CAGLIARI-ROMA/ L’avvocato sportivo: non credo si rigiocherà, ecco a cosa si va incontro (esclusiva)

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’avvocato Matteo Pozzi, esperto di diritto sportivo, ha parlato delle dichiarazioni di Cellino che vorrebbe rigiocare la partita contro la Roma.

02.10.2012 - int. Matteo Pozzi
cellino
Massimo Cellino, 57 anni (INFOPHOTO)

“Si torni in campo per il bene dello sport”. Queste le parole del presidente del Cagliari Massimo Cellino che ha chiesto di rigiocare il match tra Cagliari e Roma. Il Giudice Sportivo Gianpaolo Tosel aveva decretato la vittoria a tavolino per tre a zero da parte del club giallorosso dopo che il Cagliari, attraverso il presidente Cellino, aveva invitato i propri tifosi a essere presenti allo stadio Is Arenas nonostante l’ordine del Prefetto di Cagliari Balsamo di giocare il match a porte chiuse a causa dell’inagibilità della struttura. Il Prefetto nella notte che ha preceduto la partita ha decretato per il rinvio a data da destinarsi della partita. La Roma non ha mai presentato ricorso anche se il d.g. Franco Baldini a Sky Sport aveva annunciato questa eventualità. Tosel aveva deciso di dare la vittoria a tavolino alla squadra giallorossa, ma ieri a Gr Parlamento è arrivata la proposta di Cellino di far rigiocare il match. Una richiesta che difficilmente verrà accettata dagli organi di Giustizia Sportiva. La pensa in questo modo anche l’Avvocato Matteo Pozzi, esperto di diritto sportivo, che in esclusiva a Ilsussidiario.net ha dichiarato: “Mi sembra molto difficile che il ricorso del Cagliari venga accolto da parte degli organi di Giustizia Sportiva. Anche perché il verdetto è stato emesso dal Giudice Sportivo, ovvero Tosel”. Nel caso in cui venga accolta la proposta del Cagliari la società Roma potrebbe ricorrere in appello alla sentenza: “Inizierebbe un iter giudiziario lungo perché la Roma come spiegato più di una volta è una società quotata in Borsa e vorrebbe far valere le proprie ragioni non solo per i tifosi ma anche per i propri soci” ha dichiarato l’Avvocato Pozzi. Insomma, la vicenda relativa a Cagliari-Roma non sembra ancora finita. Il presidente del Cagliari ha spiegato il motivo del comunicato rilasciato prima del giorno della partita puntando il dito contro il fuso orario tra l’Italia e l’America. Cellino si trovava a Miami e ha letto della possibilità di far entrare i propri tifosi qualche giorno prima, mentre il comunicato è arrivato solo sabato. La palla ora passa agli organi di Giustizia dello Sport che dovranno capire e soprattutto decidere dell’eventuale ritorno in campo delle due squadre. L’Avvocato Pozzi ha concluso: “Il giudice Tosel ha dato la partita vinta a tavolino alla Roma ma non ha punito Cagliari e il presidente Cellino. Ecco perché il ricorso potrebbe non essere accolto. In caso contrario il Cagliari potrebbe anche rigiocare il match ma ci sarebbe l’eventualità di una possibile penalizzazione”

Il Cagliari non vive un momento molto facile visto che la squadra non raccoglie punti e ha perso l’ultima partita in campionato in casa contro il Pezcara. Cellino sta pensando al possibile esonero di Ficcadenti, al suo posto si parla di Diego Lopez, una bandiera a Cagliari con 12 stagioni in rossoblu. Al momento comunque non c’è ancora niente di ufficiale. 

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori