SERIE A/ Juventus-Lazio (0-0): la cronaca e il tabellino con marcatori e ammoniti della partita (tredicesima giornata)

- La Redazione

La Juventus impatta contro la Lazio. Allo Juventus Stadium termina 0-0 il primo anticipo della 13esima giornata. La cronaca e il tabellino di Juventus-Lazio di Serie A

Pogba_esordio Paul Pogba (Infophoto)

La Juventus impatta contro la Lazio. Allo Juventus Stadium termina 0-0 il primo anticipo della 13esima giornata di campionato. La partita è stata completamente dominata dai padroni di casa, i quali però non sono riusciti a risolvere un match complicato. La Lazio infatti è stata costretta fin dall’avvio a spendersi per una gara difensiva. La bravura di Marchetti e la sfortuna di Bonucci (traversa) hanno impedito ai bianconeri di centrare la dodicesima vittoria in campionato. La Juventus resta comunque al comando grazie ai suoi 32 punti.
Conte propone il 3-5-2 di casa preferendo Isla sulla fascia destra, lanciando Pogba nel ruolo di Pirlo e riproponendo la coppia offensiva composta da Quagliarella e Giovinco. La Lazio di Petkovic, invece, non abbandona il 4-1-4-1 elaborato durante la stagione. L’avvio di gara è di marca bianconera. La Juve, nuovamente con la casacca black, pressa a tutto campo e non lascia spazio e tempo di manovra agli avversari. La prima occasione del match arriva al 20esimo. Una rapida azione della capolista si protrae da destra verso sinistra e libera Giovinco al tiro dal limite. La sberla viene respinta in presa bassa da Marchetti. Il pallone rimane nei pressi del palo destro e Quagliarella è il più veloce di tutti a calciare colpendo però il palo esterno. La Lazio non riesce a uscire dalla e opta definitivamente per una gara strettamente difensiva. L’alta densità mette in difficoltà la Juve che non riesce a trovare le dimensioni giuste per la sua inziativa. Giovinco prova a illuminare alla mezzora. Isla dalla destra offre l’ennesimo cross che viene agganciato elegantemente dall’attaccante, il quale si gira rapidamente cercando il palo più lontano. La sfera fa la barba al palo e termina fuori. Dopo pochi attimi Bonucci legge bene il momento del numero 12 juventino e lo rimette in azione con una verticalizzazione. Giovinco elude l’intervento di Biava e Radu con un controllo a seguire e corre verso la porta. Ma il tiro proposto è ancora una volta impreciso.
Il match ricomincia così come era terminato. La prima fase di gioco regala però poche emozioni. La Lazio non prende coraggio e non si scompone, così la Juve deve per forza di cose fare la partita. Al 62esimo uno schema da angolo porta al servizio per Vidal che da fuori area ci prova con un rasoterra violento. In traiettoria, è abile a deviare verso lo specchio Quagliarella. Ma il portiere biancoceleste risponde con una parata reattiva che vale quanto un gol. La linea difensiva della Juventus contiene agevolmente le azioni di sponda di uno spento Klose e la Lazio non riesce mai ad affacciarsi dalle parti di Buffon. Pepe ricalca il campo dopo mesi di stop al posto di Isla, mentre Matri subentra a Quagliarella. Al 75esimo Marchetti deve accendere un cero per grazia ricevuta a Santa traversa dei pali che lo protegge dalla conclusione a botta sicura da pochi passi di Bonucci. La carica bianconera si sfoga a più non posso sui laziali. Dopo pochi minuti Marchisio ci prova con un tiro immediato dal limite dell’area, ma l’estremo difensore degli ospiti risponde con una respinta in tuffo. Alessio nel finale gioca la carta Bendtner passando a un 3-4-1-2, ma il tentativo è inutile. A Torino la gara termina a reti inviolate.

IL TABELLINO 
JUVENTUS-LAZIO 0-0 
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Isla (Dal 70′ Pepe), Vidal, Pogba (Dal 84′ Bentdner), Marchisio, Asamoah; Quagliarella (Dal 67′ Matri), Giovinco. All. Alessio. 
Lazio (4-5-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias (Dal 20′ Ciani), Radu; Gonzalez, Brocchi (Dal 57′ Ederson), Ledesma, Hernanes, Candreva; Klose (Dal 81′ Kozak). All. Petkovic. 
Marcatori: – 
Ammoniti: 48′ Bonucci (JUV), 52′ Marchetti (LAZ), 88′ Ledesma (LAZ), 95′ Vidal (JUV) 

(Francesco Davide Zaza – twitter@francescodzaza)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie