CALCIOMERCATO LAZIO/ Tare: “Correa vuole giocare in Italia ma dipende dall’Inter”

- Alessandro Rinoldi

Calciomercato Lazio, tutte le indiscrezioni riguardanti le trattative dell’estate. Il direttore sportivo Tare parla della possibile cessione di Joaquin Correa. L’analisi di mister Sarri.

Correa Szczesny Lazio Juventus lapresse 2020 640x300
Szczesny e Correa in un Lazio-Juventus (LaPresse)

CALCIOMERCATO LAZIO, TARE SULL’ADDIO DI CORREA

In casa Lazio prosegue il tormentone di calciomercato legato all’addio di Joaquin Correa, accostato con insistenza all’Inter ed all’Everton. Interpellato da Sky Sport, il direttore sportivo biancoceleste Igli Tare al riguardo ha spiegato: “Correa ha espresso il desiderio di lasciare la Lazio, c’è questa possibilità con l’Inter e vediamo come si evolverà nelle prossime ore. Per noi è importante, ma dipende da quello che vuole fare l’Inter, il suo desiderio è rimanere in Italia. Non c’è mai stata una trattativa, ci sono delle volontà, i procuratori stanno facendo un gran lavoro per risolvere il problema. Chi rimane alla Lazio deve essere contento di vestire questa maglia, è fondamentale rispettare anche lo stato d’animo del ragazzo perché si è sempre comportato bene. Luis Alberto in panchina? Il gioco di Sarri è diverso da quello degli anni passati. Serve intensità e in questo momento Luis Alberto è indietro, è una semplice scelta tecnica e deve essere giudicata come tale. Non è il momento di creare dei casi.” Lo spagnolo dovrebbe quindi restare nonostante i problemi avuti ad inizio ritiro precampionato mentre nelle prossime ore l’Inter potrebbe chiudere per l’acquisto di Correa.

CALCIOMERCATO LAZIO, LE PAROLE DI MISTER SARRI

Ieri sera la Lazio ha esordito in campionato ottenendo un buon successo in trasferta per 3 a 1 sull’Empoli ma la squadra potrebbe ancora aver bisogno di aggiungere qualcosa tramite la sessione di calciomercato attualmente in corso. Al termine della gara l’allenatore Maurizio Sarri non ha negato il fatto che l’organico a sua disposizione non sia del tutto completo spiegando: “Differenze col mio Napoli? Dal punto di vista tecnico poche, dal punto di vista morale molte. Il gruppo è molto applicato e segue l’allenatore. Tecnicamente il Napoli era più vicino alle mie idee come modo di giocare e completezza di rosa, questa è una squadra che viene da un percorso diverso e per questo ci vorrà più tempo. In allenamento iniziamo a fare le cose abbastanza bene in base alle mie richieste. In partita vengono fuori abitudini diverse. Nella fase offensiva non abbiamo automatizzato certi movimenti. Il gruppo mi soddisfa. Milinkovic? Un ragazzo solare. Luis Alberto ha avuto un po’ di acciacchi, normale che sia indietro. Appena siamo andati in vantaggio ho pensato subito ad inserirlo. Volevo il possesso, non la fase difensiva. Il sarrismo nella Lazio? Normale ce ne sia poco, ma stasera siamo usciti con buona qualità diverse volte. Questa è una squadra che viene da un percorso diverso. Normale che ancora ci sia una percentuale non alta dei miei metodi.”







© RIPRODUZIONE RISERVATA