MILAN, SI STRINGE PER PIATEK: ADDIO CALHANOGLU?/ Turco “sacrificato”, nodo Higuain: intanto arriva Groeneveld

- Raffaele Graziano Flore

Milan, stretta per Piatek: addio Calhanoglu? Si tratta col Genoa, il turco potrebbe essere il “sacrificato” per arrivare al bomber polacco, ma resta il nodo Higuain…

Calhanoglu Spal Milan
Probabili formazioni Spal Milan (Foto LaPresse, 2018)

Intreccio di mercato tra Chelsea, Juventus e Milan, con il Lipsia alla finestra: ben quattro coinvolti per una sorta di effetto domino nel calciomercato di gennaio con Gonzalo Higuain che potrebbe lasciare il Diavolo dando vita a un valzer delle punte, e non solo, che vedrebbe Leonardo provare a sostituire il Pipita con Krzysztof Piatek, bomber del Genoa per il quale la dirigenza rossoblu chiede non meno di 40 milioni di euro anche se è probabile che la somma vada ritoccata leggermente verso l’alto. La Juventus osserva alla finestra dato che non ha intenzione di reintegrare Higuain, mentre il Lipsia in Germania è intenzionato a riportar in Bundesliga Hakan Calhanoglu, e con la somma derivante da un eventuale trasferimento a titolo definitivo il Milan potrebbe finanziare l’arrivo dell’attaccante del Genoa. Fuori da questo complesso intreccio c’è in vece il giovane Arnaut Groeneveld, attaccante olandese di origini nigeriane del Bruges su cui Leonardo sta lavorando e che avrebbe detto di sì ai rossoneri. (agg. di R. G. Flore)

MILAN, STRETTA PER PIATEK

Milan, stretta per Piatek: il sacrificato è Calhanoglu per arrivare all’attaccante polacco del Genoa? Mentre i rossoneri sono in procinto di giocare la finale di Supercoppa Italiana contro la Juventus in quel di Gedda, sono le vicende della misteriosa “febbre” di Gonzalo Higuain e del calciomercato rossonero a intrecciarsi col bomber del Grifone, uno degli oggetti del desiderio di questa finestra di gennaio. Posto che il Diavolo deve prima risolvere la questione dell’attaccante argentino, che non sarà riscattato a giugno ma che potrebbe anche clamorosamente volare a Londra, sponda Chelsea, già a gennaio, una delle chiavi per arrivare a Krzysztof Piatek che quindi sarebbe il naturale sostituto del Pipita è una cessione eccellente, vale a dire quella di Hakan Calhanoglu. Il centrocampista turco non ha mai realmente convinto e in questa stagione il suo rendimento è calato ma sulle sue tracce ci sarebbe il Lipsia, che lo riporterebbe volentieri in Germania.

LA CHIAVE E’ CALHANOGLU?

Ed è per questo che l’affaire Higuain si intreccia a quello relativo a Piatek e alla possibile cessione di Calhanoglu: la partenza del numero 9 argentino spalancherebbe le porte all’arrivo di un altro centravanti (anche in prestito, come si mormora nelle ultime ore a proposito del polacco) e che sarebbe a sua volta finanziato dai soldi portati dal turco. Il Lipsia, secondo RadioMercato, offrirebbe una cifra attorno ai 22 milioni di euro per averlo subito: ma resta da capire cosa ne pensa Gennaro Gattuso di questa operazione dato che, di fatto, perderebbe il suo centravanti titolare e uno degli uomini del tridente per ritrovarsi in casa certo un bomber dal sicuro avvenire ma un uomo di meno di raccordo in avanti. Il Genoa dal canto suo chiede non meno di 45 milioni per cedere subito Piatek in vece di aspettare la sessione estiva: “Il Milan deve presentare una offerta sostanziosa non certamente legata a formule strane” ha avvertito il ds del Grifone, Giorgio Perinetti. In sostanza: trasferimento a titolo definitivo e niente prestito. Il tesoretto per l’attaccante lo si troverà con Calhanoglu?



© RIPRODUZIONE RISERVATA