UN PASSO DAL CIELO – IL FILM/ Terence Hill e un caso personale da risolvere. La trama

- La Redazione

Terence Hill è una guardia forestale che vuole dimenticare un passato drammatico. Nello splendido paesaggio delle Dolomiti dovrà risolvere un caso misterioso

un_passo_dal_cielo_2__terence_hill_uff_stampa-rai
Un passo dal cielo

Questa sera su Rai Uno potremo vedere in prima serata (ore 21.10) il film Un passo dal cielo – Io ti salverò.  una prima tv, tratta dall’omonima serie andata in onda sempre su Rai Uno tra il 2011 e il 2012, anch’essa firmata dal regista Riccardo Donna. In questo caso il film prevede una lunghezza di 115 minuti. Va detto che il film dovrà affrontare una battaglia dell’auditel contro concorrenti che non dovrebbero impensierlo, dato anche il successo di ascolti della fiction. Su Rai Due infatti andranno in onda tre episodi della serie di genere poliziesco Criminal Minds. I titoli degli episodi: Lenucleatore, La musica del sangue e Caccia alla volpe. Rai Tre propone un genere diverso con la commedia romantica Laws of attraction – matrimonio in appello, diretto dal regista britannico Peter Howitt, già autore di film di successo come Sliding doors. Laws of attraction vede tra gli interpreti Pierce Brosnan, Julianne Moore, Michael Sheen e Parker Posey. Rete 4 manda in onda un’altra serie di genere poliziesco, The Closer, protagonista Kyra Sedgwick, nei panni della determinata detective a capo della Squadra Omicidi della polizia di Los Angeles, in grado di far confessare i delinquenti meglio di chiunque altro. Sotto Controllo e Perdona i nostri peccati gli episodi di questa sera. Su Canale 5 si cambia genere., con la magia protagonista di La grande magia – Master of illusion, presentato da Teo Mammuccari. Infine La7 propone lo spazio di approfondimento politico del talk show Servizio Pubblico, con Michele Santoro, Marco Travaglio e i loro ospiti.

Il film che vedremo su Rai Uno invece ha per protagonista l’attore italiano Terence Hill, il quale, abbandonati i panni di Don Matteo, che ha interpretato nell’omonima serie tv tra il 2000 e il 2011, si cala in quelli meno gioviali della guardia forestale Pietro. Una produzione nata dalla collaborazione tra Rai Fiction e Lux Vide, interamente girata in Sud Tirolo nei comuni di San Candido, Braies e nei territori dello spettacolare parco naturale di Fanes Sennes Braies. Ha partecipato alla produzione anche la Business Location Sudtirol, una società della provincia di Bolzano, con lo scopo di ottenere un ritorno in termini di turismo. Una piccola nota: l’80% degli abitanti della zona è madrelingua tedesca, ma per scelta nella fiction tutti i personaggi parlano un perfetto italiano privo di accenti. 

Terence Hill, già molto amato dal pubblico, ha contribuito a dare alla fiction Un passo dal cielo un ottimo risultato in termini di ascolti, e lo vediamo protagonista del film omonimo in onda ,sta sera. Il suo personaggio, Pietro, è un uomo dal passato drammatico, che lo ha segnato profondamente. Vive e lavora nel piccolo centro abitato di San Candido,in provincia di Bolzano, dove svolge il ruolo di ispettore capo della locale stazione della guardia forestale.  Il suo amore per la montagna è sempre stato grande, tanto che prima del tragico incidente era uno straordinario scalatore, molto conosciuto e apprezzato anche a livello internazionale. Purtroppo mentre affrontava la scalata di una delle vette della zona, qualcosa è andato storto. Forse un problema nell’attrezzatura, fatto sta che quel giorno Pietro ha perso sua moglie. In seguito alla tragedia Pietro abbandona questa passione e si dedica unicamente alla salvaguardia del territorio, vivendo in un posto  isolato, situato sulle sponde di un lago dove spera di ritrovare quellequilibrio e la pace interiore che aveva smarrito. 

Pietro riesce a costruirsi una nuova vita grazie anche all’affetto che gli manifestano gli amici e la famiglia. Troviamo il suo collega Felicino Scotton detto Roccia (Francesco Salvi), sua moglie Assunta (Katia Ricciarelli), la loro figlia Chiara (Claudia Gaffuri), il commissario della polizia locale Vincenzo Nappi (Enrico Ianniello) e il suo simpatico aiutante Huber (Gianmarco Pozzoli). Il commissario Nappi è un napoletano abituato alla vita caotica del capoluogo campano e da poco trasferitosi a San Candido. L’uomo fa un’ enorme fatica ad entrare nell’ottica di quello che per lui è uno stile di vita impensabile e che inizialmente lo spaventa non poco. Ma qualcosa cambierà grazie all’incontro con la veterinaria di San Candido con la quale divide l’affitto di casa, la bellissima Silvia (Gaia Bermani Amaral). Si tratta di un amore turbolento, a causa delle diverse vedute su alcune questioni., come ad esempio l’idea di Silvia di recarsi nei paesi scandinavi per un progetto di ricerca insieme all’ex fidanzato, cosa che suscita la proverbiale gelosia di Nappi. Anche per questo motivo i due arriveranno a lasciarsi e prendere strade opposte che poi improvvisamente si ricongiungeranno. 

Un altro personaggio che entra nella vita di Pietro è il nipote Giorgio (Gabriele Rossi) con il quale ha un rapporto molto conflittuale dovuto anche alla giovane età del ragazzo. Il giovane allaccerà una relazione d’amore con Chiara, la figlia di Roccia, e sarà anche questa una storia molto travagliata, con i due che prima si innamorano e sembrano essere felici insieme ma poi si lasciano per una serie di incomprensioni. 

Pietro oltre che doversi prendere cura di un nipote un po’ troppo impulsivo, dovrà, suo malgrado, occuparsi di un caso che non sarebbe di sua competenza. Un giorno nel bosco trova una ragazza priva di sensi di nome Ania. Si prende cura di lei ma non può indagare sulla sua identità, dato che la ragazza ha perso la memoria e quindi non è in grado di spiegare perché si trovasse nel bosco. Un grande mistero avvolge la figura di Ania che si infittisce ancora di più quando davanti agli occhi di Pietro qualcuno le spara, facendola morire tra le sue braccia. A questo punto Pietro promette a se stesso di far luce su quanto accaduto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori