JUVENTUS-INTER/ Nesti: le polemiche? Non basta nemmeno vincere, il problema è che…(esclusiva)

Carlo Nesti, noto giornalista sportivo, parla delle polemiche che hanno contornato e seguito Juventus-Inter, il derby d’Italia di sabato scorso vinto dai nerazzurri per 3-1

07.11.2012 - int. Carlo Nesti
inter_juventus_polemicheR400
Infophoto

Non ci sarà mai pace per tra Juventus e Inter. Il derby d’Italia è sempre contornato da polemiche a volte anche molto dilungate. Una rivalità accesissima che parte da lontano e che negli ultimi anni si è inasprita a causa dei fattacci di Calciopoli. Il campo ha visto sabato sera il dominio dell’Inter, che ha interrotto la striscia di 49 partite senza sconfitte della Juventus. Allo Juventus Stadium è andata di scena una partita molto bella, con la Juventus partita a razzo e in gol dopo venti secondi con Vidal, in un’azione viziata dal netto fuorigioco di Asamoah. In seguito anche la mancata espulsione di Lichtsteiner che ha fatto arrabbiare tutti in casa Inter, soprattutto Massimo Moratti. L’Inter però nel secondo tempo ha ribaltato tutto rifilando tre gol alla Juventus e portando a casa la vittoria. Al termine del match il presidente Moratti ha parlato di “errore voluto dall’arbitro” riferendosi al mancato secondo giallo di Lichtsteiner: “Il presidente dell’Inter – afferma Carlo Nesti in esclusiva a Ilsussidiario.net – avrebbe potuto parlare della partita, della grandissima prestazione dell’Inter che ha fermato allo Juventus Stadium i bianconeri dopo 49 partite senza perdere. Purtroppo le polemiche di Juventus-Inter temo ci saranno sempre e spesso le tiriamo fuori proprio noi giornalisti“. Il noto giornalista e scrittore italiano, ha parlato anche delle risposte di Angelo Alessio e Leonardo Bonucci, che hanno parlato di “saper vincere”: “E’ stata una risposta a quanto detto da Moratti. Il vero problema del calcio italiano è che non basta vincere, bisogna anche inferire sull’avversario. E non mi riferisco a qualcuno in particolare ma ad una tendenza in generale“. Un peccato che una bella partita sia stata macchiata dalle solite polemiche tra dirigenti, presidenti, giocatori. I tifosi all’interno dello stadio si sono comportati bene (a parte il settore da dove è volato l’oggetto che ha colpito l’arbitro di linea, Orsato). Il problema è che le continue polemiche non fanno altro che accendere la rivalità tra i tifosi: “Ci sono tifosi con la testa a posto che a queste polemiche non pensano, al massimo servono per caricare la tensione prima del match. Ma altri pseudo tifosi sportivi potrebbero prendere queste polemiche come alibi per fare del male o fare qualcosa di pericoloso. A quel punto sarebbero tutti responsabili, in primis coloro che accendono la sfida con queste inutili polemiche“. Il pensiero di Carlo Nesti è condivisibile da tutti noi, la speranza è che le polemiche a distanza tra Juventus e Inter finiscano qua.

La classifica parla chiaro, sembra proprio che l’eterno duello tra Juventus ed Inter possa accendere la lotta scudetto quest’anno. L’Inter segue la Juventus a un punto di distanza, vedremo se le prossime giornate potranno registrare addirittura un cambio al vertice. Il ritorno a San Siro si prevede già caldo, speriamo che a parlare sia solo il campo.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori