Calciomercato Milan/ News, non solo Schmeichel: un altro danese nel mirino di Galliani. Notizie al 13 aprile 2014 (Aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, l’amministratore delegato rossonero, Adriano Galliani, guarda in Danimarca in vista della finestra di trattative estive: piacciono Schmeichel e Schone

galliani_sky
Adriano Galliani, ad del Milan (Foto Infophoto)

Durante il prossimo calciomercato estivo il Milan potrebbe acquistare in Danimarca. Stando alle ultime indiscrezioni riportate nel nord Europa, la società di via Aldo Rossi avrebbe messo nel mirino un paio di giocatori provenienti dal paese scandinavo. Il primo è Kasper Schmeichel, estremo difensore del Leicester, assoluto protagonista in stagione nella promozione in Premier League del club inglese. Figlio del noto Peter, ex stella del Manchester United, Schmeichel ha il contratto in scadenza al 30 giugno e di recente ha fatto capire che il suo futuro sarà tutto da stabilire. Il Milan rivoluzionerà il parco portieri fra pochi mesi, e Schmeichel sarebbe un innesto sicuramente di qualità oltre che un’occasione da cogliere al volo. L’altro danese nel mirino è Lasse Schone, centrocampista dell’Ajax il cui contratto scadrà al 30 giugno del 2015. Il suo agente ha parzialmente smentito l’interesse dei rossoneri ma è logico pensare che in caso di offerta concreta il ragazzo potrebbe seriamente accogliere la proposta del Milan.

Durante il calciomercato estivo sarà vera e propria rivoluzione in casa Milan. Clarence Seedorf, a denti stretti, ha detto che cambierà 3/4 della squadra attuale, e stando a quanto riporta Tuttosport stamane, il colpo di spugna potrebbe essere ancora più deciso. Il quotidiano torinese individua infatti un elenco di ben 24 giocatori che potrebbero cambiare casacca da qui alla prossima estate,. Otto sembrerebbero quelli che rimarranno al Milan anche dopo luglio e agosto e precisamente Bonera, Essien, De Jong, Muntari, Montolivo, Cristante, Honda e Pazzini. I casi più caldi sono senza dubbio quelli di Balotelli, Kakà, El Shaarawy, Abate e De Sciglio, la cui permanenza a Milanello deriverà soprattutto dalle eventuali offerte che giungeranno in via Aldo Rossi nei prossimi mesi. L’ad Galliani vorrebbe trattenerli, ma di fronte a proposte di 20/30 milioni di euro, tutto potrebbe succedere. Per Kakà, invece, sarà decisiva la volontà dello stesso e nel contempo il progetto che i vertici milanisti gli offriranno in vista della stagione 2014-2015, senza Champions. Numeroso l’esercito di quei calciatori che sono in bilico, il cui futuro è tutto da scrivere, e precisamente Zapata, Mexes, Constant, Zaccardo, Birsa e Robinho. Se dovessimo scommettere punteremmo comunque sulla loro partenza, decisamente più quotata rispetto alla permanenza. Matri, Niang, Nocerino, Traorè e Didac Vilà rientreranno dai prestiti ma a Milanello saranno solo di passaggio, mentre Petagna e Gabriel verranno ceduti a titolo temporaneo per permettere loro di proseguire il processo di crescita. Per Poli bisognerà trattare la metà con la Samp, mentre Saponara e Salamon dovrebbero essere ceduti. Infine, Amelia, che lascerà il Diavolo in cerca di una squadra con la quale giocare con continuità, Silvestre tornerà all’Inter, mentre Rami e Taarabt verranno riscattati. Tanti dubbi su Emanuelson, il cui contratto scadrà a giugno: cosa farà?

Il Milan fa veramente sul serio per il talentuoso Sardar Azmoun, trequartista classe 1995 di origini iraniane, in forza ai russi del Rubin Kazan. Commentando le ultime indiscrezioni che vogliono il giovane calciatore nel mirino dei rossoneri, lo stesso si è sbilanciato, svelando grandi sorprese: «L’Arsenal ha parlato con me durante la Marbella Cup. Ho anche sentito Adriano Galliani che mi considera come il possibile erede di Kakà. Con il Milan cominceremo le trattative nei prossimi giorni». Il contratto di Azmoun scadrà al 30 giugno del 2015, fra circa 15 mesi, ma è logico che di fronte a tali offerte lo stesso talento starebbe spingendo per il trasferimento. Il prezzo del suo cartellino non è ancora lievitato nonostante i media lo paragonino già a Lionel Messi. Un confronto che però il diretto interessato rimanda al mittente: «Non lo so perchè i giornali inglesi mi hanno comparato a Messi. Forse per il mio dribbling. Comunque più di tutti mi piace Ibrahimovic». Ibra, grande ex rossonero: chissà che a breve Azmoun non possa iniziare una carriera prestigiosa come quella del colosso svedese…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori