Fifa vs Uefa, Boban: “Fair Play Finanziario va cambiato”/ Zorro attacca, “blocca crescita club Milan e Inter”

Boban (Fifa) attacca la Uefa: “Fair Play Finanziario va cambiato, rischia di bloccare la crescita di club come Milan e Inter”. Il “messaggio” di Zorro a Ceferin

04.01.2019 - Niccolò Magnani
Bobab, vicepresidente Fifa
Zvonimir Boban premiato al Dubai Globe Soccer (Twitter, 2019)

Fifa contro Uefa, nuovo atto dell’eterna sfida tra le due massime superpotenze mondiali nel mondo del calcio: il vicepresidente della Fifa, nonché braccio destro del Presidente Infantino, Zvonimir Boban non usa mezze parole nell’odierna intervista alla Gazzetta dello Sport, come del resto spesso gli capitava sia in campo sia nella sua brillante carriera dietro la scrivania. Un uomo “contro il potere”, questo era Zorro Boban e questo rimane anche da vicepresidente dell’azienda calcistica più ricca al mondo: «Se non si pongono dei correttivi al sistema del Fair Play finanziario squadre come Inter e Milan faranno fatica a rimettersi al passo. Vale per loro, ma ovviamente anche per tutti quei club che hanno l’ambizione di competere per i massimi traguardi. Le norme che impongono il pareggio di bilancio non possono impedire a nuovi imprenditori di fare ingenti investimenti». Qualche ora dopo aver ricevuto il premio al Dubai Globe Soccer per la Carriera, l’ex commentatore Sky si dice preoccupato per l’attuale situazione pendente in Uefa con il FPF che non convince appieno molti addetti ai lavori, non solo Milan e Inter.

IL MESSAGGIO A CEFERIN

«Mi sembra che Inter e Milan e altri club siano in questa condizione: chi porta soldi freschi nel mondo del calcio non può che produrre effetti positivi per tutto il sistema», avanza ancora Boban nella sua intervista alla GdS. Un messaggio chiaro che dalla Fifa – con l’assenso di Infantino? – che giunge al capo della Uefa Ceferin impegnato nelle prossime settimane col complesso caso Manchester City. I vari club europei iniziano a mal soffrire e non poco le diverse “disparità” e “storture” che dal Psg fino al City passando per le altre big inglesi si sono presentati fin dalla nascita del contratto Fair Play Finanziario. Il rischio per l’Uefa, dopo il passo indietro sul fronte Var (Ceferin convinto da Agnelli, finalmente) in Champions League, è quello di dover metter mano anche al FPF: la Fifa lo ha fatto capire bene, la “Z” di Zorro pare abbia colpito ancora una volta..



© RIPRODUZIONE RISERVATA