Infortunio De Rossi/ Il capitano della Roma segna e poi si stira, dentro Pellegrini

- Matteo Fantozzi

L’infortunio di Daniele De Rossi è una brutta notizia per la Roma che in casa del Porto era andata sotto dopo la metà della prima frazione di gioco.

De Rossi Boca Juniors
Diretta Boca Juniors Almagro: Daniele De Rossi (da Instagram)

L’infortunio di Daniele De Rossi è una brutta notizia per la Roma che in casa del Porto era andata sotto dopo la metà della prima frazione di gioco. Era stato proprio il capitano a riequilibrare le sorti del match, trasformando il rigore dell’1-1. Era stato però poi costretto a lasciare per un problema al polpaccio, probabilmente uno stiramento da quello che raccontano a Sky Sport. Il centrocampista aveva stretto i denti dopo aver giocato appena sabato scorso il derby contro la Lazio, considerato troppo importante da Eusebio Di Francesco che in una gara così importante non poteva rinunciare proprio a lui. In una condizione particolare da inizio stagione Daniele è stato costretto ad alzare bandiera bianca alla fine della prima frazione di gioco, lasciando spazio a Lorenzo Pellegrini.

Infortunio De Rossi, il capitano della Roma segna e poi si stira: dentro Pellegrini

Eusebio Di Francesco è stato costretto dall’infortunio di Daniele De Rossi ad effettuare la prima sostituzione nel primo tempo. Al posto del capitano giallorosso ha inserito il giovane Lorenzo Pellegrini, probabilmente costretto a dare anche un nuovo assetto alla sua squadra. L’ex Sassuolo avrà comunque la possibilità di riscaldarsi durante l’intervallo, dopo essere entrato in campo a freddo per il ko di De Rossi. Pellegrini ha sicuramente caratteristiche molto diverse dal suo collega uscito dal campo e sebbene si sia posizionato al fianco di Steven Nzonzi alla fine del primo tempo nella ripresa potrebbe cambiare posizione. La Roma era scesa in campo con un accorto 3-4-3 che potrebbe obbligare ora Di Francesco a rivedere le cose. Probabile che Nzonzi si posizioni al centro con l’arretramento di Zaniolo a fare da terzo di centrocampo con il modulo che si potrebbe trasformare in un 3-5-2 con Perotti più vicino a Dzeko.

© RIPRODUZIONE RISERVATA