CALCIOMERCATO/ Inter, Casiraghi su Alborno e Coutinho

L’Inter continua il lavoro di ricerca nel mondo dei giovani talenti del calcio mondiale. I nerazzurri in estate hanno portato a Milano Philippe Coutinho, che non si è ancora ambientato.

18.04.2011 - La Redazione
coutinho_inter_azione_R400_26ott10
Coutinho, gran gol per lui in questo Inter-Cagliari (Foto: ANSA)

L’Inter continua il lavoro di ricerca nel mondo dei giovani talenti del calcio mondiale. I nerazzurri in estate hanno portato a Milano Philippe Coutinho dopo averlo visionato più volte con la maglia del Vasco da Gama. Il giocatore brasiliano in Italia ha deluso alla sua prima stagione, anche se ha soltanto 19anni. Il capo degli osservatori dell’Inter Pierluigi Casiraghi, omonimo dell’ex commissario tecnico dell’Under 21 italiana, intervistato da Sky, ha voluto difendere il giocatore sudamericano: “Noi lo abbiamo acquistato dal Vasco perchè faceva la differenza contro i suoi pari età, oggi paga l’ambientamento iniziale è normale. Ma gli ho visto fare cose da fenomeno, ha grandi mezzi tecnici”. Casiraghi è stato anche l’artefice dell’arrivo a Milano di Mario Balotelli, preso a 15 anni dal Lumezzane: “Balotelli faceva la differenza in campo ma era definito un bullo, ma noi eravamo sicuri di poterlo cambiare. Dopo un mese all’Inter disse che era stato lui a cambiare tutti noi”. L’ultimo acquisto è Rodrigo Alborno, giocatore paraguayano.

Il giovane talento del Paraguay, classe 93′, è stato preso dalla società Libertad e arriverà in Italia solo a luglio. Casiraghi ha descritto così il giocatore: “L’ho notato in un quadrangolare in Perù giocava da esterno basso ma mi ha impressionato per forza e per voglia di mettersi in mostra”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori