Roma, Eusebio Di Francesco: “La crescita è buona”/ “Infortuni? Servirebbe una preghiera, scelte sbagliate”

Roma, Eusebio Di Francesco: “La crescita è buona”. Ultime notizie, il tecnico giallorosso: “Infortuni? Servirebbe una preghiera, scelte sbagliate”

07.12.2018 - Carmine Massimo Balsamo
Eusebio Di Francesco (SkySport)

Domani in programma Cagliari-Roma, 15^ giornata di Serie A: reduce dal pareggio interno contro l’Inter, al centro delle polemiche per gli errori arbitrali e la gestione del Var, la formazione di Eusebio Di Francesco è attesa domani dall’ostica trasferta della Sardegna Arena. Ecco le parole del tecnico giallorosso in conferenza stampa: «Crescita del centrocampo? Stanno crescendo tutti, anche negli automatismi delle due fasi di gioco, ma possiamo migliorare ancora tanto, soprattutto nella protezione della linea difensiva. Dobbiamo lavorare molto ma la crescita è buona». Sarà una sfida fisica quella contro l’undici di Rolando Maran? «Non ho mai visto partite non fisiche: la fisicità può fare la differenza, così come l’aspetto tecnico. Leonardo Pavoletti lo conosco molto bene ed è bravissimo di testa e nel terzo tempo, questa è la loro qualità principale».

CAGLIARI-ROMA, LE PAROLE DI EUSEBIO DI FRANCESCO

Prosegue Di Francesco: «Dobbiamo migliorare in tante cose, ma non si può pretendere tutto e subito. Dovremo essere più bravi a difendere la linea difensiva con i centrocampisti. Vorrei migliorare questo, è l’aspetto principale: noi riusciamo a segnare, ma dobbiamo migliorare nelle occasioni che concediamo agli avversari». Sulla formazione rossoblu: «Tutti sono dei banchi di prova, il Cagliari è l’opportunità di dimostrare di aver fatto un salto di qualità importante. Anche contro il Real Madrid abbiamo perso ma abbiamo giocato bene all’inizio. Contro l’Inter la crescita mentale è stata evidente, sono contento di questo». Infine, su Stephan El Shaarawy e Edin Dzeko: «Facciamo di tutto per recuperarli il prima possibile, c’è voglia di fare qualcosa per rimediare agli infortuni e a qualche errore di valutazione fatto in precedenza». «Servirebbe una preghiera», scherza l’ex mister di Sassuolo e Pescara.



© RIPRODUZIONE RISERVATA