CALCIOMERCATO/ Napoli, De Laurentiis blinda Cavani e punta 10 giocatori, si tratta Radosevic e non tramonta Astori

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, euforico dopo l’assoluzione per le vicende calcio scommesse, blinda ulteriormente Edinson Cavani e mira a 10 talenti

18.01.2013 - La Redazione
aurelio_de_laurentiis_r400
Aurelio De Laurentiis (Infophoto)

CALCIOMERCATO – Sulle ali dell’entusiasmo in seguito alla penalizzazione tolta dalla Corte di Giustizia Federale, e alla “restituzione” dei due precedentemente squalificati Paolo Cannavaro e Gianluca Grava, il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis è uscito allo scoperto, e raggiante ha parlato anche di mercato. Diversi gli argomenti trattati dal vulcanico presidente azzurro, a cominciare dal futuro di Edinson Cavani: «Confido nella professionalità di Cavani. Lui sa che da noi è “the number one of the city”: non credo che in altri luoghi o in altre squadre più blasonate di noi possa identificarsi così con città, maglia, tifosi». Il numero uno del club campano si coccola quindi il Matador e le parole di amore e ammirazione arrivano in concomitanza con quelle rilasciate dall’allenatore dell’Arsenal Arsene Wenger. Lo storico manager francese dei Gunners ha mandato altrettanti sms d’amore al nazionale uruguagio, indicandolo come possibile obiettivo per il club londinese: «Costa tanto, è vero, nessuno lo nega. Ma il nostro tesoriere vive al mio fianco ed è sempre in attesa che arrivi il giocatore giusto per mettersi all’opera». Lo stesso Wenger ha poi aggiunto, sempre parlando dell’ex centravanti del Palermo: «Il prezzo potrebbe abbattersi negli ultimi giorni di mercato. E’ questo il motivo per cui gli affari si fanno soltanto nelle ultime 24-48 ore del calciomercato». Dopo Chelsea e Manchester City un nuovo assalto all’orizzonte per Cavani si starebbe palesando. Del resto i Gunners hanno perso la scorsa estate Robin Van Persie, che sta letteralmente facendo faville con la casacca del Manchester United, e puntano ad individuare un degno erede del nazionale olandese. Il prescelto Wenger lo avrebbe già individuato, ma Aurelio De Laurentiis non sembra facilmente propenso alla partenza del proprio pupillo, soprattutto, in saldo. «Nella scorsa estate – ha puntualizzato lo stesso patron – rifiutai 55 milioni di euro e mi sono tenuto Cavani». Una pratica che tornerà d’attualità la prossima estate, quando i verdetti dei vari campionati saranno decisi e quando si saprà se questo Napoli, che ieri ha riottenuto due punti ritornando secondo in classifica al pari della Lazio, avrà o meno conquistato l’accesso alla prossima Champions League, condizione ritenuta basilare per la permanenza del nazionale celeste a Castelvolturno. Prima però, ci sarà da concludere il mercato di gennaio 2013 che ha da poco superato il giro di boa. De Laurentiis, nell’euforia generale, ha confessato di avere nel mirino una decina di giocatori, che potrebbero essere bloccati fino a giugno per poi trasferirsi in estate in Campania.

Difficile individuare quali potrebbero essere. Fatto sta che fra i tanti nomi circolanti nelle ultime ore continua ad esservi quello di Josip Radosevic, centrocampista 18enne, ruolo mediano, in forza all’Hajduk di Spalato. Il direttore sportivo Riccardo Bigon lo considera il giusto clone di Valon Behrami, e starebbe premendo affinchè si trasferisca a Napoli. Offerto un contratto da 5 anni con ingaggio da 250mila euro netti all’anno con l’aggiunta di bonus. Il club di Spalato ha però respinto una prima offerta da 3 milioni di euro, richiedendone altri 500mila, e il Parma vorrebbe approfittarne cercando di assicurarsi il talento decisamente interessante. Nel frattempo, nonostante l’assoluzione completa di Cannavaro e Grava, il Napoli continua a ricercare un difensore centrale, visto che Britos non convince in pieno, così come il talento Fernandez. Il nome in cima alla lista dei desideri continua ad essere quello di Davide Astori, gioiello del Cagliari. Nelle ultime ore è stata messa sul piatto un’offerta da 9,5 milioni di euro ma il numero uno dei rossoblu, Cellino, vorrebbe ottenere per il suo classe 1987 almeno una quindicina di milioni di euro. Difficile che si trovi un’intesa e il tutto potrebbe essere posticipato alla prossima estate quando vi sarà più tempo a disposizione per imbastire un’operazione così complessa.

Continuano invece a circolare le idee Silvestre, Astori e Andreolli, operazioni che potrebbero decollare a breve ma nel contempo anche naufragare visto che fino ad ora si è trattato solamente di rumors ed indiscrezioni e nessuna mossa concreta è stata effettuata. Attenzione anche alle novità che potrebbero verificarsi in porta. Antonio Rosati, il secondo di Morgan De Sanctis, praticamente inutilizzato, potrebbe lasciare già a gennaio il Napoli. Il rinnovo ormai ufficiale di De Sanctis spinge l’ex estremo difensore del Lecce a trovarsi una nuova sistemazione lontano dal San Paolo e il suo sostituto potrebbe essere Jesper Hansen, classe 1985 in forza al Nordsjaelland, messosi in luce in particolare durante la recente Champions League.

 

(Giancristofaro Davide)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori