Formula 1/ Gran Premio della Malesia, il pronostico sulla gara di Stefano Modena (esclusiva)

- int. Stefano Modena

Gran Premio della Malesia 2014 di Formula 1: il pronostico di STEFANO MODENA sulla gara di Sepang alla luce dei risultati delle qualifiche e la griglia di partenza. La Ferrari potrà…

raikkonen_curva
Kimi Raikkonen (Infophoto)

Il Gran Premio della Malesia, seconda gara del Campionato del Mondo di Formula 1, ha già dato risultati molto interessanti nelle qualifiche disputate oggi sul circuito di Sepang. In pole position partirà ancora una volta Lewis Hamilton sulla Mercedes. In seconda posizione ecco Sebastian Vettel, che con la Red Bull è tornato a buonissimi livelli e ha preceduto la seconda Mercedes di Nico Rosberg, leader della classifica iridata. Le due Ferrari si sono piazzate al quarto posto con Fernando Alonso e al sesto con Kimi Raikkonen: ci sono segnali di miglioramento, anche se la Rossa non è ancora in grado di lottare per la pole position. Potrebbe però essere il maltempo a influenzare questa gara ed essere decisivo per l’esito finale del Gran Premio della Malesia, come già è successo oggi nelle prove ufficiali. Per presentare la gara di Sepang abbiamo sentito l’ex pilota Stefano Modena. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Hamilton in pole position, terzo Rosberg: la Mercedes è proprio la più forte? Non mi stupisce questo risultato, perché non fa altro che confermare il buon momento della Mercedes, che si dimostra attualmente la macchina più competitiva del Mondiale di Formula 1.
La casa tedesca sarà la favorita per la conquista del Mondiale piloti e costruttori? Aspettiamo a dare un giudizio definitivo per vedere quello che succederà, magari ci saranno altre macchine che potranno dire la loro…
Magari la Red Bull che sembra in ripresa? Sì, Vettel mi è sembrato proprio in ripresa, potrebbe dare molto fastidio alla Mercedes in questo Gran Premio. Il pilota tedesco è sembrato motivato e concentrato, pronto a fare cose molto buone in questa gara.
Alonso quarto, buono il risultato del ferrarista? Direi di sì. Mi sembra un buon risultato, un quarto posto da non buttare via: Alonso che ha disputato delle buone prove ufficiali.
Con un ringraziamento ai meccanici, straordinari nella velocissima riparazione della sospensione e dello sterzo… Bravi certamente, da elogiare fino in fondo, ma va pure detto che questa è una cosa che devono saper fare, rientra nella normalità del loro lavoro.
Come giudica il sesto posto di Raikkonen? Un buon piazzamento quello di Raikkonen. Bisogna tener conto infatti che la Ferrari non è così competitiva e il pilota finlandese deve anche adattare il suo stile di guida a questa macchina.
Deludente la McLaren? In effetti mi sarei aspettato di più, pensavo che Magnussen e Button avrebbero ottenuto un piazzamento migliore sulla griglia di partenza. Devo invece elogiare Hulkenberg, che con una macchina non così forte ha ottenuto un buon risultato. E’ un pilota che va forte, molto bravo. Complimenti anche a Vergne, un altro pilota molto preparato.
La pioggia potrebbe cambiare l’esito di questa gara?

Sì, potrebbe essere veramente così. Non si sa quali saranno le condizioni atmosferiche, non si potranno prevedere. La gara sarà influenzata in questo senso.
Quale sarà il favorito del Gran Premio della Malesia? Dico Mercedes e poi attenti a Vettel, ma credo che pure la Ferrari possa dire la sua.
Si è perso un po’ di romanticismo nella Formula 1 attuale? La Formula 1 deve cercare di sviluppare la tecnologia e la velocità delle macchine al massimo. Quindi, anche per la grande competitività che esiste, cercare la perfezione è una cosa normale. La Formula 1 deve essere tra le gare di automobilismo quella che sviluppa maggiormente questa caratteristica. Almeno questo è il mio pensiero, visto che da quando ho smesso di fare il pilota non sono andato più a seguire i Gran Premi dal vivo e non posso giudicare il mondo attuale della Formula 1 dal di dentro. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori