VIRUS – IL CONTAGIO DELLE IDEE/ Maradona: “LItalia ha problemi più grossi del mio gesto dell’ombrello”. Puntata 13 dicembre 2013

- La Redazione

Virus – Il contagio delle idee torna questa sera su Rai Due. Vediamo chi sono gli ospiti e quali temi saranno trattati. Prevista anche un’intervista a Diego Armando Maradona

Virus_Nicola-Porro
Virus - Il contagio delle idee
Pubblicità

La puntata di venerdì 13 dicembre 2013 della trasmissione “Virus Il contagio delle idee”, condotta da Nicola Porro tratta diverse tematiche di grande attualità e ha come ospiti la rappresentante del Partito Democratico Maria Elena Boschi, il segretario generale della Uil Luigi Angeletti, leconomista Michele Boldrin, lex sindaco di Roma Gianni Alemanno e lex calciatore del Napoli Diego Armando Maradona ancora alle prese con i problemi con il fisco. La trasmissione ha inizio con un paio di servizi che mettono in contrapposizione le parole che ha pronunciato Enrico Letta in Parlamento e dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, con le immagini della protesta che in questi giorni sta andando in scena in tutta Italia con il cosiddetto movimento dei forconi. Sin inizia la discussione parlando dei problemi dei tanti lavoratori autonomi definiti gli invisibili della partita Iva. Viene presentato un recente studio che ha fatto emergere un dato decisamente allarmante ed ossia dal 2008, data nella quale si sono avute le prime avvisaglie dellarrivo della crisi economica e finanziaria, sono state chiuse ben 415 mila partite Iva e nello specifico i settori che ne hanno maggiormente risentito sono stati agricoltura, commercio e artigianato in generale. La Boschi riferendosi alla protesta in atto nel Paese, evidenzia come sia un qualcosa che è stata causato da una cattiva politica e al quale si può rispondere facendo le cose per bene partendo dallabbattimento dei costi della politica, facendo lesempio dellabolizione delle province e del miliardo di euro complessivo che ogni anno si potrebbe risparmiare. Il programma prevede un collegamento in diretta con Cittadella con alcuni imprenditori e lavoratori collegati che non sembrano credere alle parole della Boschi facendo presente come loro vogliano che tutti i politici attualmente in Parlamento vadano a casa. Piccolo discussione tra Alemanno e Boldrin con il primo che critiche tutte le soluzioni che ha fatto presente leconomista mentre il secondo lancia accuse su come abbia governato male nel corso degli ultimi venti anni. Alemanno riferendosi al movimento dei forconi ed in particolare allaccusa che venga usata troppa violenza per portare avanti la protesta, sottolinea come la loro rabbia sia più motivata per come stanno andando le cose rimarcando come non sia loro la colpa se alcuni rappresentanti di fazioni violente si infiltrino nella protesta facendo delle violenze. Nuovo scontro tra Alemanno e Boldrin con lex sindaco che attacca il fiscal compact a suo dire grande problema per lItalia mentre leconomista contesta questa sua visione e si rivolge nei propri confronti dandogli del fascista. Piccolo servizio nel quale viene evidenziato come nel corso delle proteste di Torino, alcuni rappresentanti delle forze dellordine abbiano solidarizzato con i manifestanti togliendosi il casco in segno di approvazione della protesta. Angeletti sottolinea come tutto sia inasprito dallaumento del livello di tassazione che ha acuito ancora di più lo stato di difficoltà degli italiani già costretti a fare i conti con la mancanza di lavoro. Poi vengono effettuati una serie di collegamenti da altre città dove sono in atto le proteste da parte dei cittadini stanchi di uno Stato che a loro dire, li rende tutti schiavi. Si parla quindi di alcune misure a livello europeo con Boldrin che ci tiene a sottolineare come il Fondo Salva Stati sia un ottimo strumento che potrebbe tornare utile anche allItalia. Alemanno contesta questa visione evidenziando come in realtà serva esclusivamente a salvare le banche. Boldrin gli dellignorante, rimarcando come in Italia le grandi banche vengano controllare dalla politica per mezzo della fondazioni. Sulla possibilità di uscire dallEuro come soluzione per far uscire il Paese dalla Crisi, la Boschi crede che non sia una cosa possibile in quanto avrebbe delle ricadute per leconomia italiana ancora più pesanti. Dai vari collegamenti piovono critiche anche per Angeletti che dal proprio canto, evidenzia come la Uil manifesterà contro la Legge di stabilità e come certamente la loro funzione non è quella di fare legge ed emendamenti ma soltanto di curare i diritti dei lavoratori per quanto concerne i contratti nazionali. Inoltre, evidenzia che qualora venisse invitato a partecipare alla loro manifestazione di protesa sarebbe ben lieto di andarci. Mentre Boldrin vorrebbe al posto della cassa integrazione un supporto differente come il sussidio di disoccupazione, Alemanno non solo contesta questa sua visione ma rimarca quanto male faccia al Paese il patto di stabilità e lo stesso Fiscal Compact. Boldrin rimarca alcune iniziative proposte dal Partito Fare per Fermare il Declino come ad esempio rivedere i lauti ingaggi die manager pubblici che non possono superare quello del capo dello Stato. Pronta la risposta della Boschi che evidenzia come questo sia già stato fatto per quanto riguarda il Comune di Firenze e presto sarà lo stesso a livello nazionale. Dopo una serie di sondaggi è la volta di Vittorio Sgarbi che presenta il quadro Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo. La trasmissione si chiude con lintervista a Diego Armando Maradona in collegamento da Dubai. Maradona che parla del suo amore per il calcio e di come allepoca stava per essere acquistato dalla Juventus, cosa che poi fu bloccata in quanto non sarebbe stato giusto per Agnelli spendere tanti soldi per un calciatore ed al tempo stesso licenziare 5 mila operai alla Fiat. Maradona parla del suo grande rapporto con la città di Napoli ed al tempo stesso di come in qualsiasi altra città italiana venga rispetto. Infine, parla del suo rapporto del fisco, mostrando un documento secondo il quale lui sarebbe del tutto estraneo alle accuse mosse nei propri confronti e scusandosi in parte per il gesto dellombrello fatto durante il programma “Che tempo che fa”.

Pubblicità

Torna come di consueto lappuntamento del venerdì con Virus – Il contagio delle idee, il programma di approfondimento politico condotto da Nicola Porro che andrà in onda questa sera alle ore 21.10 su Rai Due. Dopo un letargo che durava da più di un anno, il movimento dei Forconi è tornato agli onori delle cronache in questi ultimi giorni: strade bloccate da nord a sud dello stivale per protestare contro il caro tasse e soprattutto sui costi nellambito dei trasporti su gomma, lobiettivo non raggiunto era quello di fare cadere il governo. Nella giornata di ieri è stato assediato il confine tra Italia e Francia allaltezza di Ventimiglia, ma anche alcune piazze italiane sono state teatro di manifestazione. Il movimento dei Forconi alza la voce allurlo di Tutti a casa contestando lintero mondo della politica e, in parallelo dalle aule istituzionali, è arrivata la fiducia al Governo Letta. Il panorama politico italiano è in continua evoluzione, sia destra che sinistra stanno attraversando una metamorfosi che in pochi mesi dovrebbe portare a un nuovo assetto.

La nuova leadership di Renzi allinterno del Pd e le vicende che riguardano Silvio Berlusconi sono elementi dai quali in futuro non si potrà prescindere, perciò Nicola Porro e i suoi ospiti proveranno a delineare un quadro complessivo della situazione alla luce degli ultimi avvenimenti. In studio saranno presenti il deputato Maria Elena Boschi del Pd, il segretario generale della Uil Luigi Angeletti, leconomista Michele Boldrin e lex sindaco di Roma Gianni Alemanno. I movimenti di protesta popolare sono i veri protagonisti di questi giorni e perciò Vittorio Sgarbi commenterà il celebre quadro di Giuseppa Pelizza da Volpedo Il Quarto Stato.

Pubblicità

Nel finale ci sarà anche spazio per un ospite speciale in collegamento da Dubai, lintervista a Diego Armando Maradona chiuderà la puntata di questo venerdì 13 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori