BASKET FINALE SCUDETTO/ Siena per una notte torna sulla terra: Cantù vince gara 3

- La Redazione

Si è giocata ieri gara tre che ha visto la squadra di Trincheri battere i toscani che non hanno giocato un buon match. Venerdì gara quattro che potrebbe riportare in corsa Cantù

pianigiani_siena_R400_11feb11
Pianigiani, tecnico Siena (Foto: Ansa)

Finisce dopo tre anni l’imbattibilità di Siena nella finale scudetto. Riesce nell’impresa un’ottima Bennet Cantù, sostenuta da un pubblico infuocato, in un Pianella che a tratti è parso una bolgia infernale. Certo in campo non si è vista, per usare un eufemismo, la miglior Montepaschi della stagione, ma nulla si può togliere alla prestazione dei brianzoli che hanno condotto in pratica dal secondo quarto fino alla fine. Nonostante il tifo assordante del Pianella Siena parte forte e sembra prospettarsi la solita partita dei toscani con gli avversari costretti ad inseguire: 14-5 per la Mens Sana, priva di Zisis neopapà, dopo 6 minuti. Ma invece che iniziare ad arrancare Cantù si sveglia e piazza il 9-0 di parziale, propiziato dalle giocate del solito Mazzarino e di Green, che vale il pareggio. Il primo quarto si chiude sul 19-14 per Siena, ma le difficoltà della squadra di Pianigiani dalla lunga distanza non lasciano presagire la consueta serata senese. Infatti nel secondo quarto succede l’imprevedibile: Cantù prende il controllo delle operazioni, sfruttando la serataccia di Hairtson (2 punti), Jaric (0 punti) e soprattutto del fischiatissimo ex Stonerook, e vince 25-14 il parziale portandosi, a metà gara, sul 39-33. Nel terzo quarto la Bennet riesce sempre a tenere a distanza di 5/6 lunghezze i campioni in carica, che trovano punti e giocate importanti solo dai soliti Lavrinovic (22 punti alla fine) e McCalebb (bellissima la sfida di quest’ultimo con Green).

Quando, però, i toscani agganciano i padroni di casa sul 57 pari a inizio quarto periodo si riaffacciano i fantasmi che da anni tormentano le avversarie di Siena in campionato e tutti pensiamo di vedere la classica fuga finale di della Mens Sana. Stavolta no: Cantù non molla e reagisce alla grande con le giocate di Green e due triple di fila di Markoishvili e Micov che ricacciano indietro la Montepaschi sul 72-65 con poco più di un minuto da giocare. Al canestro del -5 di Mcalebb risponde ancora Green col gioco da 3 punti che sigilla l’impresa. Finisce 80-71, Cantù si porta sull’1-2 nella serie e per gara 4 si resterà nella bolgia del Pianella, aspettando di vedere un’altra impresa o il ritorno degli extraterrestri senesi.

 

(Giacomo Rampinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori