CALCIOMERCATO/ Milan, Cavallo (ag. FIFA): Kakà-Real Madrid, Perez non vuole il prestito e Mourinho… (esclusiva)

L’agente Fifa Giovanni Cavallo, che vive e lavora a Madrid, ci parla dell’affare Kakà-Milan. Per il successo di questa trattativa di mercato, dipenderà molto dalla volontà del giocatore…

20.01.2013 - int. Giovanni B. Cavallo
Kakà_Madrid
Kakà (infophoto)

La trattativa più calda del mercato di gennaio si gioca sull’asse Milano-Madrid con Adriano Galliani da una parte e Florentino Perez dall’altra. Il primo è l’amministratore delegato del Milan, il secondo il presidente del Real Madrid. In mezzo Ricardo Kakà che sembra davvero vicinissimo. Il trequartista brasiliano che indossa la maglia dei madrileni piace molto ai rossoneri che gradirebbero il ritorno dell’ex San Paolo a Milanello. I tifosi del Milan sognano di rivedere in maglia rossonera quel giocatore in grado di vincere da solo la Champions League e premiato con il Pallone d’Oro. In realtà non solo i tifosi, ma anche molti tra le giovani stelle del Milan, quelle del futuro come Saponara, o quelle del presente come El Shaarawy, non vedrebbero l’ora di vivere a fianco del loro idolo. Non sarà affatto semplice, la situazione non è ancora molto chiara anche se martedì ci sarà un incontro a Madrid tra le due parti. Il Milan dovrà fare uno sforzo così come il Real Madrid. Ma anche il giocatore dovrà capire che per rivestire la maglia del club di Via Turati dovrà rinunciare a molti soldi. Per capire maggiormente l’affare Kakà-Milan, al di là dei sui aspetti mediatici, abbiamo raggiunto telefonicamente in Spagna l’agente Fifa Giovanni Cavallo che vive e lavora a Madrid. In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente italiano ha dichiarato: “L’affare Kakà non è affatto semplice, il problema principale è che la parola prestito non è molto gradita al presidente Florentino Perez che ha speso tanto per il giocatore qualche anno fa e ha sempre versato un ingaggio altissimo. Difficile pensare a un prestito, ci vorrebbe un sacrificio da parte dei rossoneri altrimenti l’affare rischia di non andare in porto”. Galliani dovrà battere le resistenze del club madrileno che vuole riuscire a recuperare parte dei soldi spesi qualche anno per prendere Kakà dal Milan per circa 64 milioni di euro. Ma un grande sforzo dovrà farlo anche il giocatore che dovrà rinunciare a parte del suo lato ingaggio per tornare a Milano: “Kakà dovrà capire che per tornare al Milan dovrebbe ridursi l’ingaggio in maniera pesante visto che attualmente prende troppo per il calcio italiano. Inoltre bisogna fare molta attenzione alla strategia di Mourinho che dice di voler assolutamente confermare Kakà ma in questo modo spera di risollevare il valore del cartellino del giocatore in questa stagione” ha dichiarato l’agente Fifa Cavallo. La palla passa a Galliani che dovrà cercare di arrivare a un accordo tra le due parti.

Kakà potrebbe aumentare la qualità della rosa del Milan per questo Allegri ha voluto spendere parole importanti nei confronti del brasiliano che spera di poter tornare a Milano per fare la differenza nel calcio italiano.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori