NOA KIREL, “UNICORN” ISRAELE/ Eurovision, Maionchi perplessa: “Non capisco l’unicorno cosa rappresenta”

- Emanuele Ambrosio

Noa Kirel con "Unicorn" rappresenta Israele nella finale dell'Eurovision 2023. Tra le favorite alla vittoria finale della competizione. Il suo percorso artistico

Noa Kirel, Eurovision 2023

Noa Kirel, esponente di Israele, è la ventitreesima artista ad esibirsi in questa finale dell’Eurovision Song Contest 2023. La giovane cantante sale sul palco di Liverpool per cantare ‘Unicorn’. Cantante, attrice e conduttrice Noa Kirel ha 22 anni. La sua carriera nel mondo della musica inizia a 13 anni con il singolo di debutto Medabrim. Ricordiamo che Israele ha ospitato la manifestazione per tre volte, ogni venti anni, 79′,99′ e 2019.

“Molto misto tra ballo ed altro, non capisco bene cosa rappresenti l’unicorno” è il commento scherzoso di Mara Maionchi dopo l’esibizione dell’artista israeliana, che lascia poi spazio alla Slovenia con “Carpe Diem”. Il web italiano non ha apprezzato molto il brano: “La canzone di Israele mi sembra così banale. Senza contare che mi sembra già sentita e risentita, eppure sta spopolando”. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Noa Kirel sarà la vincitrice dell’Eurovision 2023?

Noa Kirel con “Unicorn” rappresenta Israele nella finale dell’Eurovision 2023. La giovane interprete sin dall’inizio della kermesse è data tra le favorite alla vittoria finale con Finlandia e Svezia. La sua “Unicorn” è una canzone travolgente accompagnata da un balletto davvero pazzesco in cui la bellissima Noa dà sfoggio di tutto il suo talento di performer. Il brano, dalle sonorità moderne che mixa sapientemente la dance al pop porta la firma di Doron Medalie, Yinon Yahel e May Sfadia. Nonostante la giovane età, soli 22 anni, Noa può vantare una carriera di attrice con diversi film all’attivo.

Non solo, la bellissima Noa ha anche doppiato con la sua voce diversi personaggi nei film senza dimenticare che ha vinto per ben 5 volte il Best Israeli Act agli MTV Europe Awards. Chissà che con Unicorn non possa vincere davvero l’Eurovision 2023 e farsi conoscere in tutto il mondo!

Noa Kirel da Israel’s Got Talent all’Eurovision 2023: il suo percorso artistico

La partecipazione di Noa Kirel con “Unicorn” all’Eurovision 2023 non è passata affatto inosservata. La cantante, infatti, si è fatta notare sin dalla prima semifinale conquistando il pubblico e la giuria e confermando le voci della vigilia che la vorrebbero vincitrice annunciata della 67esima edizione della kermesse canora. Una carriera in ascesa per la giovane 22enne che in passato ha partecipato come giudice al programma “Israel’s Got Talent” e poco dopo ha firmato un contratto con l’etichetta Atlantic Records per farsi conoscere a livello mondiale.

Il brano “Unicorn” è molto sentito dalla giovane rappresentante di Israele che dalle pagine del Times of Israel ha rivelato: “è una canzone che rappresenta tutti noi, l’intero paese, quindi spero che tutti sostengano questa canzone e che tocchi i cuori di tutti nel modo in cui ha toccato mio”. La canzone, infatti, è un invito ad essere sempre se stessi facendo delle proprie unicità il punto di forza in modo da distinguersi sempre dalla folla. Un messaggio importante di questi tempi.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Musica e concerti

Ultime notizie