Video/ Napoli-Juventus (1-2): highlights e gol del match (Serie A, 26^ giornata)

- Fabio Belli

Video, Napoli Juventus (1-2): i bianconeri espugnano il San Paolo con i gol di Pjanic ed Emre Can. Callejon accorcia, Insigne sbaglia il rigore del pari.

Dybala Allan Insigne Juventus Napoli lapresse 2019
Risultati Serie A, 26^ giornata (Foto LaPresse)

Video Napoli-Juventus 1-2highlights e gol della partita valevole per la 26^ giornata di Serie A. E’ stata una sfida dalle mille emozioni al San Paolo, ma il verdetto è stato impietoso per il Napoli e per tutto il campionato. 1-2 per la Juventus che continua a fissare in alto il suo record di punti, divenuto ormai pazzesco. I bianconeri si portano a +16 sulla squadra di Ancelotti, seconda e ormai senza speranze per uno Scudetto che anche a -10 sarebbe stato comunque un’impresa centrare. Accade comunque di tutto nello scontro tra le prime due della classe: la svolta arriva al 25’ con un retropassaggio sciagurato di Malcuit che permette a Cristiano Ronaldo di involarsi indisturbato verso la porta avversaria. Meret esce alla disperata ma non può evitare il fallo al limite dell’area: cartellino rosso per il portiere, Ancelotti inserisce Ospina al posto di Milik e Pjanic trasforma magistralmente la conseguente punizione. 0-1 e inferiorità numerica per gli azzurri che hanno subito una mega-occasione per il pareggio con un diagonale di Milik che si stampa sul palo a Szczesny battuto. Quindi la Juventus inizia a sfruttare l’uomo in più e concretizza la situazione al 39’, con Emre Can che corregge di testa in rete un cross di Bernardeschi. Sullo 0-2 e la Juventus con l’uomo in più la partita sembra finita, e invece si rivitalizza al 2’ della ripresa con Pjanic che rimedia il secondo cartellino giallo e la relativa espulsione. In dieci contro dieci il Napoli si rianima e accorcia al 16’ con Callejon, bravo a tagliare al centro su un cross di Insigne proveniente dalla destra. Allan e Zielinski vanno vicini al pari dalla distanza, ma la grande chance per il 2-2 arriva per il Napoli al 39’, col VAR che richiama Rocchi che sanziona con la massima punizione un tocco di mano in area di Alex Sandro. Insigne dal dischetto angola molto la conclusione, Szczesny si allunga ma non ci arriva: il palò però nega il pari al Napoli e di fatto chiude un campionato forse in questa stagione mai iniziato in chiave Scudetto. (agg. di Fabio Belli)

LE DICHIARAZIONI

Video Napoli Juventus e non solo: passiamo alle dichiarazioni con Massimiliano Allegri che si tiene i 3 punti nello scontro diretto contro il Napoli al netto di una prestazione non molto convincente della sua Juventus. Questa l’analisi della gara del tecnico bianconero ai microfoni di Sky Sport:”Nel secondo tempo mi sono addormentato, dovevo togliere Pjanic subito dopo l’ammonizione. Poi è arrivata la seconda e lì abbiamo perso l’ordine. Loro hanno avuto forza, il San Paolo li ha spinti. Poi sull’1-2 abbiamo avuto una buona occasione con Bernardeschi. Abbiamo difeso, subito il rigore e Insigne l’ha sbagliato. Lì è finita”. Il tecnico bianconero non si è sottratto nemmeno alla domanda sul suo futuro:”Ci siederemo, parleremo di quest’anno e dell’anno prossimo. Io sono contento alla Juventus e vorrei restarci. Ma dobbiamo parlare”. Più amaro il commento di Carlo Ancelotti:”Rosso a Meret? Episodio molto controverso. Di sicuro non l’ha toccato, non credo poi che sia un tentativo di fare fallo. Posso anche accettare che venga fischiato il fallo. Poi ci sono considerazioni da fare sul dove va la palla e sulla distanza di Allan, l’uomo più vicino. Visto che abbiamo il VAR, va a vederlo. Non è detto che Ronaldo sarebbe tornato sul pallone, che andava verso la bandierina. E’ una situazione molto controversa, ci sono tutte queste cose da vedere. Questo è un episodio che ha condizionato di molto la partita perché ci siamo trovati sotto 2-0. Abbiamo sbagliato soltanto due cose: il posizionamento della barriera e la marcatura sul calcio d’angolo. In barriera ci va Zielinski, è stato il destino, perché lì doveva esserci Milik”. Poi una punzecchiatura a Radio Rai:” Il distacco con la Juventus? Stasera sembravamo noi quelli in testa. Abbiamo dimostrato che siamo competitivi e lo saremo anche l’anno prossimo”. (agg. di Dario D’Angelo)



© RIPRODUZIONE RISERVATA