CALCIOMERCATO/ Milan, Arena (ag.Fifa): Tymoschuk è l’uomo giusto per Allegri (esclusiva)

Salvatore Arena, agente Fifa esperto di mercato tedesco, parla di un possibile ritorno di fiamma tra il Milan e Tymoschuk in queste ultime giornate di calciomercato. 

29.08.2012 - int. Salvatore Arena
Tymoschuk
Anatolij Tymocuk, centrocampista del Bayern Monaco e della nazionale ucraina (Infophoto)

Dopo i colpi Bojan Krkic e Niang, il calciomercato del Milan deve adesso concentrarsi nella disperata ricerca di un centrocampista. Tanti i nomi che circolano nell’orbita rossonera: da De Jong a Lassana Diarra, il fattore comune è sempre quello: l’uomo che approderà a Milanello dovrà essere un play basso da piazzare davanti alla difesa. L’esperimento Montolivo per quanto occasionale, non sembra riproponibile e lo stesso Allegri vorrebbe fare a meno di ripeterlo. L’ex Fiorentina non ha né la qualità di Pirlo, né l’aggressività di Van Bommel, si tratta piuttosto di un interessante ibrido che potrà fornire il giusto apporto come interno destro in una linea mediana a tre. Il giusto rinforzo potrebbe arrivare dalla Germania, più precisamente dal Bayern Monaco che tra le proprie fila ha un esubero di lusso. Si tratta di Anatolij Tymošcuk, mediano di rottura che detiene il record di presenze con la nazionale ucraina e che farebbe tanto comodo ai rossoneri. La pista che porta all’ex Dinamo Kiev pare sfumata, ma per capire se ancora qualcosa bolle in pentola, abbiamo contattato, in esclusiva per IlSussidiario.net, Salvatore Arena, agente Fifa ed intermediario di diverse operazioni tra Germania e Italia. “Si è parlato molto di Tymoshchuk al Milan, c’è stata anche un’offerta, però non se n’è fatto nulla ed onestamente non riesco a capacitarmi del perché”. Dietro l’incredulità di Arena c’è ovviamente una disamina tattica: “Penso che il Milan abbia bisogno di fare qualcosa in quella zona del campo. Non hanno nessuno davanti alla difesa, un rincalzo servirebbe dopo la partenza di Van Bommel e Tymoschuk è un giocatore simile all’olandese”. Inoltre i costi dell’operazione non dovrebbero essere eccessivi, considerando che il contratto dell’ucraino scadrà nel 2013. Alla chiusura delle operazioni mancano però ancora tre giorni e per questo l’agente Fifa non chiude alla possibilità di una riapertura del fronte. “Non escludo che ci possa essere un ritorno di fiamma però è un discorso da affrontare più avanti”. Prima ci sarà infatti da valutare la possibilità di chiudere per Diarra e De Jong che restano le priorità di Galliani ed Allegri. Se Manchester City e Real Madrid non dovessero ammorbidire le richieste ecco che potrebbe tornare di moda lui, l’ucraino.

La previsione di Arena è però chiara. “Se l’operazione si dovesse concludere avverrà nell’ultima giornata di mercato. Galliani del resto ha sempre dimostrato di saper piazzare il giusto colpo in chiusura di calciomercato”. Tanto per citare qualche esempio i colpi di coda delle ultime sessioni estive sono stati Ibrahimovic e Nocerino. All’ombra della Madonnina, mai come adesso sperano che il motto “non c’è due senza tre” valga anche stavolta, dopo un calciomercato di così basso profilo è l’unica cosa alla quale ci si può aggrappare.

(Massimiliano de Cesare)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori