Formula 1/ Gran Premio di Spagna, il pronostico sulla gara di Stefano Modena (esclusiva)

- int. Stefano Modena

Formula 1, il pronostico sul Gran Premio di Spagna 2014 di STEFANO MODENA: sul circuito di Barcellona ancora favorite le Mercedes di Hamilton e Rosberg. La Ferrari con Alonso e Raikkonen…

mercedes_bahrain
Infophoto - immagine di repertorio

Le qualifiche del Gran Premio di Spagna sul circuito di Barcellona non hanno regalato sorprese al mondo della Formula 1, con il solito monologo della Mercedes. Primo Lewis Hamilton, secondo a soli due decimi di secondo Nico Rosberg. Non si vede chi possa impensierirli in gara, la lotta dovrebbe essere esclusivamente in famiglia. Terzo Daniel Ricciardo su Red Bull, ma solo decimo il campione del mondo Sebastian Vettel, che ha avuto problemi alla sua monoposto in questi giorni: bilancio in chiaroscuro per la squadra campione del Mondo in carica. Quarto Valteri Bottas su Williams, quinto Romain Grosjean su Lotus, due scuderie che si sono tolte una soddisfazione inattesa e che proveranno ad essere protagoniste anche in gara. Solo sesta e settima invece le due Ferrari di Kimi Raikkonen e Fernando Alonso, ancora lontane dai primi posti della griglia di partenza. Favorite d’obbligo per questo Gran Premio di Spagna le due Mercedes, dunque, e non si vede chi possa insidiare Hamilton e Rosberg nella corsa al titolo mondiale. Per parlare della gara di Barcellona abbiamo sentito l’ex pilota Stefano Modena. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Per Hamilton quarta pole position in cinque gare, non lo potrà fermare più nessuno in questo Mondiale? Lo potrà fermare Rosberg, il suo compagno di squadra. Del resto mi sembra che siano gli unici due piloti che potranno vincere il Mondiale. La Mercedes questa stagione è veramente troppo forte!
Rosberg potrà contrastare Hamilton in questa gara? Nico è stato bravo, a dimostrazione proprio del fatto che quest’anno la Mercedes ha una marcia in più di tutte le altre macchine. La casa tedesca ha lavorato veramente benissimo.
Come giudica il sesto posto di Raikkonen e il settimo di Alonso? Cosa manca ancora alla Ferrari? Purtroppo la Ferrari non è ancora competitiva per i primi posti. Il problema principale è il telaio, con la mancanza di tenuta e di motricità laterale. Ad esempio la Ferrari è certamente più scomposta della Red Bull.
Cosa dire del terzo posto di Ricciardo? Complimenti a lui, che ha disputato delle ottime prove ufficiali e ha dimostrato di essere un pilota molto valido.
Però Vettel partirà decimo… Ha avuto ben due guasti alla sua monoposto da venerdì, credo però che se non fosse successo niente al cambio Vettel si sarebbe trovato nelle prime due file della griglia di partenza.
Cosa pensa invece del quarto posto di Bottas sulla Williams?

Complimenti anche a lui, Bottas non è un campione, ma un pilota di discreta levatura. Buona anche la prova della Williams, una macchina che ha fatto la storia della Formula 1 e ora è ritornata a un buon livello.
Buono anche il quinto posto di Grosjean sulla Lotus? Anche Grosjean non è un campione come Hamilton o Alonso, è un pilota come Bottas di discreta levatura, con la Lotus che è tornata ad essere competitiva dopo un inizio di stagione disastroso.
C’è qualcosa che non le è piaciuto in queste qualifiche? Le riprese tv non mi hanno esaltato, non appassionano certamente i tifosi della Formula 1.
Il suo pronostico sul Gran Premio di Spagna? Non vedo come le due Mercedes non possano vincere questo Gran Premio!
A Montecarlo potremo vedere qualche cosa di nuovo? Sarà molto importante la strategia delle varie macchine, certo chi parte in testa a Montecarlo difficilmente può essere superato. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori