UDINESE-INTER/ Pizzul: ai nerazzurri serve vincere, ma… (esclusiva)

- int. Bruno Pizzul

BRUNO PIZZUL ci presenta in esclusiva Udinese-Inter, una delle partite più interessanti della diciannovesima giornata di serie A: ecco come le due squadre dovrebbero affrontarla…

Handanovic_Inter_R400
Samir Handanovic, grande ex della partita (Infophoto)
Pubblicità

Ultima giornata del girone d’andata del campionato di serie A, e prima del 2013. Alle ore 12.30, allo stadio Friuli si incontreranno Udinese e Inter, che daranno vita certamente a una delle partite più interessanti del turno. La squadra di Guidolin ha 24 punti, quella di Stramaccioni invece 35. Negli ultimi anni le partite tra le due compagini hanno quasi sempre riservato gol e spettacolo, anche se questa volta entrambi gli allenatori dovranno fare fronte a numerose assenze. Per i bianconeri spiccano quelle di Benatia e Badu, impegnati nella Coppa d’Africa. L’Inter giocherà invece con una formazione quasi d’emergenza visti i tanti indisponibili, anche se comunque i nomi dei titolari saranno d’altissimo livello. Bisognerà inoltre vedere come le due squadre torneranno dalla sosta natalizia: Stramaccioni ha concesso due giorni di riposo in più ai suoi giocatori. Per parlare di questa partita abbiamo sentito il notissimo giornalista Bruno Pizzul. Eccolo in questa intervista per IlSussidiario.net.
Udinese-Inter che partita sarà? Una partita sicuramente condizionata dalla sosta, perché pur con tutti i propositi e la buona volontà dei giocatori, anche loro potrebbero aver esagerato un po’ durante le feste. Non a caso Stramaccioni ha concesso due giorni in più ai suoi giocatori. In ogni caso si presenta un incontro molto interessante, tra l’Udinese che è un’ottima formazione e l’Inter che è una big del calcio italiano.
Come arriva l’Udinese a questa partita? Ci sono Benatia e Badu che andranno a giocare la Coppa d’Africa, ma globalmente gli assenti dell’Udinese non saranno poi così tanti. L’infermeria della formazione friulana si è svuotata e Muriel giocherà in attacco al fianco di Di Natale. Potrebbe dargli un aiuto importante. Quindi l’Udinese sarà competitiva per quest’incontro.
I friulani nelle scorse stagioni hanno messo spesso in difficoltà l’Inter… Forse perché l’Inter è un tipo di formazione che le si addice. La squadra friulana dovrà però temere il contropiede nerazzurro, puntando sulla sua caratteristica migliore, che è quello di dare compattezza al centrocampo. L’Udinese ha perso solo quattro partite, ma ha collezionato molti pareggi. Ha avuto un calendario durissimo, con la partecipazione alla Champions League e poi all’Europa League, competizioni da cui è stato eliminata. Delusioni forti, ma ora avrà la possibilità di concentrarsi solo sul campionato. Un vantaggio che alla fine si potrebbe concretizzare con risultati importanti.
L’Inter dovrà far fronte ad ancora più assenze… Sì, ci sono problemi nella formazione dell’Inter che dovrà scendere in campo con molti giocatori indisponibili, problemi a cui si aggiungono la situazione di Sneijder, che porta tensione nell’ambiente nerazzurro, e la striscia di risultati negativi che l’Inter ha collezionato dopo la vittoria sul campo della Juventus. Sembrava che l’Inter fosse in grado di rivaleggiare con la formazione bianconera e invece la rincorsa si è fermata.
Serve quindi una scossa per la squadra di Stramaccioni per cominciare bene l’anno? Servirebbe proprio una vittoria in grado di dare morale, per cominciare bene l’anno e iniziare un periodo nuovamente positivo.
Anche per sognare di strappare lo scudetto alla Juventus, o è una cosa impossibile? 

Sognare è sempre possibile e non è detto che poi certi risultati non si avverino. Perché accada tutto questo però l’Inter dovrebbe vincere praticamente tutte le partite e forse non basterebbe neanche questo, perché la Juventus dovrebbe frenare di molto la sua marcia. Potrebbe essere di svantaggio alla formazione bianconera la serie di impegni difficili che avrà, dalla Coppa Italia alla Champions League. Credo però che sia veramente duro tutto questo.

Pubblicità

Rocchi come vice Milito le sembra sufficiente? E’ inutile che i tifosi nerazzurri si facciano tante illusioni, l’Inter non può permettersi un top player in questo momento e così per l’attacco come vice Milito è stato scelto Rocchi.

Il suo pronostico per Udinese-Inter? Vedo un pareggio.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori