CHIARA FERRAGNI, DENUNCIA CODACONS: “BLASFEMIA”/ Caos social “Salvini fa di peggio”

- Hedda Hopper

Chiara Ferragni denunciata per blasfemia, foto come la Madonna su Vanity Fair e polemiche, il Codacons invoca l’intervento del Papa

chiara ferragni madonna instagram 640x300

Prosegue il dibattito sui social network dopo il nuovo scontro a distanza tra il Codacons e Chiara Ferragni. L’associazione è pronta a portare in tribunale la celebre influencer e moglie di Fedez, che sui social network può contare sull’appoggio di molti seguaci. E, per difendere la Ferragni, molti stanno tirando in ballo Matteo Salvini, reo di utilizzare simboli religiosi a fini politici. Qui di seguito vi proponiamo una carrellata di messaggi sul tema: «Il Codacons denuncia #chiaraferragni per blasfemia per uno scatto in cui appare come una madonna. Si può essere più o meno d’accordo, però allora caro Codacons denunciate pure quel buffone di #Salvini», «Chiara Ferragni denunciata dal Codacons per blasfemia in seguito alla pubblicazione di un’immagine nella quale appare raffigurata come una Madonna: “Grave mancanza di rispetto per i cristiani”. Nessun problema, invece, quando Salvini sventola il crocifisso a scopi propagandistici», «L’Italia è quello strano paese in cui il #codacons denuncia #chiaraferragni per blasfemia, mentre #Salvini è libero di umiliare in pubblico i crocefissi con le sue parole d’odio e razzismo». (Aggiornamento di MB)

CHIARA FERRAGNI DENUNCIATA PER BLASFEMIA

E ancora una volta da una parte della barricata c’è il Codacons e dall’altra i Ferragnez. I due continuano ad essere nel mirino della famosa associazione in quella che ormai sembra essere una diatriba a colpi di denunce e risposte social che interessa da sempre i curiosi. Questa volta a mettere in moto un’altra polemica ci ha pensato la foto di Chiara Ferragni in stile Madonna con il bambino pubblicata su Vanity Fair con l’intervista alla famosa influencer. Subito il Codacons ha fatto sapere che la foto ha generato indignazione nell’opinione pubblica e sul web e proprio per questo ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica e al Ministro dei beni culturali Dario Franceschini chiamando in causa addirittura Papa Francesco: “affinché intervengano su quella che non è una provocazione ma una grave mancanza di rispetto per i cristiani, per l’intero mondo religioso e per l’arte in genere”.

FEDEZ RISPONDE AL CODACONS CHE ATTACCA CHIARA FERRAGNI

Nel suo comunicato il Codacons continua spiegando che la foto della Ferragni non solo ha sfruttato l’arte ma anche la figura della Madonna a scopo commerciale “essendo noto come la Ferragni sia una vera e propria ‘macchina da soldi’ finalizzata a vendere prodotti, sponsorizzare marchi commerciali e indurre i suoi follower all’acquisto di questo o quel bene”. Infine, l’associazione chiama in gioco anche “Papa Francesco affinché si pronunci contro tale squallida e inutile provocazione”. Inutile dire che Fedez non è rimasto in silenzio davanti a questo ennesimo attacco e postando un commento social al grido di “Amen passo e chiudo” sottolinea come l’interessamento del Codacons alla sua famiglia non è dovuto a danni ai consumatori ma solo di stalking.



© RIPRODUZIONE RISERVATA