SERIE A/ Video, Torino-Juventus (0-2): gol, sintesi e highlights (34esima giornata)

Il video di Torino-Juventus 0-2, partita valida per la trentaquattresima giornata del campionato di serie A 2012-2013: gol, sintesi e highlights del derby della Mole, firmato Vidal-Marchisio

29.04.2013 - La Redazione
curva_maratona_tifosi
(INFOPHOTO)

La Juventus vince il derby della Mole e si porta a quota 80 punti: ora, per il secondo scudetto consecutivo, manca solo un granello in più. Da conquistarsi preferibilmente nella prossima partita di campionato, che vedrà i bianconeri riceve il Palermo allo Juventus Stadium. Ci sono tutti i presupposto perché il titolo si assegni tra una settimana, anche se i siciliani avranno disperato bisogno di vittoria. I marcatori sono ancora una volta centrocampisti: Arturo Vidal e Claudio Marchisio, che sbloccano un derby combattuto nei minuti finali e lanciano la Juventus verso lo scudetto 29 (31 per i tifosi bianconeri). La partita è stata condizionata da una pioggia via via più insistente, che però non ha impedito ai giocatori di impegnarsi al massimo dando vita ad un confronto sempre vivo. La Juventus ha fatto la partita, pur non dominando nè creando occasioni a getto continuo. Al fischio finale il dato del possesso palla testimonia però come i bianconeri abbiano tenuto in mano il pallino del match: 61% la percentuale dei bianconeri, 39% quella del Toro. Che si è difeso egregiamente per quasi tutto l’arco della gara, senza però riuscire quasi mai a rendersi pericoloso. I granata hanno dedicato poco tempo effettivo alla fase d’attacco: la statistica della supremazia territoriale, che conta i minuti trascorsi nella metacampo avversaria, ha registrato solo 3’43” per il Toro, contro gli 11’45” della Juventus. Anche per questo l’indice di pericolosità della squadra di Ventura risulta striminzito, 19%, e di gran lunga inferiore a quello dei cugini (59%). Eppure il Torino non ha demeritato in fase difensiva, riuscendo a marcare bene Andrea Pirlo, cervello della Juventus, grazie alla marcatura dedicata di Meggiorini. 
 
Non a caso i due juventini con più passaggi riusciti all’attivo sono difensori, Andrea Barzagli con 72 e Leonardo Bonucci con 58: Pirlo (48 passaggi per lui) ha spesso scaricato il pallone su di loro, anche perché impedito dalle “cure” del suo marcatore di giornata. Nel Torino si è distinto il centrocampista Alessandro Gazzi, che ha recuperato più palloni di tutti, 21: alle sue spalle nella classifica dei recuperi Bonucci e Kamil Glik, a parimerito con 18. A proposito di Glik: il difensore del Torino è stato espulso per doppia ammonizione, al 90′ minuto. Tra i granata bene anche Mario Santana, autore di 1 tiro molto pericoloso bel primo tempo. Per la Juventus ottima prova di Paul Pogba, che ha effettuato 4 tiri in porta; meno positiva la partita di Mirko Vucinic, autore di 3 conclusioni ma tutte fuori misura. Prossima giornata: Juventus-Palermo, Milan-Torino.
I GOL – 0-1 all’86: l’azione della Juventus si sviluppa sulla fascia destra: Caceres passa a Marchisio che non trova spazio per la giocata verticale e tocca alla sua sinistra per Vidal, che si trova in posizione centrale a circa 20 metri dalla porta del Torino; il cileno controlla, lascia rimbalzare il pallone e tira di destro, un gran colpo che s’insacca nell’angolino basso alla destra di Gillet, che non può farci nulla. Per Vidal è il gol numero 9 in questa serie A. 0-2 al 92′: punizione per la Juventus dalla fascia sinistra. Il cross di Pirlo spiove sul secondo palo dove c’è Quagliarella, l’attaccante di testa mette il pallone nell’area piccola, dove Marchisio può colpire di destro indisturbato: palla sotto la traversa e sesto gol in campionato per il centrocampista.
Queste alcune delle dichiarazioni di Giampiero Ventura, allenatore del Torino, nel dopopartita di SkySport: “Dopo una sconfitta non si può essere soddisfatti. Logicamente sono contento perché alla Juventus abbiamo concesso poco, fino al gol nei minuti finali che purtroppo è una nostra costante. Se andava dentro la palla di Jonathas sul cross di Cerci magari cambiava tutto. Adesso ci restano 4 partite difficili soprattutto quella con il Milan. Oggi a differenza di altre volte eravamo molto attenti e abbiamo costretto la Juve a calciare lungo, ovviamente non si poteva pretendere di dominare la Juve che ha 40 punti di differenza da noi. Spero di arrivare il prima possibile alla salvezza perchè i ragazzi meritano di rimanere in serie A“. Questa invece l’analisi sulla partita di Antonio Conte, allenatore della Juventus, sempre ai microfoni di SkySport: “È stata una partita preparata benissimo da parte nostra, sotto tutti i punti di vista. Affrontare il Torino non è mai facile, non è mai semplice. L’abbiamo preparata, curata come sempre nei minimi dettagli. Una partita che volevamo vincere e l’abbiamo fatta noi la partita. Complimenti al Torino perché comunque si è opposto in maniera degna, ha tenuto bene il campo. Alla fine siamo riusciti a fare gol, sicuramente il gol di Vidal e il gol di Marchisio sono gol pesantissimi, perché è inutile dire che adesso manca un solo punto per la matematica certezza, presupponendo che il Napoli le vinca tutte quante“.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori