POMERIGGIO CINQUE/ Dalla strage di Firenze (aggiornamenti) a Kalispera di Alfonso Signorini

- La Redazione

Il riassunto della prima parte della puntata del programma condotto da Barnara D’Urso su Canale 5. Aggornamenti sui fatti di cronaca e intervista a Signorini

kalispera_salotto-signoriniR400
Alfonso Signorini

Pomeriggio Cinque, dalla strage di Firenze al lancio di Kalispera con Signorini. Pomeriggio Cinque ha spaziato dalla cronaca alla tv. La prima notizia presentata da Barbara DUrso nel suo contenitore di news, cronaca nera e rosa, spettacolo, in onda su Canale 5 è quella dell’estremista di destra che ha ucciso due senegalesi nella giornata di ieri a Firenze, ferendone altre 3. Oggi però insospettisce il fatto che il computer dell’uomo sia sparito. Dopo la strage il folle, neanche tanto dal momento che le sue vittime erano ben precise (almeno nella razza), si è poi suicidato, e oggi nel capoluogo toscano è stato indetto il lutto cittadino. L’inviato di Pomeriggio Cinque dice che Firenze rifiuta l’appellativo di città razzista, e aggiunge poi che i 3 feriti stanno lentamente migliorando, ma il pericolo non è ancora passato. Pomeriggio Cinque è però andato anche nel paese d’origine dell’uomo, dove la madre e il fratello chiedono di non essere disturbati, mentre gli altri dicono di lui che fosse una persona solitaria ed educata, ma nessuno sapeva della sua partecipazione al gruppo di casa pound né che avesse pubblicato un libro. Vengono poi mostrate le immagini del garage dove l’omicida si è suicidato, e un servizio che evidenzia il terrore che al momento aleggia tra le strade di Firenze, che si è stretta intorno agli amici dei due uomini morti. Arriva poi in collegamento l’edicolante che ieri aveva tentato di fermare l’uomo, che lo descrive calmo e rilassato, con le mani in tasca come se stesse tornando a casa dopo aver fatto la spesa. L’edicolante dice d’essere saltato addosso all’assassino, gettandolo in terra, ma di essersi scostato nel momento in cui questi ha estratto la pistola dalla sua borsa. Anche in questi istanti però ciò che contraddistingueva l’omicida era la sua estrema e assurda calma. Si passa poi a parlare del caso della ragazza torinese che, mentendo, aveva accusato alcuni ragazzi di un campo rom d’averla violentata. Il tutto per non rivelare ai propri genitori d’aver perso volontariamente la verginità. Ciò che però maggiormente scuote le coscienze è che la baraccopoli dei ragazzi è stata data alle fiamme. Arriva poi il momento della D’Urso intervista, e l’ospite di oggi è Alfonso Signorini. Subito si parla di Kalispera, il nuovo programma di Signorini, e Barbara gli chiede se davvero i telespettatori potranno interagire telefonicamente da casa. Inoltre la D’Urso gli dice che solo per oggi anche Pomeriggio Cinque ha aperto le linee telefoniche al pubblico, ma in realtà si tratta di uno scherzo ai suoi danni. Si parla poi dell’infanzia di Alfonso Signorini, il quale racconta che inventava d’avere un amico inglese (immaginario) di nome George, con il quale prendeva il thè. Dice poi che sua madre tagliava i vecchi costumi interi di sua sorella, dando a lui la parte inferiore. Per quanto riguarda la bicicletta invece dice che lui e i suoi amici mettevano le carte da gioco tra le ruote, così da ottenere un rumore simile a quello dei motori dei motorini. Parla poi della sua bisnonna, con la quale aveva un rapporto speciale, che lo viziava di continuo con gli gnocchi. A proposito di cucina entra Marco con un vassoio con dentro la cassola, inviatagli da Aristide, amico d’infanzia di Alfonso, che gli ha preparato anche un video saluto, durante il quale racconta un po’ di episodi della loro giovinezza da secchioni. Prendendo spunto da questo video Signorini parla delle sue prime esperienze con le ragazze, dicendo che il primo bacio l’ha dato a 26 anni, così come la prima fidanzata, la quale, per il suo compleanno, le regalò una chiave per andare in albergo… Arriva poi una telefonata da casa da parte di una donna, che dice d’essere stata la sua prima fidanzata, quando lui aveva 16 anni. Il suo nome è Anna, e inizia a piangere a telefono perché lui non si ricorda di lei, dicendo di non essersi mai sposata a causa del ricordo di Signorini. In realtà però si tratta di Caterina Balivo, che ha fatto uno scherzo ad Alfonso, con il quale da venerdì 16 dicembre 2011 condurrà Kalispera. Viene mostrato poi un video dell’ex gieffina Serena, che imita le esclusive del giornale del direttore Signorini ma, dopo vari fallimenti, tenta di raccogliere indizi per uno scoop su Alfonso nella redazione di “Sorrisi e Canzoni”.  (continua alla pagina seguente)

Viene poi mostrata l’imitazione che Max Paiella fa di lui, e poi Barbara annuncia l’arrivo di un’altra donna che dice d’aver avuto una storia con lui. Alfonso viene bendato e dovrà riconoscere questa signora semplicemente dall’odore o magari grazie al tatto. Entra in studio la prosperosa Francesca, ex del Grande Fratello. Alfonso dice che l’odore è di naftalina, ma poi sfiorando il seno e intuisce che si tratta della Cipriani. Tornati dalla pubblicità Barbara legge alcune parti di un editoriale scritto da Alfonso, inerente la scomparsa di sua madre.

Dopo aver ascoltato le sue stesse parole, Alfonso confessa d’essere tornato al cimitero, dopo un anno d’assenza, proprio ieri che era il compleanno di sua madre. E parlando proprio di famiglia Signorini dice che farà parte del cast di Kalispera anche sua zia di 85 anni, che ormai ha preso il posto di sua madre. L’idea di Kalispera, dice il direttore di “Sorrisi e Canzoni”. Viene poi mostrato un video che raccoglie tutte le liti con le donne nei programmi nel corso degli anni, e tra risate e saluti termina questa prima parte di Pomeriggio Cinque.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori