CALCIOMERCATO/ Cristiano Ronaldo sicuro: resto al Real Madrid fino al 2015

- La Redazione

Cristiano Ronaldo si dichiara pronto a rispettare il suo contratto con il Real Madrid fino al 2015, anche se continuano le voci di mercato. Intanto CR7 difende con forza José Mourinho…

Mourinho_Ronaldo_Crisi
José Mourinho festeggia la Liga 2012 con Cristiano Ronaldo: idillio finito? (Infophoto)

Per il Real Madrid è un momento molto difficile, visto il distacco nella classifica della Liga che si è fatto pesantissimo da un Barcellona stellare (-18 per i campioni di Spagna in carica rispetto agli avversari di sempre), ma almeno la stella della squadra lancia un messaggio rassicurante a tutti i tifosi della formazione allenata da José Mourinho. Il portoghese Cristiano Ronaldo ha infatti dichiarato: “Voglio rispettare il mio contratto con il Real Madrid”. Ciò starebbe a significare che Cristiano Ronaldo spera di rimanere con la maglia del club di Madrid fino al 30 giugno 2015, data di scadenza del suo attuale accordo con il glorioso club spagnolo. Le voci su un suo futuro altrove, forse al Paris Saint Germain, sono però piuttosto insistenti, visto che il “clan” portoghese non se la passa molto bene nella capitale spagnola, e forse per questo lascia aperta la porta a un suo possibile addio anticipato: “Non so cosa succederà in futuro…”. I numeri sono dalla sua parte, considerato un rendimento stellare da un gol a partita nella sua avventura al Real (che dura ormai da tre stagione e mezza), per l’esattezza 174 reti in 172 partite, quindi il campione lusitano non è coinvolto nelle critiche che coinvolgono l’altro illustre portoghese del Madrid. Questo non vuole però dire che il rapporto tra i due non sia ottimo, ed infatti Ronaldo spende parole importantissime per Mourinho: “Lo difenderò dalle critiche fino alla morte: è il migliore allenatore del mondo e ha vinto tutto”.

Dopo i malumori manifestati a settembre (quando CR7 aveva dichiarato di non sono felice), l’allarme su una possibile fine della storia tra il Real e Ronaldo sembra essere rientrato, anche se ormai da quattro mesi si rincorrono le voci di mercato. D’altronde, a volere essere pignoli, le cose da allora sono decisamente peggiorate: allora il Real aveva appena vinto la Supercoppa di Spagna e tutto faceva pensare ad un’altra lotta infinita con il Barcellona, invece da allora hanno sorriso solo i blaugrana, a partire dal grande rivale “personale” di Cristiano, cioè quel Lionel Messi che ancora una volta ha anticipato il portoghese nella classifica del Pallone d’Oro. Alcune voci riguardano anche un possibile clamoroso ritorno al Manchester United, magari con lo Special One in panchina se Sir Alex Ferguson deciderà di ritirarsi.

Ronaldo si è lasciato bene con i Red Devils, quindi l’ipotesi non è impossibile. Il Manchester però per adesso è il prossimo avversario negli ottavi di finale di Champions League, che inevitabilmente diventa l’obiettivo primario della stagione delle Merengues: “Tutti noi vogliamo la decima Coppa dei Campioni – ha affermato Ronaldo –. L’anno scorso siamo stati a un passo, ma per fortuna quest’anno possiamo rifarci. Ora affrontiamo i Red Devils, abbiamo il 50% di possibilità di passare, ma ho molto fiducia”.

 

(Giancristofaro Davide)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori