Napoli, sprint Scudetto/ La neve aiuta Sarri e la Juventus scivola a -4

- Davide Giancristofaro Alberti

Napoli, sprint Scudetto, la neve aiuta Sarri e la Juventus scivola a -4. Grazie al successo con il Cagliari, gli azzurri aumentano il margine di sicurezza dai bianconeri

Sarri_Napoli_tuta_lapresse_2017
Napoli, Sarri (LaPresse)

Prosegue la sua lenta marcia verso lo scudetto, il Napoli. Ieri sera, nella trasferta contro il Cagliari,che sulla carta poteva sembrare insidiosa, è arrivato il nuovo successo degli azzurri, che hanno superato senza troppi problemi i sardi con il risultato finale di cinque reti a zero in proprio favore. Al Nuova Sardegna è andato in scena tutto il sarrismo, con reti di Hamsik, Mertens, Insigne, Callejon e Mario Rui. Con il successo di ieri sale così a quota 10 il numero di vittorie consecutive della corazzata partenopea, che ora è in vetta alla classifica a quota 69 punti, a quattro lunghezze di distanza dalla Juventus. La Vecchia Signora è stata fermata dalla neve che si è abbattuta su Torino nella serata di domenica, e di conseguenza avrà un match da recuperare nei prossimi giorni, in un calendario molto fitto tra campionato, Champions League e Coppa Italia. Un Napoli da 10 e lode quello di ieri, una prestazione corale dellintera squadra, davvero superba, una nuova prova di qualità da quando Maurizio Sarri è alla guida di questa formazione. Al termine del campionato mancato dodici partite, e come lo stesso tecnico toscano ha spiegato (vedi qui sotto), se i suoi uomini ne vinceranno undici, con un pareggio, a quel punto, sarà tricolore. Detto così sembra quasi una mission impossibile, ma il Napoli ha le capacità per proseguire il filotto di successi, visto che nellarco dellanno solare 2017 è stata la squadra che ha fatto più punti in assoluto. Il Napoli potrebbe quindi permettersi di pareggiare la gara di Torino proprio contro la Juventus, cercando poi di vincere tutti gli altri incontri, fermo restando che i bianconeri rimangano in scia, visto che, in caso contrario, potrebbero rendersi necessarie meno di undici vittorie. Insomma, è difficile fare calcoli ora come ora, ma la cosa certa è che il Napoli sembra finalmente attrezzato per tornare a trionfare in Italia.

LE PAROLE DEL TECNICO

Prosegue la cavalcata del Napoli, che anche ieri sera, nel posticipo contro il Cagliari, non ha fermato il proprio avvicinamento allo scudetto. Allo stadio Nuova Sardegna, il match è terminato con il risultato di cinque reti a zero in favore degli ospiti azzurri, con un Napoli che ora si è portato a quattro punti di vantaggio rispetto alla Juventus. I bianconeri devono recuperare la gara con lAtalanta annullata per neve, e a riguardo Sarri ha ammesso: «Ora pressione alla Juventus? le parole rilasciate ai microfoni di Mediaset Premiumquando loro hanno giocato prima di noi si diceva che non era un vantaggio per loro, quindi non è un vantaggio nemmeno per noi aver giocato ora per primi. Quindi il tecnico toscano spiega la sua ricetta per vincere il campionato.

LA RICETTA DI SARRI PER LO SCUDETTO

Una ricetta che prevede molte vittorie e anche un pizzico di fortuna: «Che cosa dobbiamo fare per conquistare lo scudetto? Vincerne 12 (Sarri voleva dire 11 ovviamente ndr) e pareggiarne una. Ma per riuscirci ha aggiunto a Sky serve anche un pizzico di c…o. Decisiva sarà con grande probabilità la sfida in programma a Torino con la Juventus, e a riguardo il tecnico campano afferma: «Se faremo una buona partita a Torino? Spero di sì. Ma la Juve è una grande squadra, se no non finirebbe tra i 90 e i 100 punti da 7 anni di fila. Sarri non vuole sentire di vittoria dei singoli, visto che il merito del Napoli capolista va condiviso fra molti soggetti: «E dei giocatori chiosa Sarri – che si sono messi a disposizione poi lo staff, il direttore sportivo: si vince tutti insieme.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori