Inter, Spalletti: “Tifosi aiutino la squadra”/ “Su Icardi e Nainggolan…”

- Carmine Massimo Balsamo

Reduce dalla vittoria contro il Genoa, l’Inter è attesa domani dalla sfida contro l’Atalanta: ecco le parole di Luciano Spalletti in conferenza stampa.

inter icardi
Inter, Icardi e Spalletti (Foto LaPresse)

Vigilia di Inter-Atalanta, 31^ giornata di Serie A: Luciano Spalletti parla di scontro diretto per la Champions League. Ecco le parole del tecnico nerazzurro in conferenza stampa: «Set-point? Sì: è una gara massiccia per l’importanza della classifica contro una concorrente diretta che gioca stabilmente per la parte alta della classifica. Affrontiamo una squadra fisica e che non è bella per caso: negli ultimi anni ha mantenuto un’identità di gioco, con Gasperini ha disputato grandi partite e hanno smesso di essere solo una rivelazione. Hanno tutte le gare in regola per ambire a un posto in Champions League». Poi il tecnico parla della presa di posizione della Curva Nord su Mauro Icardi: «Mi aspetto che domani ci sia la volontà di aiutare la squadra, il gruppo e i colori per fare risultato contro un avversario che necessità di tutta la nostra forza».

LUCIANO SPALLETTI ALLA VIGILIA DI INTER-ATALANTA

Prosegue Luciano Spalletti: «Questi sono stati mesi importanti per fare capire che l’Inter è una squadra, prima che un gruppo di individualità. Nel tragitto ci sono momenti nei quali sono necessarie riflessioni approfondite, evitando scelte ritardate dove le altre squadre sono puntuali. Bisogna essere autentici e non troppo timidi, sempre chiari con se stessi: credo che la squadra abbia reagito nel modo giusto, raggiungendo risultati con chiunque abbia giocato in questa stagione. Il gruppo è qualitativo e dispone di conoscenze e personalità abbastanza per lottare per un posto in Champions. Le decisioni che si prendono vanno mantenute nel tempo». Poi sul possibile impiego di Icardi e Nainggolan dal 1’: «Dipende dai momenti, in questo caso non vi dico chi gioca e chi no: si fanno le cose per fare il bene dell’Inter, a volte possono sembrare all’opposto ma in realtà le risposte hanno tutte la stessa matrice».



© RIPRODUZIONE RISERVATA