INTERNAZIONALI ROMA/ Pennetta avanti facile, Djokovic soffre ma vince (tennis Masters 1000)

- La Redazione

Oggi agli Internazionali d’Italia di tennis a Roma la Pennetta vince e convince (6-0 6-1) contro la Cetkovska, mentre Djokovic soffre con Monaco ma avanza. Risultati del giorno (ottavi).

pennettar400
Flavia Pennetta (Infophoto)

Flavia Pennetta trionfa con grande facilità, Novak Djokovic soffre ma vince: queste sono le prime due grandi notizie della giornata degli ottavi di finale agli Internazionali BNL d’Italia di tennis, in scena questa settimana sul palcoscenico del Foro Italico a Roma. Flavia infatti travolge con un perentorio 6-0 6-1 la malcapitata Petra Cetkovska, sfruttando alla perfezione il piccolo vantaggio che il tabellone le aveva creato; il numero 1 al mondo tra gli uomini soffre invece forse più del previsto contro il comunque ostico argentino Juan Monaco, ma alla fine si impone in tre set.

Cominciamo allora da Novak Djokovic, anche perchè la sua partita era il primo grande appuntamento del giorno: la partita contro Monaco si chiude sul 4-6 6-2 6-3, raddrizzata dal campione serbo dopo il difficile inizio. Non è il solito Nole, o meglio non è il Nole straripante del 2011, perché quest’anno Djokovic non è così straordinariamente in forma, e anche a Roma sembra quello già visto a Montecarlo e a Madrid, un numero 1 che resta fortissimo ma non ammazza più le partite. Aggiungetevi che Monaco sulla terra è un brutto cliente, e capirete le difficoltà: l’argentino s’impone nel primo set, costruendosi ben tre palle del 6-4 sul servizio di Djokovic, che annulla le prime due ma sulla terza cede. Nel secondo set tutto ritorna come previsto (6-2), ma nel terzo parziale Djokovic nuovamente deve soffrire, almeno fino al 3-3, quando s’invola e chiude sul 6-3. Resta però qualche dubbio sul suo livello in questa stagione. Tra gli uomini si è già chiusa anche la partita di Berdych, già finalista a Madrid e possibile “scheggia impazzita” anche a Roma, magari per essere il primo a spezzare la serie di dodici Masters 1000 consecutivi vinti dai “fantastici quattro”. Oggi intanto ha battuto ed eliminato Almagro (7-6 6-3), dopo un primo set equilibrato e risolto al tie break. Nel secondo invece vince più facilmente, anche se lo spagnolo contesta a lungo una decisione del giudice di sedia. Ma dopo le pallate e gli insulti agli Australian Open, oggi almeno finisce con fair-play e stretta di mano. 

Ed eccoci alle donne, anzi a Flavia Pennetta. Dicendola in termini calcistici, potremmo dire che Flavia ha vinto dodici a uno: ottima metafora per rendere bene l’idea di quanto grande sia stato il suo dominio oggi contro Petra Cetkovska, che pure ieri era stata capace di eliminare la Radwanska.

Insomma, viene da dire che o ieri la polacca non ne ha azzeccata una, oppure oggi la pugliese è stata davvero scatenata per sfruttare nel modo migliore questo piccolo “vantaggio” concessole dal tabellone. La partita non ha avuto storia (l’unico game per l’avversaria è giunto proprio sul 6-0 5-0), è la più bella notizia di giornata per l’Italia. La Pennetta torna ai quarti di finale degli Internazionali a sei anni di distanza dalla prima volta e punta a tornare ad essere nei fatti la migliore azzurra, titolo che per ora nel 2012 spetta a Sara Errani. Ai quarti, Flavia affronterà la vincente del match fra Serena Williams, n.9 del seeding, e la spagnola Anabel Medina Garrigues. Intanto bisogna ricordare che Viktoria Azarenka, la numero 1 del mondo, ha dovuto dare forfait a causa di un problema alla spalla destra emerso durante il match vinto contro l’israeliana Peer. Ecco altri risultati di questa prima parte della giornata: la Kerber ha battuto 6-4 6-1 la Goerges nel derby tedesco e sfiderà la ceca Kvitova, che invece ha avuto bisogno di tre set per superare la romena Cirstea per 6-2 5-7 6-2.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori