I MENU DI BENEDETTA/ Ricette per le serate di poker e carte e del panettone, per le vacanze di Natale 2011 (video)

- La Redazione

Il riassunto della puntata del programma culinaria condotto da Benetta Parodi su La 7. Tnati gustosi piatti per le divertenti sere trascorse a giocare a carte. Il video dei menù

cottoemangiato_BacidamaallenoccioleR400
Non possono mancare i dolci nei giorni delle Feste

I menù di Benedetta, ricette per serate di Poker e panettone nelle vacanze di Natale 2011 – I menù di Benedetta, in onda su La 7 ha come tema la “serata carte”, ricette adatte alle vacanze di Natale 2011, dal momento che in quasi ogni casa italiana è tradizione giocare a carte. Si parte con gli antipasti, preparati in stile poker, si tratta dei vol-au-vent. Inizialmente ha ritagliato dei dischi di sfoglia e li ha stesi su una teglia. Aiutandosi poi con un tappo ha ritagliato altri dischi, stavolta bucati, poggiati poi sulla basi già preparate, e intanto spennellate con il tuorlo e bucherellate con la forchetta. Li mette poi in forno e fa cuocere il tutto, in modalità ventilata. Mescola intanto in una ciotola broccoli, besciamella, prosciutto cotto e fontina, farcendo metà dei vol-au-vent con questo composto. Per l’altra metà invece ha mescolato panna e limone, così da ottenere la panna acida, con la quale, insieme a del salmone affumicato e un po’ d’aneto, ha completato la farcitura. Prepara poi anche dei crostini, prendendo delle fette di pane integrale e cospargendole di radicchio, scalogno, olio, sale, aceto e scamorza affumicata, facendo infine gratinare il tutto. Passa poi a cucinare i bignè, per i quali mette nel frullatore del prosciutto, un po’ di ricotta, del mascarpone, del sale e del succo di mezzo limone. Il risultato lo riversa nei bignè già pronti e li lascia riposare. Arriva intanto alla porta Pasquale Marigliano, famoso pasticciere campano, che insegnerà a Benedetta come preparare il panettone. Per iniziare mescolano il lievito madre con 150 gr di farina, 150 gr di lievito naturale, 75 ml di acqua tiepida. Coprono poi bene il tutto, e lo lasciano riposare per 3 ore. Questo procedimento va effettuato per 3 volte, ovviamente con una pausa tra un’operazione e l’altra di 3 ore. Benedetta però ha tutto già pronto, e così si può saltare questo passaggio. Al risultato finale aggiungono altri 100 gr di farina, 40 gr di tuorli e del burro. Il tutto va fatto lievitare ancora per 12 ore. Mettono poi l’impasto nella planetaria, aggiungendo altra farina e, gradualmente dello zucchero, 50 ml d’acqua, del burro, 1 o 2 bacche di vaniglia, 30 gr di miele, 4 gr di sale, 130 gr di tuorli, 200 gr di uvetta, 80 gr di canditi d’arancia e 50 gr di canditi di cedro. Infine l’impasto viene inserito nel pirottino tipico, e lo si lascia ancora lievitare, stavolta per 6 ore. Al centro del panettone pongono una noce di burro e dritto in forno a 180 per un’ora. La Parodi, salutato il suo ospite, si dedica al decoro della tavola. Inizia con il ritagliare un panno tipico da gioco, dando la forma di picche, quadri, fiori e cuori. I colori che si alternano sono rosso e nero, su di una tovaglia verde, proprio come se si fosse al tavolo da gioco. Ci sono anche le chips in tavola, ma non si tratta d’altro che di monete di cioccolata.

Tornata ai fornelli poi Benedetta inizia a preparare le orecchiette gratinate al caprino e melanzane. Come prima cosa ha tagliato in due un paio di melanzane, le ha incise con un coltello e le ha inserite in forno a 180 per 45 minuti. Tolte dal forno le ha spellate e inserite nel frullatore insieme a 150 gr di caprino, un po’ d’olio e del sale. Ha messo poi a lessare 500 gr di orecchiette, ha tagliato dei pomodorini e li ha aggiunto alle melanzane, insieme a delle olive taggiasche denocciolate, del basilico e del parmigiano. Ha poi scolato le orecchiette, mescolandole al sugo. Ha riversato poi il tutto in una pirofila unta d’olio e l’ha poi messa per 10 minuti in forno. La ricetta successiva è quella del polpettone americano. Per iniziare mescola 500 gr di carne di manzo a 3 fette di pane, un po’ di latte, 2 uova, 50 gr di parmigiano e del sale. Ha dato poi al tutto la forma del polpettone tipico, ricoprendolo però di pancetta (ecco una delle differenze rispetto alla versione nostrana). Prepara poi la salsa, mescolando 4 cucchiai di ketchup, 2 cucchiai di senape e 2 cucchiai di zucchero di canna. Ricopre il polpettone con metà della salsa preparata e poi lo mette in forno a 180 per 25 minuti, dopo di che vi versa sopra ciò che resta della salsa e lo serve a fette a tavola. (continua alla pagina seguente)

L’ultima ricetta è quella del riciclo, e stavolta a essere riutilizzato è il salmone affumicato. Decide di preparare uno sformato di salmone. Ha messo a fondere il burro, ha affettato la cipolla e imburrato una teglia da plum cake. Ha fatto due strati di fettine di patate e poi ha sbattuto uova, panna e latte. Sulle patate ha messo uno strato di cipolle, poi il salmone affumicato e l’aneto. Ha ripetuto il procedimento per altre due volte, concludendo con le patate. Sala il tutto e ci versa sopra la crema di uova. Ricopre la teglia con la carta stagnola e lo mette in forno per 45 minuti, dopo di che è pronto da servire. Mentre il polpettone cuoceva però, Benedetta era andata da Alessandro, un bar man professionista, che per le feste consiglia un long island per gli uomini, e una più leggera caipiroska alla fragola per le donne. Guarda qui i video.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori