con il 4-2-3-1 per trovare quel 3-2 che riaprirebbe la partita. L’inizio è convincente, la squadra di casa infatti sfiora due volte il gol con due tiri da fuori proprio dei nuovi entrati in campo Bessa e Favilli. Radu diventa poi protagonista all’improvviso con un guizzo che gli permette di dire di no a Ceravolo ed evita il quarto gol dei gialloblù. Questa partita ci ha già dimostrato che può accadere di tutto, quindi ci aspettiamo ancora tanti gol e altre emozioni da qui alla fine con il risultato che in altri casi sarebbe stato in banca ma che in realtà è quanto meno in bilico. (agg. di Matteo Fantozzi)

INTERVALLO, GIALLOBLÙ AVANTI

Siamo arrivati all’intervallo di GenoaParma e il risultato è di 1-3. I rossoblù erano passati in vantaggio dopo cinque minuti con un gol di testa di Piatek che non si ferma più. Il Parma reagisce e trova il pareggio grazie all’ex di turno Luca Rigoni, bravo a sfruttare una bella palla messa dentro dal suo omonimo Luca Siligardi. I rossoblù fiorano il nuovo vantaggio con un colpo di testa che va sul palo e che poi Sepe toglie dalla porta con le unghie. Il Parma di Roberto D’Aversa si scatena. Prima Rigoni restituisce il favore a Siligardi, poi Barillà manda in porta Ceravolo che non sbaglia di testa. Nel finale della prima frazione la squadra di casa riapre la partita con un gol di testa di Mimmo Criscito su assist proprio di Piatek, la rete però viene annullata grazie all’aiuto del Var per fuorigioco millimetrico. (agg. di Matteo Fantozzi)

RIGONI, SILIGARDI E CERAVOLO LA RIBALTANO

La gara GenoaParma ci sta regalando un primo tempo davvero imprevedibile col risultato che alla mezzora è di 1-3. I gialloblù hanno ribaltato il match dopo essere andati sotto per il gol di Piatek dopo cinque minuti. Il pari arriva subito con una bella conclusione di Rigoni servito dentro da Luca Siligardi. Piotek ci prova ancora e quasi quasi segna la doppietta che lo avrebbe portato in doppia cifra, il suo colpo di testa viene pizzicato fuori da Sepe quando aveva attraversato quasi completamente la riga di porta e c’è voluta la gol line tecnology per caprie qualcosa di più. Il Parma allora decide di ribaltarla con un grande gol a giro di Luca Siligardi con Rigoni che gli serve una splendida palla restituendogli il favore. Arriva poi anche il gol di Ceravolo servito dentro da Barillà con il Genoa che dopo essere passato in vantaggio ora si trova davvero in bambola. (agg. di Matteo Fantozzi)

SUBITO PIATEK

Genoa-Parma parte con quella che ormai non è più una sorpresa, il gol di Piatek. L’attaccante del grifone sblocca dopo cinque minuti il risultato che è ora di 1-0. Su una bella palla messa dentro dalla sinistra arriva il colpo di testa in torsione, con il pallone che sbatte un po’ anche sulla spalla e termina sotto il sette con Sepe che rimane impassibile a guardare. L’attaccante del Genoa sta battendo ogni record possibile e immaginabile, raggiungendo nel numero di record consecutivi un certo Gabriel Omar Batistuta non uno qualsiasi. Il Parma parte dunque con l’handicap e dovrà riuscire a tirarsi fuori da una situazione molto complessa. Quando la squadra di Roberto D’Aversa è andata sotto in questa stagione non è mai riuscita a venirne fuori, sarà dunque importante trovare la forza per reagire senza considerare l’assenza dell’uomo più importante e cioè Gervinho. (agg. di Matteo Fantozzi)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per avere inizio la sfida per la Serie A Genoa Parma, attesa nella 8^ giornata del campionato: diamo quindi un occhio più da vicino anche ai due tecnici oggi in campo prima che le formazioni ufficiali facciano il loro ingresso. Da una parte ecco infatti Davide Ballardini, alla sua terza panchina con il Genoa ma grande ex di questo incontro, visto che l’allenatore di Ravenna ha mosso i suoi primi passi proprio nelle formazioni giovanili dei ducali. Dall’altra parte ecco invece Roberto D’Aversa, che guida lo spogliatoio della formazione emiliana dal dicembre del 2016 e con il quale il Parma ha raggiunto la preziosa promozione in Serie A. Non ci stupiscono quindi i numeri segnati dallo stesso tecnico di Stoccarda alla guida dei ducali: in ben 78 match la media punti è stata di 1.81. Ma è tempo ora di dare la parola alla sfida: ecco le formazioni ufficiali, si parte! GENOA (3-4-1-2): I. Radu; Biraschi, Spolli, Criscito; P. Pereira, Sandro, Hiljemark, Lazovic; Medeiros; Piatek, Kouamé. Allenatore: Davide Ballardini PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; L. Rigoni, Stulac, Barillà; Siligardi, Ceravolo, Di Gaudio. Allenatore: Roberto D’Aversa (agg Michela Colombo)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Genoa Parma è il lunch match della domenica, dunque non gode di una diretta tv: ormai sappiamo che l’appuntamento su questa fascia oraria è su DAZN, e dunque soltanto gli abbonati alla nuova piattaforma potranno godere delle immagini in diretta streaming video, avendo a disposizione apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone oppure una televisione abilitata all’utilizzo di Chromecast e dunque con collegamento a internet abilitato.

LE STATISTICHE

Aspettando il lunch match Genoa Parma, adesso può essere il momento giusto per leggere alcune statistiche sulle precedenti giornate di questo campionato di Serie A, relative naturalmente a liguri ed emiliani. La formazione di casa in queste prime sette giornate ha realizzato 11 reti con un bilancio in perfetto equilibrio, dal momento che sono altrettante quelle subite dagli uomini di Davide Ballardini. Analizzando il gioco del Genoa si evince un possesso palla mediamente pari a 21 minuti e mezzo, con 285 azioni offensive prodotte per 57 tiri, di cui 31 sono finiti nello specchio di porta. Il Parma di mister Roberto D’Aversa, invece, ha realizzato sette reti e ne ha subite otto, con un possesso di palla di poco inferiore ai 19 minuti medio per partita grazie al quale si è riusciti a produrre 241 attacchi complessivi portando alla conclusione 51 volte i giocatori del Parma, di cui 30 sono risultate precise all’interno dello specchio.

I TESTA A TESTA

La storia di Genoa Parma, il lunch match che apre la domenica di Serie A, ci regala numeri piuttosto interessanti: si contano infatti 44 precedenti partite fra i liguri e gli emiliani, con un bilancio in sostanziale equilibrio dovuto a 13 vittorie per il Parma, 12 successi del Genoa e ben 19 pareggi, con 43 gol segnati dal Grifone e 45 invece all’attivo dei ducali. Naturalmente è invece in vantaggio il Genoa se si considerano solamente le partite giocate a Marassi, dove i rossoblù vantano dieci vittorie, nove pareggi e appena tre sconfitte al cospetto del Parma. Considerate le recenti disavventure emiliane, gli ultimi precedenti risalgono al campionato di Serie A 2014-2015, quando il Genoa vinse entrambe le partite: 1-2 al Tardini il 5 ottobre 2014 nel girone d’andata e poi successo anche al Ferraris per 2-0 nella partita di ritorno, che fu invece giocata il 15 aprile 2015. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

La gara tra il Genoa e il Parma, inserita nel programma dell’ottava giornata di campionato di serie A, verrà diretta dal signor Daniele Chiffi della sezione arbitrale di Padova. Con lui in campo al Marassi oggi ci saranno anche gli assistenti di linea Del Giovane e Galetto, con il quarto uomo Dionisi: nel contempo si occuperà del Var il signor Massa e dell’Avar il signor Alassio. Volendo conoscere meglio Chiffi va detto che il fischietto in queste prime battute stagionali è stato chiamato in causa due volte per quanto concerne il campionato di Serie A: alla prima giornata ha diretto Empoli-Cagliari terminata sul 2-0 e dove il direttore di gara ha messo a bilancio ben 6 cartelli gialli. La seconda occasione stagionale di Chiffi risale invece alla quarta giornata di campionato, dove si è occupato di Juventus – Sassuolo, chiusa sul 2-1 e con sei cartellini gialli e un cartellino rosso messi a statistica.

INFO E ORARIO

Genoa Parma sarà diretta dal signor Daniele Chiffi: alle ore 12:30 del 7 ottobre questa partita inaugura la domenica dedicata all’ottava giornata nel campionato di Serie A 2018-2019. Una sfida che tecnicamente vale punti importanti per la salvezza, ma che mette a confronto due squadre che stanno facendo bene e che, nel gruppo della potenziale parte bassa della classifica, sono sicuramente tra le più competitive. Potremmo allora dire che una vittoria a Marassi servirebbe a spiccare ancor più il volo, provando addirittura ad avvicinare le posizioni che qualificano all’Europa League; difficile che al termine della stagione una delle due ci possa effettivamente arrivare, ma al momento per quello che si è visto è lecito aspettarsi di tutto.

RISULTATI E PRECEDENTI

Battendo di misura l’Empoli, il Parma si è portato a quota 10 punti in campionato: sono già quattro le vittorie dei ducali, che hanno già ottenuto un successo esterno a San Siro e al Tardini hanno perso soltanto contro la Juventus, che hanno messo in difficoltà andando vicini al pareggio. Il progetto della società sta cominciando a diventare concreto; la rosa è stata costruita per una salvezza tranquilla e questo è ciò che il campo sta mostrando, anche se adesso bisognerà iniziare a fare qualcosa di più in trasferta (al netto, come già ricordato, del successo contro l’Inter). Ancora meglio sta facendo il Genoa, che a Marassi è una sentenza e adesso è anche andata a vincere a Frosinone: con una partita da recuperare il Grifone ha 12 punti e continua a stupire, trascinato da un Piatek che ha segnato in ogni singola gara disputata (Coppa Italia compresa), guida la classifica marcatori e sta vivendo un sogno personale permettendo anche al suo Genoa di viverlo in pieno. Anche da queste parti dunque si parla al momento di una salvezza senza troppi patemi, ma bisognerà valutare, visti i precedenti, soprattutto da gennaio in avanti.

PROBABILI FORMAZIONI GENOA PARMA

Il Genoa gioca con Pandev in appoggio a Kouamé e Piatek, ormai confermata come coppia d’attacco titolare; anche in porta si va verso la definitiva affermazione di Ionut Radu ma qui Davide Ballardini valuterà all’ultimo. Difesa composta da Biraschi, Spolli e Criscito che fa qualche passo indietro, permettendo a Lazovic di agire come esterno a sinistra; dall’altra parte del campo va il versatile Romulo che può ricoprire più ruoli, e dunque la coppia centrale nel settore nevralgico dovrebbe essere formata da Sandro e Hiljemark. Solito 4-3-3 per il Parma: Inglese non è al top e dunque Ceravolo può avere ancora spazio nel tridente, dove insieme a Gervinho ci sarà Di Gaudio che torna titolare. In mediana Stulac sarà il regista davanti alla difesa con Luca Rigoni e Barillà per agire sulle mezzali; reparto arretrato che come sempre non cambia, Gobbi favorito su Dimarco a sinistra e Iacoponi titolare a destra, poi Bruno Alves e Gagliolo a protezione del portiere Sepe.

QUOTE E PRONOSTICO

Secondo i bookmaker, il vantaggio del Genoa nel pronostico della partita è piuttosto ampio: l’agenzia di scommesse Snai ci informa che il segno 1, che identifica il successo del Grifone, ha un valore di 1,95 contro il 4.00 che è la quota fissata per il segno 2, che dovrete giocare qualora pensiate che il Parma si potrà prendere la vittoria. Il segno X identifica il pareggio: in questo caso il vostro guadagno sarà di 3,45 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori