DIRETTA / Roma Sassuolo Primavera (risultato finale 4-1): passano i giallorossi, affronteranno il Genoa

- Carlo Necchi

Diretta Roma-Sassuolo Primavera: risultato finale 4-1. I giallorossi mettono le mani sulla vittoria nel turno playoff, il prossimo avversario per la Final Eight sarà il Genoa

marchizza_soleri_asroma_primavera_lapresse_2017
La Roma Primavera - LaPresse

I giallorossi centrano l’obiettivo e si qualificano per il prossimo turno dei playoff del campionato 2015-2016. Vittoria netta quella degli Under 19 di Alberto de Rossi, che nel secondo tempo allungano e rendono ancora più evidente il divario tra le due squadre. Al 50’ minuto la Roma fa tris: Mario Anocic piazza un sinistro di grande precisione da fuori area e porta la sua formazione sul risultato di 3-1. Da quel momento la Roma diventa padrona del campo ma non riesce a segnare il quarto gol (bella occasione con una iniziativa a due tra Tumminello e Soleri). Arriva, il poker, a otto minuti dal 90’: Marco Tumminello realizza con un colop di testa da calcio d’angolo. Quattro gol con quattro marcatori diversi: bella soddisfazione per Alberto De Rossi, ma la Roma deve ancora conquistare l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia. Lo farà eventualmente contro il Genoa, ovvero la prossima avversaria nei playoff di questo entusiasmante campionato Primavera. (agg. di Claudio Franceschini)

Sta per prendere il via il secondo tempo di Roma-Sassuolo Primavera. Il primo tempo si è chiuso sul risultato di 2-1 in favore della formazione giallorossa. Vediamo quanto accaduto fin qui allo stadio Tre Fontane. Pronti, via. Il Sassuolo è subito pericolosissimo con Zecca che fallisce l’1-0 a tu per tu con Crisanto. Al 10’ la Roma passa in vantaggio per effetto del gol messo a segno da Antonucci, che sblocca la gara con un sinistro preciso. I neroverdi provano a reagire ma i giallorossi si difendono con ordine. Al 37’ De Santis commette fallo su Franchini, provocando un calcio di rigore in favore degli ospiti. Dagli undici metri Pierini spiazza Crisanto e fa 1-1. Poco prima dell’intervallo la Roma passa nuovamente in vantaggio con Bordin, con un destro bellissimo che batte Costa. Via alla ripresa! (agg. Giuliani Federico)

Roma e Sassuolo si sfidano a caccia di un posto nelle Final Eight, che assegneranno lo scudetto del campionato Primavera 2016-2017. Come detto sono già qualificate alla fase finale le prime due di ciascun girone, a cominciare da Lazio e Fiorentina che hanno concluso davanti a tutti il gruppo A. 56 punti per la Lazio di mister Andrea Bonatti, 55 per la Fiorentina qualificata per la miglior differenza reti rispetto alla Sampdoria, arrivata a pari punti. Questo grazie in particolare al miglior attacco di tutto il campionato Primavera, in cui i baby viola hanno realizzato la bellezza di 84 gol (media di 3,2 a partita). Il girone B ha promosso alla Final Eight la Juventus, prima con 61 punti e il Chievo, secondo a quota 54 con due lunghezze di vantaggio su Torino Sassuolo ed Empoli, tutte appaiate a 52. Dal girone C invece due formazioni nerazzurre: l’Atalanta, prima con 63 punti e l’Inter, seconda a quota 60 e con la miglior difesa della categoria (18 reti concesse). Dai playoff emergeranno le ultime due squadre da inserire in tabellone. (aggiornamento di Carlo Necchi) Ecco le formazioni ufficiali di Roma-Sassuolo Primavera:  Crisanto, De Santis, Grossi, Nani, Pellegrini; Frattesi, Bordin, Anocic; Antonucci, Soleri, Tumminello Allenatore: Alberto De Rossi  Costa; Adjapong, Ravanelli, Rossini, Masetti; Franchini, Sardi Maddidini, Marin; Zecca, Bruschi, Pierini Allenatore: Paolo Mandelli

In Roma-Sassuolo si sfidano diversi attaccanti ben quotati nel panorama Primavera. In particolare quelli giallorossi, a cominciare da Edoardo Soleri che sta vivendo una stagione straordinaria: per il classe 1997 ben 32 gol in 33 partite, 24 in 22 presenze di campionato, 3 in 5 gettoni di Youth League e 5 in altrettanti match di Coppa Italia Primavera. Sarà probabilmente lui il pericolo pubblico numero 1 per la difesa del Sassuolo, che però dovrà guardarsi da un altro brutto cliente come Marco Tumminello. Centravanti classe 1998, ha messo assieme più gol (19) che presenze (18) nel girone C, mantenendo in totale la media di una rete a partita (28 in 28 gare tra campionato e coppe). Da sottolineare anche l’apporto del senegalese Keba Coly, esterno classe 1998 a segno 14 volte in 23 partite del girone C. Il top scorer del Sassuolo è invece Giacomo Zecca, esterno dalla vocazione offensiva che ha firmato 15 gol in 21 presenze; doppia cifra anche per Nicholas Pierini, anche lui ala ed autore di 10 reti in 18 partite. 4 gol a testa per il centrocampista Simone Franchino e l’attaccante Nicolò Bruschi, mentre Scamacca ha segnato 5 volte dal suo arrivo tra campionato e Viareggio. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Roma e Sassuolo hanno concluso diverse operazioni di calciomercato negli ultimi anni, specialmente in direzione Emilia: i giallorossi hanno prestato o ceduto diversi giovani del vivaio alla formazione neroverde, che nella maggior parte dei casi ha saputo valorizzare i giocatori in questione. Il caso di Gianluca Scamacca è diverso: nato nella capitale e cresciuto nel settore giovanile giallorosso, il centravanti classe 1999 è stato acquistato dal PSV Eindhoven nell’estate 2016, scegliendo di tentare la fortuna all’estero come già altri ragazzi prima di lui (Giuseppe Rossi, Federico Macheda e Jacopo Sala, per citare alcuni). A gennaio però Scamacca è tornato in patria, richiamato dal Sassuolo che ha deciso d’investire su di lui. Il ragazzo ha risposto subito con i fatti: per lui 2 gol in 6 partite di campionato, ma soprattutto 3 centri nelle 7 presenze al Torneo di Viareggio poi vinto dagli emiliani. Vedremo se in futuro Scamacca arriverà a farsi rimpiangere dalle parti di Trigoria; per ora si tratta in ogni caso di uno degli attaccanti più interessanti, nel panorama giovanile nazionale. Per i quarti dei playoff la sua presenza è però in dubbio, a causa di un problema muscolare che potrebbe tenerlo ai box. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

È il secondo dei quarti di finale nei playoff del campionato Primavera. Le due squadre scendono in campo dalle ore 15:15 di domenica 21 maggio 2017, allo Stadio Tre Fontane. Si gioca per il primo turno dei playoff, che promuoveranno due squadre alle Final Eight per l’assegnazione dello Scudetto: si tratta quindi di una fase preliminare che vede impegnate le tre terze, le tre quarte e le due migliori quinte classificate della stagione regolare.

La vincente di Roma-Sassuolo andrà ad affrontare una squadra tra Entella e Genoa, mentre nell’altra parte del tabellone playoff le sfide sono Torino-Hellas Verona (lunedì 22 maggio, ore 16:00) e Sampdoria-Empoli (sempre lunedì alle 19:00). Già qualificati alle fasi finali invece Lazio, Juventus, Atalanta (prime in classifica nei rispettivi gironi di campionato), Inter, Fiorentina e Chievo (seconde).

Roma-Sassuolo si presenta come una partita molto interessante: di fronte i campioni Primavera in carica della Roma, freschi di trionfo nella Coppa Italia di categoria contro l’Entella, e il Sassuolo allenato da Paolo Mandelli che invece si è aggiudicato l’ultimo Torneo di Viareggio, battendo l’Empoli in finale. In campionato, alla baby Roma di Alberto De Rossi non è bastato il secondo miglior attacco di tutta la Primavera (82 gol) per accedere direttamente alle Final Eight; i giallorossi hanno chiuso il girone C in quarta posizione con 53 punti, frutto di 17 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte (41 le reti subite).

Quarto anche il Sassuolo ma nel girone B, con un bilancio di 16 successi, 4 pari e 6 ko per un totale di 52 punti, con 51 gol realizzati e 29 concessi. La Roma ha rallentato un po’ nelle ultime giornate, cogliendo solo una vittoria in 5 turni e mancando quindi lo sprint per le prime due posizioni; d’altro canto per i ragazzi di Alberto De Rossi è stata una stagione molto intensa, con il sacrificio del Torneo di Viareggio per gli impegni europei nei playoff di Youth League, poi persi contro i francesi del Monaco.

In precedenza i giallorossi avevano partecipato alla Domestic Champions Cup, competizione internazionale legata alla Youth League e riservata alle squadre vincitrici dei rispettivi campionati giovanili. Il Sassuolo come detto si è regalato una grande gioia vincendo la Coppa Carnevale, per la prima volta nella storia del club; il cammino in campionato è stato invece costante nell’arco dell’annata, con l’accelerazione decisiva nel girone di ritorno in cui la squadra neroverde ha perso solo 2 volte.

Probabili formazioni: per la Roma modulo 4-3-3 con Crisanto in porta, Marchizza e Ciavattini al centro ella difesa, De Santis e Luca Pellegrini esterni bassi. A centrocampo il croato Anocic, Spinozzi e Bordin, nel tridente d’attacco invece le ali Keba Coly e Tommunello affiancheranno il centravanti Soleri. Schieramento speculare per il Sassuolo: tra i pali Bryan Costa, in difesa da destra a sinistra previsti Gambardella, Matteo Rossini, capitan Ravanelli e Masetti.

In mezzo al campo Abelli fiancheggiato da Franchino e dal rumeno Marius Marin, per il tridente offensivo da verificare la disponibilità di Claude Adjapong, l’esterno di origini ghanese aggregato ormai in pianta stabile alla prima squadra di mister Di Francesco; in alternativa spazio a Zecca, a completare il reparto il centravanti Bruschi (se Scamacca non dovesse recuperare) e l’ala sinistra Pierini.

Le principali agenzie di scommesse non hanno diffuso le quote per Roma-Sassuolo Primavera. La partita del campionato Primavera tra Roma e Sassuolo sarà trasmessa in diretta tv dal canale Rai Sport + HD, il numero 57 del digitale terrestre e 227 (5557 in alta definizione) di Sky: telecronaca dalle ore 15:15. Diretta anche in streaming video, sul sito internet ufficiale www.raiplay.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori