Calciomercato Napoli/ Savoldi: manca un centrale veloce. In attacco il vice Higuain… (esclusiva)

In esclusiva per IlSussidiario.net, Beppe Savoldi, ex attaccante del Napoli, ha parlato del mercato del club partenopeo a cui manca un difensore centrale veloce…

05.10.2013 - int. Giuseppe Savoldi
benitez_sampdoriaR400
Infophoto

Il Napoli vuole assolutamente rinforzare la rosa a gennaio. Il presidente De Laurentiis vorrebbe assecondare le richieste del tecnico Benitez che probabilmente preferirebbe avere un’altra alternativa in attacco e un difensore centrale veloce. Proprio in attacco si soffre tremendamente la mancanza di un vice Higuain, anche perché il giovane Zapata è ancora molto acerbo. In difesa invece servirebbe un difensore con caratteristiche specifiche, uno veloce visto che Britos e Albiol non lo sono. In esclusiva per IlSussidiario.net, Beppe Savoldi, ex attaccante del Napoli, ha parlato del mercato dei partenopei.

Il Napoli ha un problema in attacco secondo lei? Se parliamo di Higuain ovviamente non c’è nessun problema, se pensiamo al vice Higuain sì, manca in effetti un giocatore che possa sostituirlo degnamente.

Duvan Zapata è apparso ovviamente in netta difficoltà… Esatto, il giovane colombiano non è certamente un calciatore già pronto. Contro il Genoa è apparso ancora indietro fisicamente ma come tipo di giocatore è diverso. Forse è stata una scelta precisa di Benitez.

In che senso? Magari Zapata potrà servire in futuro per alcuni momenti di gioco, per esempio sui palloni alti. In quel modo il Napoli potrebbe sfruttare il fisco del calciatore colombiano.

Anche perché Pandev non sembra essere adatto a fare la prima punta… Mi sembra ovvia come cosa, non ci si può inventare i ruoli. Pandev è una seconda punta, non può certo fare la prima punta.

C’è anche un problema difensivo secondo lei? Io credo che per ora i due centrali titolari se la stiano cavando bene. Ma il problema è un altro.

Ovvero? Servirebbe un centrale difensivo con caratteristiche diverse, veloce e diverso fisicamente rispetto ai due titolari.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori