UDINESE-CESENA/ Probabili formazioni e notizie alla vigilia (diciassettesima giornata Serie A)

- La Redazione

Le due squadre scenderanno in campo domenica alle ore 12.30. Sarà una sfida tra bianconeri: Guidolin ha spronato i suoi a concentrarsi sulla sfida, lasciando perdere il mercato…

francesco_guidolin_r400
Francesco Guidolin, tecnico Udinese (Infophoto)

Il primo ‘lunch time’ del 2012 vedrà di fronte Udinese e Cesena, in campo domenica al Friuli. Sarà sfida monocromatica, tra due formazioni che indossano il bianconero. Francesco Guidolin ha appena avuto in regalo dal mercato il centrocampista che cercava, ovvero Gelson Fernandes, elemento molto duttile, in grado di ricoprire svariati ruoli. Salvo colpi di scena, però, non lo getterà subito nella mischia, preferendo affidarsi all’undici più collaudato. A gennaio, si sa, rimbalzano da un polo all’altro tantissime indiscrezioni di mercato, ma il tecnico friulano non vuole che queste costituiscano un alibi per i suoi. Il patron Pozzo ha ribadito, tra l’altro, che nessun giocatore della rosa verrà ceduto nel corso della sessione invernale. Al limite, verrà presa in considerazione la cessione di eventuali ‘scontenti’, ma solo al termine della stagione, non prima: su questo non si transige. Occhio, inoltre, a non sottovalutare un Cesena che, nell’ultima parte del 2011, aveva fornito piccoli segnali di risveglio, anche se la classifica – penultimo posto, assieme al Novara – rimane deficitaria. Quanto alle formazioni, Guidolin non si discosterà dal consueto 3-5-2. Solo tre gli assenti, uno per reparto: si tratta di Coda, Badu e Barreto. Davanti ad Handanovic, il terzetto difensivo sarà composto da Benatia, Danilo e Domizzi. Il marocchino, come sempre in questo campionato, giocherà con addosso gli occhi puntati delle big. Sulle fasce ci saranno Basta a destra e Armero a sinistra, con il trio Isla-Pinzi-Asamoah nel mezzo. A proposito del cileno, il suo agente Leo Rodriguez ha riferito di un interesse del Napoli: “Mauricio farebbe la fortuna degli azzurri, e non solo”. Davanti, infine, ci saranno Totò Di Natale e Floro Flores, altro giocatore dato in partenza, ma che alla fine dovrebbe rimanere, a meno di nuovi colpi in attacco. La risposta del Cesena, che rinuncia allo squalificato Ghezzal e agli infortunati Malonga, Martinez e Martinho, è affidata ad Antonioli tra i pali, Comotto, Rodriguez, Von Bergen e Lauro a formare il quartetto difensivo, a metà campo i mediani Guana e Parolo e il “tridente” Ceccarelli, Mutu e Candreva a supporto di Eder nel reparto offensivo: il peggiore della A, con sole otto reti all’attivo. Un primato poco invidiabile.

 

Udinese (3-5-2): Handanovic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Isla, Pinzi, Asamoah, Armero; Floro Flores, Di Natale. All.: Guidolin.

A disp.: Padelli, Ferronetti, Pasquale, Badu, Abdi, Fabbrini, Torje.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Coda, Barreto.

Cesena (4-2-3-1): Antonioli; Comotto, Von Bergen, Rodriguez, Lauro; Parolo, Guana; Ceccarelli, Mutu, Candreva; Eder. All.: D. Arrigoni.

A disp.: Ravaglia, Rossi, Benalouane, Colucci, Djokovic, Rennella, Bogdani.

Squalificati: Ghezzal.

Indisponibili: Martinho, Martinez, Malonga.

 

Arbitro: Gava.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori