CHAMPIONS LEAGUE/ Risultati e classifica del Girone E: la situazione della Juventus alla terza giornata

Il pareggio di ieri sera complica non poco il cammino della Juventus nel girone E di Champions League. La classifica del girone non arride infatti ai bianconeri, ma niente è ancora precluso

24.10.2012 - La Redazione
champions_logo_sorteggiR400
(dall'account Twitter ufficiale @ChampionsLeague)

Il pareggio di ieri sera complica non poco il cammino della Juventus nel girone E di Champions League. La classifica del girone non arride infatti ai bianconeri che dovranno fare gli straordinari per sperare di passare il turno in questa Champions League 2012/2013. Infatti, nell’altra sfida del girone lo Shakhtar Donetsk di Lucescu ha superato per 2-1 il Chelsea in casa conquistando 3 preziosi punti che lo proiettano momentaneamente in vetta. L’attuale situazione quindi vede lo Shakhtar Donetsk occupare il primo posto con 7 punti, a seguire il Chelsea a quota 4, la Juventus con 3 punti e il Nordsjaelland fanalino di coda con 1 punto. La prossima giornata di Champions League vedrà andare in scena le stesse sfide di ieri ma a campi invertiti, con Juventus e Chelsea obbligate alla vittoria. Qualora per una delle due favorite del girone il successo non arrivasse sarebbe di enorme importanza il risultato dell’altra gara in corso. Inoltre, lo Shakhtar potrebbe essere agganciato dal Chelsea in caso di vittoria Blues a Stamford Bridge, così che la Juventus dovrebbe inseguire due squadre. Nel pratico, se Juventus e Chelsea vincessero nel prossimo turno si avrebbe una classifica con Chelsea e Shakhtar a 7 punti e Juventus a 6. Considerando il Nordsjaelland ormai fuori dai giochi per la qualificazione, la Juventus sarebbe obbligata a centrare almeno 4 punti nelle due successive sfide contro i blues e gli ucraini. Va ricordato che i danesi hanno dimostrato questa sera come non si trovino a proprio agio nel ricoprire le veci di squadra materasso del girone e dunque potrebbero ancora far perdere per strada punti già virtualmente sicuri a squadre più blasonate. Marchisio e compagni sanno che ormai i bonus sono esauriti. Infatti, se nella partita in programma mercoledì 7 novembre allo Juventus Stadium contro il Nordsjaelland i bianconeri non raggiungessero la vittoria, solo una nuova sconfitta del Chelsea li permetterebbe di rimanere in corsa. In caso contrario, ci vorrebbe un miracolo (o meglio un alleato, il Nordsjaelland) in grado di far sperperare l’enorme vantaggio accumulato dalle altre squadre. Anche se, francamente, nonostante la prestazione positiva offerta dai danesi questa sera l’ipotesi sembra lontana dal realizzarsi. Dunque, in caso di vittoria dello Shakhtar a Londra la Juventus saluterebbe l’affascinante ipotesi del primo posto in classifica, ma sorpasserebbe il Chelsea in classifica portandosi a +2 dall’avversario. In quel caso si avrebbe un enorme vantaggio perché si affronterebbe lo scontro diretto in casa e poi si potrebbe avere la concreta di possibilità di giocarsi l’ultima gara del girone contro lo Shakhtar già qualificato alla fase eliminatoria. Anche un pareggio non sarebbe accolto in maniera negativa a Torino. Nonostante i diversi calcoli che da qui a mercoledì 7 novembre si rincorreranno tra i tifosi bianconeri le uniche certezze rimangono i 2 punti persi a Copenaghen e l’obbligo alla vittoria nella prossima sfida.

(Francesco Davide Zaza)

Classifica
Squadra Giocate Vinte Perse Pari Gol fatti Golsubiti Punti
Shakhtar Donetsk 3 2 0 1 5 2 7
Chelsea 3 1 1 1 7 4 4
Juventus 3 0 0 3 4 4 3
Nordsjaelland 3 0 2 1 1 7 1

 

Juventus-Nordsjaelland

Chelsea-Shakhtar Donetks

 

Nordsjaelland-Shkahtar Donetsk

Juventus-Chelsea

 

Shakhtar Donetks-Juventus

Chelsea-Nordsjaelland

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori