Calciomercato Milan/ Kakà: voglio andarmene. Galliani apre: è la volta buona?

calciomercato Milan – Nel giorno di Matri il protagonista del mercato rossonero è un altro, Kakà. Di un possibile ritorno del brasiliano negli anni si è già parlato tanto, ma stavolta…

30.08.2013 - La Redazione
kaka_esultanza
Kakà di nuovo al Milan (Infophoto)

E’ arrivato finalmente il giorno di Alessandro Matri in rossonero, la tifoseria però non gradisce affatto questa operazione e si scatena sui social network. Non convince questo innesto, ritenuto superfluo sotto il profilo tattico e dannoso in quanto va di fatto a pagare l’operazione Tevez alla Juventus, rivale storica. Galliani però sa bene come ricucire gli strappi con la propria gente e apre ad un nome, quello sì, che fa sempre sognare il popolo milanista, quello di Kakà. Nel corso di un’intervista a Lancenet, il dirigente ha affrontato l’argomento: “Ricardo è sempre nei nostri cuori, vediamo se un suo ritorno può concretizzarsi”. Volere non sempre e potere, ma proprio da Kakà arrivano parole che ai più smaliziati non suoneranno casuali: “Vorrei andarmene, mi piacerebbe tornare a giocare con continuità ma restare in Europa. Qui ho poco spazio – prosegue ai microfoni di MarcaTv – e io adesso ho bisogno di giocare”. Se due indizi fanno una prova, stavolta il ritorno al Milan del brasiliano è molto più di un sogno. Nel corso degli anni se è ne parlato più volte, tante, forse troppe, la sensazione però è che questa volta Kakà non intenda più aspettare, l’avventura al Real Madrid gli ha regalato pochissime gioie e il prossimo anno, complice l’arrivo di Gareth Bale, si prospetta ancora più duro. 31 anni non sono pochi, il brasiliano vorrebbe vivere le ultime stagioni dove può sentirsi amato e tornare a rendere come sa. Come ai tempi del Milan, appunto, il Pallone d’Oro 2007 non vuole fare muffa in panchina e c’è da capirlo. Di contro Allegri vorrebbe un calciatore abile ad operare tra le linee, in grado di far cambiare il passo alla squadra. Lo scorso gennaio tutto si è bloccato perché non si è trovata la formula adeguata per il trasferimento, con le Merengues che non volevano bruciare un i 67 milioni spesi nel 2009, questa volta c’è davvero bisogno di cedere il giocatore e potrebbero essere valutate anche altre soluzioni. Un altro guaio è l’ingaggio, dieci milioni annui percepisce Ricky attualmente, quattro ne prende Balotelli, il Paperone di casa Milan. In questo caso è il giocatore a dover fare un sacrificio.
Clicca qui per il riepilogo delle principali notizie di calciomercato del Milan di oggi, 30 agosto 2013



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori