Napoli, parla Sarri: Europa League? Cè più voglia di Scudetto: il tecnico detta la via

Napoli, parla Sarri: Lipsia? Potrebbe pesarci andare avanti in Europa League, cè voglia di Scudetto. Le parole dellallenatore del club partenopeo in conferenza stampa

15.02.2018 - Davide Giancristofaro Alberti
sarri_napoli_primopiano_lapresse_2017
Maurizio Sarri (LaPresse)

La conferenza stampa di ieri di Maurizio Sarri in vista della sfida contro il Lipsia, andata dei sedicesimi di finale di Europa League, è stata molto significativa. Nelloccasione, infatti, il tecnico del club partenopeo ha di fatto dettato la via che gli azzurri, volente o nolente, dovranno percorrere da qui fino al prossimo maggio, quando andrà in archivio il campionato. Ok lEuropa League, ma il primo obiettivo resta il campionato, questo in parole povere il pensiero dellex allenatore dellEmpoli. Nulla da eccepire, anche perché vincere il tricolore a Napoli, significherebbe come vincere dieci campionato di fila. Il club campano tra laltro sta vivendo delle ultime stagioni ad alto livello, e dallavvento di Maurizio Sarri sulla panchina è divenuta una delle squadre che meglio gioca al calcio in Europa. Meglio quindi giocarsi la coppa con le riserve, e se si dovesse uscire ce ne faremo una ragione, piuttosto che sprecare energie fondamentali in Europa, senza vincere alcun trofeo.

PIU’ SCUDETTO CHE EUROPA LEAGUE

Esordirà questa sera il Napoli in Europa League. Il club partenopeo ospiterà allo stadio San Paolo i tedeschi del Lipsia, una gara valevole per i sedicesimi di finale. Ieri Maurizio Sarri ha tenuto la classifica conferenza stampa pre-match, e nelloccasione ha fatto chiaramente capire di voler tenere di più allo scudetto che alla coppa, una scelta ovviamente condivisibile visto che da anni i tifosi partenopei attendono il tricolore in Campania: «Faremo una gara seria, anche se siamo contati dice lex Empoli – cercando di non inficiare il campionato. Per qualche ora dobbiamo pensare solo a questa partita. Servirà una prestazione di alto livello fisico ha proseguito Sarri – evitando però di disperdere energie a livello nervoso. Anche intorno a noi si percepisce molta più voglia di risultato in Italia. A noi in un momento come questo potrebbe pesare andare avanti, se poi recupereremo dei calciatori potrebbe diventare una opportunità.

IL PUNTO SULLA FORMAZIONE

Quindi lallenatore del Napoli ha parlato più specificatamente della formazione che scenderà in campo questa sera: «Parlerò con Hamsik per capire come sta e vedremo se Reina se la sentirà, io penso che eventualmente potrebbe riposare a ritorno visto che comunque Sepe mi dà garanzie. Milik è in netta crescita, ma sarà lui a dirmi quando sarà pronto per giocare uno spezzone di gara. Previsto un ampio turnover in casa Napoli, con Sepe in porta se non dovesse farcela il nazionale spagnolo, Maggio sulla destra, con Tonelli in mezzo al fianco di Koulibaly. Centrocampo di rincalzi con Diawara in cabina di regia, e Rog e Zielinski sui due intermedi. In attacco, infine, possibile chance per il gioiello Ounas, nel tridente con Callejon e Insigne. «Mi ha impressionato vedere la velocità e la qualità del Lipsia ha chiosato Sarri – è stato divertente guardare le loro prestazioni. Chi mi piace del Lipsia? Bruma salta l’uomo con facilità, Werner è temibilissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori