CALCIOMERCATO/ Inter, Colasanto: Alvarez? Ecco perché sta deludendo. Prestito? Non è facile perchè… (esclusiva)

- int. Filippo Colasanto

Filippo Colasanto, procuratore italiano ed esperto di mercato argentino, ha parlato dell’argentino dell’Inter Ricardo Alvarez. Le prospettive per il futuro del giocatore, che sembra…

alvarez_granqvistR400
Ricardo Alvarez, 24 anni, centrocampista argentino dell'Inter (INFOPHOTO)

Due estati fa l’Inter ha preso molte iniziative infelici per quanto riguarda il mercato, a partire dalla scelta di chiamare Gasperini per la panchina, senza poi dimenticare alcune operazioni che non hanno dato i frutti sperati. Un giocatore che non sta facendo molto bene è Ricardo Alvarez, centrocampista argentino prelevato dal Velez Sarsfield per 12 milioni di euro. In un anno e mezzo di Inter, Alvarez ha fatto vedere solo a sprazzi il suo talento: troppe sono state le partite in cui non ha inciso, pause lunghissime per un calciatore prelevato per fare la differenza. Non difetta dal punto di vista tecnico, ma è poco mobile e questo purtroppo gli impedisce di fare bene. Con Andrea Stramaccioni non ha giocato molto anche perché sembra di difficile collocazione tattica; e in più ieri si è infortunato nel primo tempo della partita contro il Genoa ed è stato costretto a uscire dal campo. Filippo Colasanto, procuratore italiano ed esperto di mercato argentino, in esclusiva a Ilsussidiario.net ha dichiarato: “Non mi aspettavo proprio di vedere un Alvarez deludente, anche perché è arrivato in Italia al momento giusto, non da giovane talento ma da uomo. Le qualità tecniche ci sono e si vedono anche, solo che non riesce a essere continuo. Purtroppo ha avuto molti problemi fisici e gli è mancata la fiducia completa dell’ambiente, anche perché giustamente all’Inter ci sono esigenze importanti e qundi non sempre si può aspettare un giocatore. Certo fu pagato troppo visto che il suo valore di mercato era di 7 milioni di euro”. Insomma, Alvarez non ha certo convinto i tifosi nerazzurri e la società ha intenzione di cederlo in prestito per aiutarlo a diventare decisivo e aumentare il suo minutaggio. Si parla di alcune offerte provenienti non solo dall’Italia, ma anche dall’estero. Ma bisogna guardare anche alle strette logiche del gioco: mandare in prestito un giocatore come Alvarez non è facile, dal punto di vista del calciatore e delle eventuali squadre interessate. Ce lo spiega proprio Colasanto: “Parliamo spesso di prestito per Alvarez, ma non è affatto facile. Se il giocatore argentino ha un contratto con un ingaggio oneroso, poche squadre potrebbero offrire tanto. E poi non sarebbe facile mentalmente per il giocatore visto che andrebbe via da un club importante come l’Inter per giocare presumibilmente in un club di minore livello”. L’Inter dovrà essere brava a trovare un accordo per Alvarez, che piace moltissimo anche al Porto con il quale i nerazzurri hanno un canale preferenziale aperto viste le operazioni Quaresma, Guarin e Alvaro Pereira effettuate negli ultimi anni.

I nerazzurri non vorrebbero bruciare subito i 12 milioni di euro spesi per il giocatore, ma è chiaro che se dal Porto arrivasse un giocatore come Fernando, che piace molto alla società milanese, le cose potrebbero cambiare. Sperando che le indubbie qualità tecniche del giocatore non restino del tutto inespresse e che Alvarez si possa rifare; certe cose le ha fatte vedere, ma in maniera troppo discontinua e senza giustificare il costo del suo cartellino.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori