TENNIS/ Cincinnati: avanti la Errani, come Federer e Djokovic. Nadal rinuncia agli Us Open

- La Redazione

A Cincinnati avanzano Roger Federer e Novak Djokovic, che ha eliminato Andreas Seppi. Per l’Italia resta in corsa Sara Errani. Intanto Rafael Nadal annuncia il forfeit per gli Us Open.

nadal_djokovic1_r400
Rafa Nadal e Novak Djokovic (Infophoto)

Al torneo Masters 1000 di Cincinnati, ultimo grande appuntamento per il tennis prima degli Us Open, vanno avanti sia Novak Djokovic (che elimina Andreas Seppi) sia Roger Federer ed Andy Murray, mentre nel torneo femminile Sara Errani resta l’unica italiana in gara. La stagione sul cemento americano perde però definitivamente Rafael Nadal, che ha ufficializzato la sua mancata partecipazione anche per il torneo dello Slam a Flushing Meadows. 

Cominciamo allora dalla bella notizia per l’Italia, cioè la vittoria di Sara Errani. La romagnola, settima testa di serie del torneo femminile, si è imposta con un 6-4 periodico sulla slovacca Daniela Hantuchova, grande specialista del cemento. Una vittoria dunque significativa per Sara, reduce dalla delusione olimpica. L’azzurra ha preso un break di vantaggio subito in avvio del primo set, e nel corso del match ha saputo cancellare cinque delle sei palle break della rivale. La Errani, finalista al Roland Garros, si qualifica così per gli ottavi, dove affronterà la rinata Venus Williams, che ha superato per 2-6 6-3 6-2 la sudafricana Chanelle Scheepers. Fuori invece le altre due azzurre: Camila Giorgi è stata superata per 6-2 6-1 dalla wild card statunitense Sloane Stephens, mentre Roberta Vinci si è arresa 6-3 6-4 alla cinese Shuai Peng.

Nel torneo maschile invece l’ultimo italiano rimasto in gara era chiamato a compiere un’impresa quasi impossibile: Andreas Seppi infatti sfidava il numero 2 del mondo Novak Djokovic. La mente andava alla memorabile partita del Roland Garros, nella quale l’altoatesino si arrese al serbo soltanto al quinto set, ed almeno nel primo set la partita di ieri è stata all’altezza: bravissimo Seppi ad annullare ben sei palle break a Djokovic, costringendolo ad arrivare il tie-break. Qui però ‘Nole’ si è imposto per 7-4 e nel secondo parziale ha avuto vita più facile: due break, 6-2 e partita chiusa in 90 minuti esatti. Nessun problema anche per Roger Federer ed Andy Murray. Lo svizzero ha passeggiato battendo per 6-3 6-2 Alex Bogomolov. Il numero 1 del mondo, costretto ad arrivare almeno in semifinale per salvare la leadership mondiale dall’assalto di Djokovic, ha deliziato il pubblico piazzando ben 31 punti vincenti, di cui 12 servizi. Sulla strada di Federer ci sarà ora l’australiano Bernard Tomic.

Avanza agli ottavi anche il campione olimpico Andy Murray. Lo scozzese, che ha vinto questo torneo nel 2008 e nel 2011, ha impiegato 75 minuti per superare senza problemi lo statunitense Sam Querrey per 6-2 6-4. Il suo prossimo avversario sarà il francese Jeremy Chardy (proveniente dalle qualificazioni), che dopo aver eliminato Roddick si è ripetuto contro l’uzbeco Denis Istomin. Tra gli altri big avanzano anche del Potro e Fish, mentre Ferrer ha raccolto soltanto cinque game contro Wawrinka. La notizia principale del giorno è però arrivata via Twitter. Rafael Nadal ha infatti usato il social network per annunciare la sua rinuncia agli Us Open: “Con tristezza devo annunciare di non essere ancora pronto per giocare gli US Open. Ringrazio per il supporto tutti i miei tifosi, e in particolare i newyorkesi”. La tendinite al ginocchio sinistro che lo aveva già costretto a saltare le Olimpiadi non è ancora stata risolta, come lo stesso Nadal ha detto a David Brewer, direttore del torneo americano del Grande Slam. Lo spagnolo non scende in campo dal 28 giugno, quando perse nel secondo turno di Wimbledon contro il numero 100 del mondo Lukas Rosol.

Tra le donne – detto delle italiane – avanzano la numero 1 del tabellone, Agnieszka Radwanska (6-4 6-4 alla Arvidsson) e l’ex numero 1 Caroline Wozniacki che ha perso un solo game contro la kazaka Sesil Karatantcheva. Ha sofferto invece Petra Kvitova per domare la tedesca Mona Barthel per 3-6 6-2 7-5.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori