CALCIOMERCATO/ Milan, addio Cassano: sarà Genoa o Fiorentina

Il talento di Bari Vecchia deve giocare con continuità per ottenere la chiamata ai prossimi europei. Le ipotesi che circolano sono i viola e un ritorno in Liguria sponda rossoblu

11.06.2011 - La Redazione
Prandelli-Cassano_r375_6set10
Cassano con Prandelli (Foto Ansa)

La situazione è semplice quanto intricata: Antonio Cassano deve giocare per conquistarsi gli Europei del 2012 ma al Milan lo spazio è poco. Sembra infatti che la prossima stagione in maglia rossonera lo vedrà ancora una volta ai margini. O meglio: ancora in panchina. Robinho, Ibrahimovic e Pato, salvo terremoti di calciomercato, resteranno e anzi potrebbe arrivare anche un rinforzo di peso per il reparto avanzato. Inzaghi tornerà a disposizioni dopo l’infortunio e per Cassano le possibilità di giocare sono davvero limitate. Cesare Prandelli, come gli avevano detto alcuni mesi fa in privato, pubblicamente ha fatto arrivare un messaggio chiaro al barese: “Qui verranno convocati solo giocatori che sono titolari nei loro club di appartenenza”. Ecco perché il suo agente e manager, l’avvocato Giuseppe Bozzo, sta lavorando con alcune società italiane per tentare di piazzare il suo assistito, con la garanzia appunto di essere titolare.

Bozzo ha già avviato i contatti con il club viola che sembra interessato al barese anche se ci sarà da capire quanto il suo apporto sarà determinante ed efficace per l’attacco toscano e come Cassano si trovare a giocare con elementi del calibro di Mutu e Gilardino.

 

L’ipotesi di tornare in Liguria con il passare dei giorni prende consistenza. La moglie Carolina avrebbe espresso più volte il desiderio di riavvicinarsi ai genitori, visto che a Milano passa un sacco di ore sola, solo con la compagnia del figlio. Preziosi ci pensa, Malesani non opporre resistenza. E poi che sgarbo sarebbe ai cugini del Doria….



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori