PROBABILI FORMAZIONI/ Torino-Sassuolo: ultime novità (recupero 35esima giornata serie B)

- La Redazione

Si gioca questa serea il recupero della 35esima giornata di serie B tra Torino e Sassuolo. Se il Toro vince, è praticamente promosso. Sassuolo certo di fare i playoff, ma vorrebbe evitarli.

GiampieroVentura_R400
Giampiero Ventura (Infophoto)

Si recupera questa sera il recupero della 35esima giornata di serie B: Torino-Sassuolo. E’ un big match, tra la seconda e la terza forza del campionato. Il Torino sa che una vittoria gli spalancherebbe le porte della serie A: per gli uomini di Ventura questo è l’ultimo test, che ad ogni modo non compremetterebbe granchè, visto che il calendario concede appuntamenti assolutamente non proibitivi. Attenzione però al Sassuolo: la squadra di Pea è già sicura di giocare i playoff, ma vincendo all’Olimpico supererebbe proprio i granata in classifica e a quel punto sarebbe padrone del proprio destino. Insomma, il Torino può chiuderla e quindi ha più motivazioni, al Sassuolo va bene così ma il bersaglio grosso è appetitoso e sicuramente i neroverdi ci proveranno.

Il Torino di Ventura è reduce dalla sconfitta di Pescara, sicuramente dolorosa perchè ha significato, anche se solo temporeanemente, l’abbandono del primo posto: ma i pareggi di Sassuolo e Verona hanno reso meno amaro lo 0-2 senza appelli dell’Adriatico. Anzi: vincendo questa sera, i granata sarebbero praticamente certi del ritorno in serie A, perchè i punti di vantaggio sulle due squadre che occupano il terzo posto salirebbero a 5, che con sole due giornate al termine sono una sostanziale garanzia di non essere più ripresi. Ventura non si nasconde: “Sento il profumo dell’obiettivo, e mi auguro lo sentano anche i giocatori”. Ma poi aggiunge, per mantenere alta la tensione: “Credo si risolverà tutto all’ultima giornata”. C’è però incertezza sul suo futuro: il progetto ancora è nebuloso, Petrachi non sembra essere così vicino al club, Ventura non sa ancora se rimarrà. Intanto, però, bisogna vincere questa partita e centrare la promozione. 

Il tecnico granata non può disporre di Glik e Pratali, e decide di tenere a riposo Stevanovic, che è diffidato (al pari di Basha, Di Cesare, Ogbonna e Surraco) e dovrà tornare utile per le prossime due partite.

Il modulo non cambia: resta un 4-2-4 elastico, nel senso che Vives in partenza fa il quarto uomo a sinistra ma poi stringe e scala la sua posizione, rendendo il Torino un 4-3-3 in fase difensiva. In porta andrà come al solito Benussi, linea difensiva che prevede Darmian e Parisi sulle fasce, con Di Cesare e Ogbonna (convocato per il raduno di Prandelli) al centro. I due mediani saranno Basha e Iori, ormai titolari inamovibili; in attacco torna Rolando Bianchi, che non segna dal 24 marzo e non ha attraversato una grande stagione. Al suo fianco ci sarà Meggiorini, mentre l’ala destra sarà Oduamadi.

Il Sassuolo ha rallentato la sua corsa al Picchi di Livorno: uno 0-0 che però non compromette nulla, visto che l’obiettivo realistico dei neroverdi è sempre stato quello dei playoff, che sono sicuri. Per la promozione diretta bisognerà fare uno sforzo in più: intanto provare a vincere qui a Torino, perchè c’è anche il Verona con gli stessi punti degli emiliani (74) e il Pescara sarebbe poi quasi imprendibile. All’andata il Sassuolo chiuse sullo 0-0 con una gara prettamente difensivo, questa volta Pea non si sbilancia circa la strategia da utilizzare; è comunque convinto che sarò una bella partita, “ce la siamo guadagnata e non dobbiamo sprecare l’occasione”. Si dice anche fiducioso circa il recupero dalla gara di Livorno, giocata solo tre giorni fa: “I ragazzi stanno bene”.

Sono tutti a disposizione, e allora l’ex allenatore della Primavera dell’Inter va con la formazione migliore, senza fare sconti al turnover. C’è un solo dubbio: Missiroli potrebbe essere avanzato sulla linea d’attacco, andando a fare coppia con Sansone; nel caso, pronto Valeri come interno di centrocampo a sinistra, altrimenti dentro Boakye. In porta ci sarà Pomini, difesa a tre con le conferme di Marzoratti, Piccioni e Terranova. A centrocampo, Gazzola sulla destra e Longhi sulla sinistra, Cofie in cabina di regia con Magnanelli interno a destra e come detto uno tra Missiroli e Valeri sul centrosinistra.

E’ una partita equilibrata anche per la SNAI: la vittoria del Torino è quotata 2,10 ma quella del Sassuolo paga 4 volte la posta; a 2,90 il pareggio. Insomma: il Torino parte favorito, ma come in ogni big match che si rispetti non si dà niente per scontato. Nelle prossime pagine le probabili formazioni di Torino-Sassuolo.

 

 

Benussi; Darmian, Di Cesare, Ogbonna, Parisi; Basha, Iori; Oduamadi, Bianchi, Meggiorini, Vives. All. Ventura

A disp: Morello, D’Ambrosio, De Feudis, Surraco, Guberti, Antenucci, Sgrigna

Squalificati:

Indisponibili: Glik, Pratali

Pomini; Marzoratti, Piccioni, Terranova; Gazzola, Magnanelli, Cofie, Missiroli, Longhi; Boakye, G. Sansone. All. Pea

A disp: Bassi, Bianco, Consolini, Bianchi, Valeri, Troianiello, Bruno

Squalificati:

Indisponibili:

 

Arbitro: Pinzani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori