NOVARA-FIORENTINA/ Probabili formazioni e ultimissime notizie (diciassettesima giornata Serie A)

- La Redazione

Le due formazioni scenderanno in campo alle ore 15. Di fronte la squadra di Attilio Tesser e quella di Delio Rossi, contestata dai propri tifosi per le scelte di mercato e non solo…

delio_rossi_r400
Delio Rossi (Infophoto)

Oggi alle ore 15 si affronteranno allo stadio ‘Silvio Piola’ Novara e Fiorentina. I piemontesi, rinforzati da Caracciolo e Jensen, vogliono abbandonare le zone calde della classifica: attualmente sono terzultimi. Di fronte avranno i viola, orfani di Gilardino, ceduto nei giorni scorsi al Genoa, e contestati dalla tifoseria, che non ha visto di buon occhio diverse scelte operate dalla società. Delio Rossi ha spronato i suoi a chiacchierare di meno e lavorare di più. Solo così, a suo avviso, si può uscire dal difficile momento. Certo, giocare in mezzo alla contestazione non è mai facile, anche se i gigliati, loro malgrado, dovrebbero esserci quasi abituati, ormai. Quanto alla formazione, Rossi dovrebbe scegliere i seguenti uomini: Boruc tra i pali, Gamberini, Natali e Nastasic in difesa, Cassani e Vargas esterni alti, con Behrami, Montolivo e Salifu in mezzo al campo, davanti Jovetic affiancato da Ljajic. Un tandem offensivo baby, chiamato a sopperire alle carenze del reparto offensivo. Assente per infortunio il danese Kroldrup, solo panchina per Alessio Cerci: come sono lontani, per lui, i fasti di inizio stagione, quando si parlava addirittura di affidargli una maglia azzurra. Sull’altro fronte Tesser non cambia modulo: solito 4-3-1-2, con il neo-arrivato Caracciolo subito in campo dal primo minuto, al fianco di Meggiorini. Alle loro spalle opererà Mazzarani, in mediana toccherà a Marianini, Porcari e Rigoni il compito di far legna, mentre la linea difensiva vedrà agire – da destra a sinistra – Morganella, Paci, Centurioni e Gemiti, con Ujkani in porta. Quattro gli indisponibili, ovvero Ludi, Giorgi, Radovanovic e Lisuzzo. Il mister novarese si aspetta molto, naturalmente, dall’Airone, prelevato dal Genoa per risolvere i problemi di una squadra che fa molta fatica ad andare in gol. Occhio, comunque, a non sottovalutare la Fiorentina, da lui definita come una squadra molto tecnica, con grande qualità soprattutto a centrocampo. Inoltre, si tratta di un avversario che non concede troppi punti di riferimento, mandando diversi giocatori ad inserirsi in avanti. Occorrerà, dunque, un Novara maturo e concentrato per fare risultato: si prospettano 90 minuti di fuoco, visto che serve solo vincere.

 

 

Novara (4-3-1-2): Ujkani; Morganella, Paci, Centurioni, Gemiti; Marianini, Porcari, Rigoni; Mazzarani; Caracciolo, Meggiorini. All.: Tesser

 

A disp.: Fontana, Pinardi, Jensen, Rubino, Dellafiore, Granoche, Garcia.

 

Squalificati: nessuno

 

Indisponibili: Ludi, Giorgi, Lisuzzo, Radovanovic

 

Fiorentina (3-5-2): Boruc; Gamberini, Natali, Nastasic; Cassani, Behrami, Montolivo, Salifu, Vargas; Jovetic, Ljajic. All.: D. Rossi

 

A disp.: Neto, Cerci, De Silvestri, Camporese, Lazzari, Pasqual, Kharja.

 

Squalificati: nessuno

 

Indisponibili: Kroldrup

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori