Ssc Napoli/ News, Cerezo: De Laurentiis ottimo presidente, Benitez è magnifico (29 e 30 settembre 2014)

- La Redazione

Ssc Napoli news al 29 e 30 settembre: il numero uno dell’Atletico Madrid, Enrique Cerezo, ha commentato il momento di crisi dei partenopei, e parlato di De Laurentiis e Rafa Benitez

benitez_dito
Rafa Benitez (Foto: Infophoto)

Il presidente dell’Atletico Madrid, Enrique Cerezo, ha commentato il momento che sta vivendo il Napoli in questo inizio di stagione, partita sicuramente con il piede sbagliato. Così come gli azzurri anche i Colchoneros stanno deludendo le attese, ma il numero uno dei madrileni ammette: «Se i momenti difficili capitano a Real Madrid e Barcellona – le parole rilasciate ai microfoni del quotidiano Tuttosportpossono verificarsi anche per Atletico e Napoli». Cerezo ha solo parole di elogio nei confronti del madrileno Rafa Benitez e del presidente degli azzurri Aurelio De Laurentiis: «De Laurentiis è un grande produttore cinematografico e un ottimo presidente. Il Napoli ha una bella squadra e Benitez è un allenatore magnifico».

L’ex portiere Dino Zoff ha parlato oggi a Radio Crc della situazione in casa Napoli durante la trasmissione ”Si Gonfia la Rete”: “L’inizio del campionato del Napoli poteva essere più abbordabile, ma la voglia di fare troppo ha fregato i partenopei. Reina ha esperienza e grande qualità, ma in queste prime partite il Napoli è mancato in ogni ruolo. Rafael poteva fare di più, ma è ingiusto prendersela solo con lui”. 

SSC NAPOLI NEWS: BENITEZ (29 SETTEMBRE 2014) – Il noto dirigente Pantaleo Corvino ha parlato oggi a Radio Onda Libera durante la trasmissione Pezzi da 90. Questi ha così parlato del momento dei partenopei: “Il Napoli può dare fastidio a Juventus e Roma. Aspettiamo ora la sfida dello Stadium, sperando che sia una gara spettacolare. Milan e Inter hanno preso strade diverse,ci vuole pazienza. Credo nel Napoli penso che possa dare fastidio e disturbare le due capoliste“. A Napoli la vittoria contro il Sassuolo potrà dare la carica per ripartire e cominciare una seconda parte della stagione più positiva della prima. Le sconfitte contro Chievo e Udinese sono alle spalle, il ko di Bilbao lontanissimo, ora bisogna solo pensare alla prossima partita e vincere ancora.

E’ un Rafa Benitez grintoso e nel contempo amareggiato quello che ha parlato ai microfoni dei cronisti al termine del successo del suo Napoli sul campo del Sassuolo (gara conclusasi con il risultato di 0 a 1 per gli azzurri). L’ex tecnico del Chelsea ha sbottato, chiedendo un po’ di rispetto: «Ma se vinciamo cinque partite di seguito vedrete che torno quello di sempre…Io conosco il mondo del calcio, so come vanno le cose e però mi ritengo un professionista serio circondato da professionisti seri: ascoltare cose false, che c’entrano nulla con noi, non è piacevole. Mi è sembrato quasi che, all’improvviso, fosse caduto dal cielo, su Napoli, un allenatore…ma io alleno da 28 anni e il rispetto non deve mai venire meno». Sulla prova del Mapei Stadium invece: «E’ il successo del gruppo, che ha dimostrato la sua forza ed è stato capace di vincere una partita non facile. Avremmo meritato di più anche altre volte in questa prima parte della stagione. Direi che le sconfitte contro Chievo e Udinese e il pari con il Palermo potevano essere tre successi, ma inutile star qui a recriminare». Infine Benitez rivolge un applauso ai tifosi per il sostegno in questo periodo di crisi: «I tifosi, quando sono con noi, e soprattutto in occasione della partite in trasferta, ci trasmettono energia e incidono in maniera seria sul nostro rendimento: secondo me, il Napoli con la propria gente al fianco riesce ad ottenere anche il 10% in più da se stesso».

Il Napoli rialza la testa e torna a vincere in campionato dopo un mese. Al Mapei Stadium di Reggio Emilia, arrivano i tre punti per i partenopei, merito di José Maria Callejon, autore del gol vittoria. Al fischio finale l’ex Real Madrid ha preso la parola, affermando: «Dovevamo vincere e l’abbiamo fatto. Dobbiamo vincere e lo faremo. Noi siamo il Napoli. Noi abbiamo lavorato sempre con tanta determinazione, poi succede che qualche partita vada male: è capitato a noi, che di sfortuna ne abbiamo avuta tanta. E stavolta invece siamo riusciti a resistere, ad evitare di rovinarci la giornata. Abbiamo dato una bella dimostrazione, perché questa è stata una vittoria di squadra». Callejon rimanda al mittente le critiche degli scorsi giorni: «A noi mancava la vittoria, esclusivamente quella. E tre punti danno fiducia, soprattutto quando il momento non è dei più favorevoli. Siamo stati puniti eccessivamente nelle partite precedenti, ma con il Sassuolo l’abbiamo giocata come dovevano e siamo stati bravi nel farla nostra: ma il Napoli, sia chiaro, gioca sempre per imporsi, non è nel nostro stile fare calcoli». Una vittoria merito di Callejon ma per l’attaccante spagnolo è un successo di tutto il gruppo, non di un uomo solo: «E’ stato un successo meritato ed è un premio, questo, che noi condividiamo tutti assieme, perché ognuno ha messo qualcosa di suo. Sono tre punti importantissimi e sono del Napoli nel suo complesso, anche di chi non ha giocato, perché ci aiutano a superare una fase delicata di questo torneo. Eravamo reduci da una serie di gare negative ma chi gioca sa che può capitare, che tu dia tutto te stesso e comunque non riesca a vincere. Invece stavolta usciamo dal campo anche con ottimismo e con la consapevolezza di sempre: noi vogliamo vincere sempre, noi vogliamo vincerle tutte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori